logo
Dott.ssa Maria (Concetta) Pinto

Psicologa, Psicoterapeuta, Psicoanalista

Dott.ssa Maria (Concetta) Pinto

Dott.ssa Maria (Concetta) Pinto

Psicologa, Psicoterapeuta, Psicoanalista

  • Vicenza
  • consulenza online

informazioni su di me

presentazione

Penso che in qualsiasi epoca e condizione ciò che sostiene gli esseri umani sia la capacità di sognare, di riconoscere e portare avanti i propri sogni.

Il sintomo, qualunque esso sia, paradossalmente anche nella depressione, si fa portavoce di ciò che ci è più intimo e prezioso, per l’appunto il desiderio inconscio, musa ispiratrice dei nostri sogni. Le disavventure del desiderio possono essere molteplici e il soggetto, ad esempio, può sentirsi bloccato proprio quando è nel procinto di fare qualcosa a cui tiene, come ad esempio studiare o progettare di fare un certo lavoro senza riuscirci.  

Penso che in qualsiasi epoca e condizione ciò che sostiene gli esseri umani sia la capacità di sognare, di riconoscere e portare avanti i propri sogni.

Il sintomo, qualunque esso sia, paradossalmente anche nella depressione, si fa portavoce di ciò che ci è più intimo e prezioso, per l’appunto il desiderio inconscio, musa ispiratrice dei nostri sogni. Le disavventure del desiderio possono essere molteplici e il soggetto, ad esempio, può sentirsi bloccato proprio quando è nel procinto di fare qualcosa a cui tiene, come ad esempio studiare o progettare di fare un certo lavoro senza riuscirci.  

Se non giunge alla soddisfazione il desiderio può manifestarsi in vari modi; i modi più semplici che fanno parte della cosiddetta normalità (Freud la indicava come psicopatologia della vita quotidiana) sono: i lapsus, il sogno, la dimenticanza di nomi o di altro, ecc. Ma il desiderio può anche trovare rappresentazione nei sintomi corporei o nella coazione a ripetere azioni ossessive. Che vi sia una sessualità inarrestabile, senza pace né soddisfazione o si sia trattenuti di fronte all’atto sessuale, all’amore; che il corpo si astenga dal cibo o se ne faccia magazzino, sempre si è alle prese con un desiderio difficile da sostenere, imbrigliati nei legami affettivi della prima età (i genitori o chi all’inizio è stato presente o assente).  

La meta del mio intervento è quindi quella di aiutare a sbloccare il percorso individuale e/o di coppia, che a causa di quei primi legami si è inceppato. Si può vivere meglio e a questo non si può rinunciare.

leggi altro

il mio approccio

Il mio orientamento è psicoanalitico. Nel corso degli anni ho appreso anche altre tecniche (skill training, scrittura autobiografica e creativa, role-playing, enneagramma) che utilizzo soprattutto nei lavori di gruppo.

Il mio orientamento è psicoanalitico. Nel corso degli anni ho appreso anche altre tecniche (skill training, scrittura autobiografica e creativa, role-playing, enneagramma) che utilizzo soprattutto nei lavori di gruppo.

Penso che non esista un modello puro di intervento. Se mi contatta una persona in persistente difficoltà nella ricerca del lavoro potremo lavorare sui suoi blocchi inconsci ma occorrerà anche costruire un piano di intervento sulla realtà: curriculum, elenco di aziende a cui inviare, modo di presentarsi, ecc. Con alcune persone non è possibile lavorare su ricordi dell’infanzia, sogni, ecc., occorre lavorare sul presente, sull’azione, sono troppo angosciate rispetto a tutto ciò che rimanda all’inconscio. Occuparsi della realtà, qui e ora, non significa che non si elaborino anche i conflitti inconsci; è un modo diverso di arrivarci. Nel mio lavoro mi è capitato di essere stata purista, ho imparato dal mio errore: la pratica è anche un percorso di formazione.

Nella mia pratica ciò che mi guida è l’ascolto. D’altra parte la disposizione all’ascolto permette alla persona che viene a colloquio di parlare e articolare i suoi sintomi, trovarne un senso, produrre un pensiero fertile che consenta di trovare modi sani di rispondere al disagio. Il sintomo infatti è la risposta, il rimedio inconscio che sopperisce ad alcune particolari difficoltà che l'individuo incontra e non riesce a svolgere. Per questo occorre intervenire subito altrimenti il sintomo diventa come un compagno-despota (un bel paradosso): risparmia la fatica dell’azione soggettiva ma chiede un compenso oneroso.

leggi altro

Formazione professionale

Ero un’adolescente inquieta e curiosa di capire cosa navigasse nell’animo degli altri. All’inizio è stato importante conoscere me stessa per capire gli altri, in seguito capire gli altri per conoscere me.

Ero un’adolescente inquieta e curiosa di capire cosa navigasse nell’animo degli altri. All’inizio è stato importante conoscere me stessa per capire gli altri, in seguito capire gli altri per conoscere me.

