Aborto a 32 settimane e fobie nella bimba di 4 anni

Buongiorno, volevo parlarvi della mia situazione. A Settembre ho scoperto che la piccola Matilde che avevo in grembo aveva delle gravi malformazioni (poi mi sono scoperta traslocata) ed ho dovuto abortire. La mia primogenita Camilla attendeva con ansia la sorellina ma purtroppo io e il papà abbiamo dovuto dirle che ha avuto dei problemi ed è andata in cielo. Non so cosa abbiamo sbagliato, se siamo stati troppo evasivi, se non ne abbiamo più parlato con lei per far si che non soffrissimo troppo, sta di fatto che Camilla a 4 mesi dall'accaduto sta manifestando una sorta di fobia nella pulizia avendo paura di toccare cose "sporche" (in realtà non sporche) e lavandosi di continuo le mani. Sono quasi convinta che dipenda dalla sorte della sorellina per il fatto che non ci sono stati mai altri eventi rilevanti nella sua vita ne ha mai avuto atteggiamenti strani anzi parliamo di una bimba molto serena socievole e rispettosa. Cosa posso fare per aiutarla

Domanda posta da Camilla (39 anni)

La mia risposta

Con la premessa da Lei fatta la bambina deve essere aiutata con una psicoterapia mirata da esperti di infanzia (psicoterapeuta dell'età evolutiva) al fine di andare a ricercare cosa nasconde e cosa ha introiettato l'inconscio della bambina a causa di questo evento traumatico relativo alla mancata nascita della sorellina. Le piccole fobie sono comunque manifestazioni patologiche che non vanno minimizzate, ma fatte affrontare in un contesto specialistico. Auguri di una buona ripresa per tutti.