Non riesco a lasciarmi andare

Salve sono elisa ho 26 anni e sono sposata da circa 3 mesi ma sto insieme a mio marito da 3 anni e abbiamo un bambino di 15 mesi. Volevo sapere perché non riesco a sciogliere il blocco che nel fare l'amore con il mio compagno...non riesco a lasciarmi andare anche se ho voglia, vedo il mio compagno soffrire perché magari lo facciamo una volta e poi per 2 o 3 mesi non sento il desiderio di farlo e anche quando mi riesco a fare l amore comunque lo sento che una parte di me non c'è. Potete aiutarmi?

Buongiorno Elisa, mi chiedo se quella parte di sé che non si  “lascia andare” nel rapporto di intimità con il partner è sempre stata presente in lei o se è emersa dopo la maternità.

Comunque, da quello che esprime, sono più convinta che la difficoltà a “ lasciarsi andare” nel rapporto sessuale nel presente sia emerso nel corso e dopo la maternità.

Di fatto, dopo la maternità è piuttosto frequente che una  donna presenti la  difficoltà  nel lasciarsi  andare nel rapporto sessuale con conseguente  carenza di desiderio in quanto, nel periodo della gestazione e dopo avere avuto un figlio, il corpo femminile è strettamente più legato a quello del figlio che a quello del partner.

 Inoltre, in questa situazione, lo stesso corpo si sente stanco per la maternità, il parto e le attenzioni che richiede un neonato, modificando le abitudini del quotidiano.

 Ed un corpo stanco reagisce soprattutto con la tensione, il blocco e la mancanza  nel desiderio di lasciarsi andare in quanto è costantemente in stato di “stress” psico-fisico.

 Questa è una situazione passeggera che si supera gradualmente chiedendo al proprio partner la pazienza, la condivisione delle coccole, delle tenerezze e della complicità nel seguire il proprio figlio anziché orientarsi nella parte finale del rapporto sessuale .

Costringersi ad essere come prima della maternità  può portare degli equivoci affettivi nella coppia e quindi vi consiglio di comunicare reciprocamente le personali difficoltà nell’essere, nell’esprimere, magari come prima, la vostra sessualità: lasciate che emergano le vostre emozioni e i vostri sentimenti per poi trovare insieme un nuovo equilibrio affinchè il desiderio sessuale emerga nuovamente in ciascuno di voi in modo più profondo e all’insegna di un cambiamento familiare nonché individuale.

Cordiali saluti

          

domande e risposte articoli pubblicati

Dott.ssaMaria Zampiron

psicologo, psicoterapeuta, sessuologo - Roma - Padova

  • Terapia per Disturbi d'Ansia
  • Problematiche di somatizzazione, relazionali e affettive, di dipendenza
  • Disagio comportamentale nell'eta' evolutiva e adolescenziale
  • Consulenza e Psicoterapia individuale, di coppia e familiare
  • Autostima adolescenza
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • Depressione
  • Percorsi di educazione alla sessualità
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • EMDR per il trattamento di grandi traumi o piccoli eventi stressanti
  • Psicoterapia e sostegno psicologico alla coppia
  • Disturbo d'attacco di panico
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Disturbi d'ansia
  • Supporto Psicologico Online
CONTATTAMI