Provo eccitazione, ma appena entro in intimità questa inizia a scemare

Buongiorno, mi chiamo Elisa ho 20 anni e da diverso tempo ho un problema che mi affligge. Ho avuto il mio primo rapporto completo a 17 anni e non era stato molto soddisfacente, ho dato la colpa alla scarsa affinità con il mio ragazzo di allora ma il problema non è mai migliorato. Riesco a provare eccitazione anche abbastanza facilmente ma appena entro in intimità questa inizia a scemare, spesso i preliminari vanno abbastanza bene, ma appena inizia la penetrazione non provo nessun tipo di piacere. Negli ultimi anni ho avuto prevalentemente rapporti occasionali e la cosa è che desidero fare sesso, mi capita di sognare di farlo, provo attrazione per i ragazzi con cui ho avuto rapporti e non penso di avere nessun blocco psicologico a riguardo. Recentemente ho iniziato a uscire seriamente con un ragazzo, ho provato ad aspettare un po' prima di avere un rapporto sperando che questo potesse aiutarmi, ma niente. Era una cosa che desideravo fare, mi sentivo a mio agio, ma se durante i preliminari andava abbastanza bene appena iniziata la penetrazione ho sentito prima un leggero fastidio e poi più nulla, non volevo altro che lui la smettesse. E la seconda volta con lui è stato uguale. Questo problema comincia a mettermi in seria difficoltà e non ho idea di come risolverlo e da cosa sia causato. Non voglio dirglielo perchè mi rendo conto che la colpa non è da attribuire a lui, poichè è così da sempre. Ho provato a non dare troppo peso a questo, ma negli ultimi mesi sta diventando pesante da sopportare perchè mi rendo conto che la mancanza di soddisfazione in questo campo mi comporta altre difficoltà: di notte mi sveglio continuamente, non riesco a studiare bene e sono spesso nervosa. Non desidero raggiungere l'orgasmo, ma almeno fare sesso senza sperare che finisca in fretta. Grazie per l'aiuto

Cara Elisa,

la sessualità è una parte della vita molto delicata.

Da quello che scrivi riporti che con i preliminari riesci a provare eccitazione e questo è un buon punto di partenza. A parere mio è importante esplicitare al tuo compagno la tua difficoltà nel momento della penetrazione per condividere con lui questa tua difficoltà. Dici che ti capitava anche con i tuoi ex, parlarne con il tuo compagno non significa colpevolizzarlo ma cercare insieme una soluzione.

Prenditi il tuo tempo anche nella sessualità. Dai modo al tuo compagno di sapere cosa ti piace e di sperimentare insieme come essere soddisfatti entrambi.

Solo se riuscirete a creare un clima complice, potrete trovare soddisfazione nella vita sessuale.

Un caro saluto

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web