Dott.ssa Marina Belleggia

leggi (6)

Dott.ssa Marina Belleggia

psicologo, psicoterapeuta, analista transazionale

Non faccio altro che pensare a quello che sono e a CHI SONO

Buonasera, mi chiamo Giulia e ho 21 anni, vi scrivo perchè ultimamente mi faccio tante domande su me stessa. Sono una ragazza molto timida ma ultimamente sto cambiando alcuni aspetti positivi della mia personalità, altri invece rimangono ancora bloccati come la timidezza. Mi sento molto confusa riguardo alla mia personalità, a quello che sono. Molto spesso mi capita in un discorso fatto con i miei di non riuscire a dire le parole esatte e i miei reagiscono dicendo che non riesco a far capire quello che voglio dire, perche detto male, e che devo imparare a parlare, ma lo dicono in un modo che me lo fanno pesare e per questo quando capita mi sento spesso una demente e sento dentro di me un forte dolore, difficile da sopportare e mi ritrovo a piangere nella mia stanza, a pensare di essere sbagliata, che gli altri sono sempre più bravi di me, che sono piu intelligenti di me e che io rimango sempre nella mia ignoranza. Insomma mi sento diversa, anche per altri motivi. Per esempio mi capita di confrontarmi spesso con altre ragazze. Solitamente alle donne piace fare shopping, cosa che a me non piace fare. Osservo molto il modo di vestire e penso che tutte si vestono nello stesso modo, con perfezione e precisione ( vestiti firmati, borse di marca) e anche il modo di truccarsi ele capigliature mi sembrano tutte uguali e io invece mi sento diversa in questo come fossi un aliena, perchè non mi piace fare shopping, ne truccarmi. Una volta mi è capitato di fare una passeggiata con una mia amica e incontrando una nostra vecchia compagna di classe che non vedevamo da tanto tempo ed era molto sorpresa di vederci. Alla mia amica ha fatto molti apprezzamenti sul suo nuovo taglio di capelli e il suo trucco, le ha detto che stava molto bene, invece a me ha chiesto "Invece tu non cambi?"ed ero molto imbarazzata, la stessa emozione di abbattimento che ho provato con i miei, e allora non faccio altro che pensare a quello che sono e a CHI SONO. E mi sono resa conto che ho una bassa stima di autostima. Vorrei tanto che le persone mi apprezzino anche se non mi trucco e se non vesto come loro ma non lo fanno anche se non lo danno a vedere. Quindi ritornando al discorso del non trovare le parole, non so il motivo per cui succede questo, forse sono timida o non sono preparata bene culturalmente. Ho un disperato bisogno di ritrovare il mio io. Perciò chiedo come si fa a ritrovare il proprio io? Grazie, attendo risposte. Saluti Giulia
Ciao Giulia, ti dico in completa onestà che trovare il proprio io è diventato sempre più difficile nella società piena di stimoli confusi e di immagini esteriori in cui viviamo. Per ritrovare il proprio io bisogna andare dentro se stessi e cercare il proprio centro nel silenzio delle immagini che noi possiamo ancora produrre, nella creatività personale, in un dialogo interiore che sia ricco di messaggi positivi per noi stessi, anche se i messaggi degli altri non lo sono. Fare tutto ciò non è affatto facile, e alla tua età può essere ancora più difficile, perché crescere in sé è difficile. Prendi in considerazione l'idea di fare qualche colloquio con una persona che si chiama "psicologo", ma che altro non è (o meglio dovrebbe essere) qualcuno che ha già affrontato tante cose nel suo percorso di crescita e che conosce dei modi personali e professionali per a aiutarti. Ti auguro di cuore un futuro in compagnia di te stessa e delle persone che ti amano per come sei.
domande e risposte

Dott.ssaMarina Belleggia

psicologo, psicoterapeuta, analista transazionale - Roma

  • Cura degli attacchi di panico
  • Depressione
  • Training autogeno
  • Affettivita', difficoltà relazionali e familiari
  • Specializzazione in Analisi Transazionale e Terapie Olistiche
  • Terapia individuale e di coppia
  • Disturbi d'ansia
  • Elaborazione del lutto
  • Approccio Analitico Transazionale Integrato
  • Problematiche ciclo di vita della donna
  • Stress e Insonnia
  • Tecniche di rilassamento e immaginative
  • Miglioramento autostima e rapporto con il corpo
  • Formazione sulla comunicazione, l'ascolto e la relazione
  • Dipendenza affettiva
  • Supporto Psicologico Online
  • Comunicazione assertiva
  • Disturbi del sonno
  • Disturbi psicosomatici
  • Assistenza nella gestione di traumi e rancori post separazione
  • Sostegno alla genitorialita'
CONTATTAMI