Ho conseguito una laurea quinquennale in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università degli Studi di Padova e ottenuto la specializzazione in Psicoterapia a indirizzo analitico presso il Laboratorio Freudiano per la formazione degli psicoterapeuti a Roma. Nel frattempo ho fatto un percorso di analisi personale.

Per info sono iscritta all’Albo sez. A dell’Ordine degli Psicologi del Veneto dal 2004 con il n. 4829, con il nome Maria Pinto. Il mio nome intero all’anagrafe è Maria Concetta Pinto ma per una questione di virgole sui documenti non viene menzionato il mio secondo nome. A cui naturalmente tengo moltissimo, fa parte della mia storia.

Proseguo la mia formazione con incontri di discussione su tematiche cliniche, partecipo a gruppi di supervisione tra colleghi, seguo convegni e i corsi ECM. Tra quelli seguiti negli ultimi due anni ricordo:

“Teoria e tecnica nel lavoro con l’adolescente”, organizzato dal Ordine degli Psicologi.

“I disturbi del neurosviluppo e psicopatologici dell’età evolutiva: buone pratiche e linee guida per la diagnosi e il trattamento”. (Detto così non si capisce niente, troppo tecnico. Si tratta di quei disturbi da 0 anni fino all’adolescenza, come autismo, ADHD, aggressività, disturbi del comportamento alimentare, depressione e disturbo bipolare). Organizzato dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù I.R.C.C.S.

“La questione sessuale nella clinica psicoanalitica”, organizzato dall’Associazione Litorale.

“Psicosi invisibili”, organizzato dall’Associazione Litorale.

“Gestione della crisi psicotica”, organizzato dall’Associazione L’Altro Centro Clinico.

“Il disagio del sessuale nel parlessere”, organizzato dalla Fondation Européennepour la Psychanalyse.

“L’interpretazione nella pratica psicoanalitica”, organizzato dall’Associazione Litorale.

leggi altro

Ambiti di intervento

Le principali richieste di aiuto che mi arrivano sono inerrenti ai disturbi d’ansia, depressione, problemi di coppia e familiari, disfunzioni inerenti la sfera della sessualità, sintomi isterici e psicosomatici, disagio psichiatrico.

Le principali richieste di aiuto che mi arrivano sono inerrenti ai disturbi d’ansia, depressione, problemi di coppia e familiari, disfunzioni inerenti la sfera della sessualità, sintomi isterici e psicosomatici, disagio psichiatrico.

 

leggi altro

Disturbi trattati

Indicherò alcune questioni intorno alle quali più spesso mi capita di lavorare con le persone che mi contattano.

Fondamentale resta la relazione con gli altri, che possa essere la persona con la quale si vive (marito, moglie, figli) o i colleghi di lavoro, le amicizie. Le difficoltà relazionali a volte sono condizionate da bassa autostima, timidezza o da aggressività , bloccata o esplosiva di fronte alle ingiustizie subite. 

Indicherò alcune questioni intorno alle quali più spesso mi capita di lavorare con le persone che mi contattano.

Fondamentale resta la relazione con gli altri, che possa essere la persona con la quale si vive (marito, moglie, figli) o i colleghi di lavoro, le amicizie. Le difficoltà relazionali a volte sono condizionate da bassa autostima, timidezza o da aggressività , bloccata o esplosiva di fronte alle ingiustizie subite. 

Spesso chi mi chiede consulenza sta attraversando un momento di confusione rispetto alle proprie scelte, può essere rispetto al lavoro, al desiderio di cambiare vita o alla situazione difficile di restare o meno con il/la partner. Negli ultimi anni ho fatto anche delle consulenze per l'orientamento presso scuole medie di primo e secondo grado. D'altra parte l'adolescenza è il periodo della vita nel quale più si è chiamati a scegliere e a decidere e nel clima sociale attuale non è facile, non ci sono punti di riferimento forti che fanno da faro. Per un verso questo è un bene: siamo più liberi di scegliere la vita che desideriamo, ma la libertà è un grande impegno e non ci sono istruzioni per l'uso.

Ulteriori problematiche che oggi gli adolescenti mi portano sono quelle inerenti l'immagine del corpo e l’identificazione sessuale. L'approccio con la sessualità non è così semplice e in diversi casi ho aiutato anche adulti (problemi di erezione, eiaculazione precoce, anorgasmìa).

Mi occupo di sintomi psicosomatici e somatizzazioni isteriche; compulsioni; dipendenza soprattutto affettive e da cibo, disturbi d'ansia e inibizioni: non riuscire a fare quello che si desidera, lavorare, studiare, raggiungere degli obiettivi.

Nella mia attività presso l'associazione La Casa Blu mi sono occupata e mi occupo di disagio psichiatrico sia in adulti che giovani (18-30 anni) lavorando con i gruppi, svolgendo laboratori espressivi e cognitivi. Me ne sono occupata anche nel mio studio ma individualmente. 

