Pensate che questo piccolo distacco possa nuocere al bambino?

Salve, sono mamma di un bimbo di 5 mesi e mezzo e cerco di affrontare un periodo di profonda crisi generale con l'aiuto di una psicoterapia. Ho deciso di tornare a lavorare la prossima settimana. Si tratta di un impegno di tre giorni la settimana consecutivi ma fuori città. Ho stabilito che porterò con me il bimbo, e mia madre, a settimane alterne. Quando non lo porterò starà con i nonni e la sera normalmente a casa con mio marito, che è un papà dedito e assolutamente presente. In pratica il bimbo sarà lontano da me una volta ogni due settimane per 3 gg fino a giugno, ma assolutamente accudito e coccolato dalle altre figure della famiglia. Nonostante questo, vivo con ansia questo momento, divisa tra il bisogno di ritrovare una mia dimensione personale e paura e senso di colpa dall'altro. Pensate che questo piccolo distacco possa nuocere al bambino? E, nel caso al primo esperimento dovesse soffrirne, sarebbe più giusto mollare o insistere per farlo abituare e tranquillizzare? Grazie mille a chi vorrà rispondermi.

Gentilissima, 

Una madre ha sicuramente un'importanza fondamentale nella crescita del suo piccolo, ma da quello che scrive i suoi allontanamenti saranno sporadici e il bambino rimarrebbe comunque con delle figure familiari, già presenti nella sua vita. 

In ogni caso, non si fasci la testa prima di cadere: valuti la reazione di suo figlio  alla separazione da lei e, In base a questa, prenda  la sua decisione. 

Resto a disposizione 

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Udine - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web