Mio figlio spesso si estranea si assenta mentalmente e pensa ad altro

Buonasera. Le maestre di scuola mi hanno rappresentato il problema che mio figlio spesso a scuola durante le lezioni improvvisamente si estranea, si assenta mentalmente e pensa ad altro,come se entrasse in un suo mondo e ogni volta che accade, devono richiamare esplicitamente la sua attenzione per '' riportarlo'' nella realtà. Questo mi è stato rappresentato sin dai tempi dell'asilo, ma ora che mio figlio a 7 anni compiuti a maggio, mi chiedo se possa rappresentare un problema. Mio figlio in realtà va bene a scuola,si mantiene sul livello del 9, ma le maestre temono che con l'aumentare degli impegni scolastici ciò potrebbe rappresentare un problema. Io che finora ho sottovalutato questi fatti,desidererei avere qualche consiglio, se devo far fare qualche visita per approfondire questo problema, e nello specifico a chi mi dovrei rivolgermi. Grazie

Gentile mamma,

il suggerimento che posso darle è di rivolgersi innanzitutto ad un neuropsichiatra infantile, per escludere che si tratti di qualche deficit di tipo neurologico.

Se dalla visita non risultasse nulla di "anomalo", può rivolgersi ad uno psicoterapeuta della famiglia: i bambini sono sempre delle "spugne emotive" e, come tali, assorbono tensioni e ansie dell'intero nucleo familiare, esprimendole attraverso un sintomo.

Un caro saluto

 

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaAntonella Lauretano

Psicologa, Psicoterapeuta - Siena - Grosseto

  • Disturbi psicosomatici
  • Terapia familiare
  • Psicoterapia di coppia
  • Psicoterapia sitemica-relazionale
  • Disturbi d'ansia
  • Psicologia dell'infanzia e dell'adolescenza
visita sito web