Il mio aiuto alle famiglie si realizza principalmente in due ambiti: quello dell'adolescenza e quello del disagio psichiatrico. Sono ambiti completamente differenti ma in entrambi i casi la famiglia va in crisi, non sa "cosa fare", spesso pensa di aver fallito, si colpevolizza, invece ha delle risorse importanti che si possono mettere a frutto con netti miglioramenti dei familiari . 

leggi altro

Tipologia di interventi

Come dicevo prima, nella mia pratica ciò che mi guida è l’ascolto ed è proprio la disposizione all’ascolto che permette alla persona che viene a colloquio di parlare e articolare i suoi sintomi, trovarne un senso, produrre un pensiero fertile che consenta di trovare modi sani di rispondere al disagio.

Come dicevo prima, nella mia pratica ciò che mi guida è l’ascolto ed è proprio la disposizione all’ascolto che permette alla persona che viene a colloquio di parlare e articolare i suoi sintomi, trovarne un senso, produrre un pensiero fertile che consenta di trovare modi sani di rispondere al disagio.

Nei gruppi che ho condotto e conduco presso La Casa Blu APS, mi sono accorta che l’uso del role-playing e dell’Enneagramma permettono alle persone di parlare di sé in modo più libero, senza essere condizionati dall’autocritica e dalla vergogna. L’Enneagramma consente di capire che ci sono altri punti di vista dai propri e di leggere i modi di porsi degli altri. I corsi di scrittura autobiografica hanno portato man mano all’elaborazione di racconti, poesie; hanno portato a pensare e a trovare parole nuove per dire.

leggi altro

Esperienze lavorative

Dal 2008 pratico nel mio studio privato come psicoanalista, psicoterapeuta, offro anche consulenze psicologiche.

Da dicembre 2018 collaboro con l’Associazione La Casa Blu APS, la quale si occupa dell’ascolto, il sostegno, e l'accoglienza di persone con problematiche psichiatriche, attraverso varie attività riabilitative. Ho coordinato per due anni un Gruppo di lettura e scrittura autobiografica. Nel 2021 ho condotto un gruppo di psicoterapia per giovani (dai 18 ai 30 anni) all’interno del progetto “Ripartiamo da te”. Attualmente stiamo portando avanti un lavoro a partire dall’Enneagramma affiancato da cineforum, nell’ambito di un progetto sull’“Educazione alla relazione”.

Dal 2008 pratico nel mio studio privato come psicoanalista, psicoterapeuta, offro anche consulenze psicologiche.

Da dicembre 2018 collaboro con l’Associazione La Casa Blu APS, la quale si occupa dell’ascolto, il sostegno, e l'accoglienza di persone con problematiche psichiatriche, attraverso varie attività riabilitative. Ho coordinato per due anni un Gruppo di lettura e scrittura autobiografica. Nel 2021 ho condotto un gruppo di psicoterapia per giovani (dai 18 ai 30 anni) all’interno del progetto “Ripartiamo da te”. Attualmente stiamo portando avanti un lavoro a partire dall’Enneagramma affiancato da cineforum, nell’ambito di un progetto sull’“Educazione alla relazione”.

Dal 2019 ho svolto incontri di orientamento scolastico individuale in alcune scuole di Bassano del Grappa e paesi limitrofi, nell’ambito del progetto BassanOrient@.

Nel 2015 ho partecipato come formatrice a due giornate di formazione per insegnanti organizzate dall’Associazione Giardino Freudiano presso l’Istituto Comprensivo “U. Bombieri” di Bassano del Grappa con un testo dal titolo La produzione a scuola.

Nel 2015 ho collaborato con l’associazione Donna chiama Donna nell’ambito del progetto di sensibilizzazione rispetto alla violenza contro le donne. Ho effettuato interventi con gli allievi delle scuole secondarie di primo e secondo grado, riguardanti l’intelligenza emotiva, gli stereotipi di genere, comportamenti abusanti, molestie, bullismo, conflitti e comunicazione assertiva.

Nel 2014/15 ho tenuto un corso di Psicologia sociale e Dinamiche di gruppo presso la Scuola di Counseling Relazionale Organizzativo “Prima Data Lavoro” di Padova.

In questi ultimi 20 anni ho coordinato vari gruppi di studio intorno a tematiche quali: il sogno, la depressione, il corpo, la sessualità, il tatuaggio, l’alcolismo, la pulsione di morte, il linguaggio e la scrittura.

leggi altro
Iscritto all'Ordine degli Psicologi/Medici della Regione Veneto col n. 4829 dal 2004

Scrivimi su WhatsApp, ti rispondero' nel più breve tempo possibile.

whatsapp

Hai avuto un appuntamento con la Dott.ssa Maria (Concetta) Pinto?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione

aree di competenza

  • Psicoterapia individuale, familiare, di coppia e di gruppo
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Colloqui di sostegno psicologico (per problematiche legate a stress, autostima)
  • Disfunzioni Sessuali e disturbi del desiderio sessuale
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Miglioramento autostima e rapporto con il corpo

contatta il dottore

Via Montebello della Battaglia, 6 - 36100 Vicenza (VI)

Tel: 3478670103

vedi mappa