Perché mi comporto sempre allo stesso modo con gli uomini?

Salve, vorrei capire perché mi comporto sempre allo stesso modo con gli uomini....credo di odiarli, ma allo stesso tempo ne ho paura forse...convivo da 24 anni con un uomo, una convivenza conflittuale da sempre, lui problemi con la tossicodipendenza, due figli di 18 e 13 anni, il secondo affetto da sindrome genetica con disabilità intelletiva e quindi tanti problemi....ho sempre seguito i miei figli da sola, lui era preso dai suoi problemi, ora ne è uscito e vorrebbe fare il padre, ma credo sia tardi....io ho perso la stima in lui, così lo respingo dicendogli di continuo di andarsene per sempre.....forse non è ciò che voglio, non lo so più nemmeno io..... Vorrei riprendermi la mia vita, pensare a me , ma non è facile .....ho chiuso anche con mio padre , mi da delusa tanto.....da un anno ho conosciuto un altro uomo che, inizialmente si è presentato come separato in casa, vedevo in lui un isola felice, poi ho iniziato a scoprire che sua moglie era incinta , ed hanno avuto il loro bambino, dopo anni che ci provavano, lui non era affatto separato ma solo in crisi, nonostante ciò ho continuato la relazione fino al punto di non poterne fare più a meno..... Ma sono travolta dalla gelosia per sua moglie, per suo figlio, per la sua vita, e faccio continue scenate, lo mollo di continuo ma poi torno....o torna lui con mille scuse e ricominciamo da capo....credo che lo lascio e lo allontano per avere delle prove da lui....ma mi ha detto chiaramente di amarmi , me lo dimostra con mille attenzioni, ma non lascia sua moglie e suo figlio.....dice di volerle bene ma di non amarla....ama me , ed io lo allontano....forse è il mio modo di farmi amare? Allontano mio marito, allontano lui.....perché mimcomporto così ?

Buongiorno Francesca, noto dal suo scritto la presenza della rabbia per non riuscire a stabilire un rapporto sereno di coppia sulla base della complicità quale presupposto fondamentale perché sia soddisfacente e permanente insieme al  forte bisogno di uscire da queste situazioni.  All’interno di questa difficoltà mi chiedo qual è la vera origine di questa  tanta rabbia che prova nei confronti degli uomini!  E poi , cosa significa  per lei non riuscire a riprendersi la” propria vita”? Ho l’impressione che generalmente scelga partner con problematiche affettive e/o esistenziali che poi tutto sommato è portata a dover, giustamente, lasciare. Ama e odia gli uomini, li avvicina e li allontana  perché  non si sente veramente amata e considerata, li mette alla prova perché  si sente ingannata e continuamente abbandonata. In questo contesto le consiglio di riflettere sull’ uomo   che per primo non ha espresso il vero amore che lei desiderava e che in qualche modo è stata la prima persona dalla quale è stata abbandonata rifiutandosi   di esercitare  il genuino amore basato sulla complicità emotiva ed affettiva. Quindi, il fatto di” riprendere la propria vita” le richiede una svolta nel modo di percepire  la figura maschile,  nel  ruolo e nelle competenze  che deve esercitare ed esprimere nei suoi confronti all’insegna anche della collaborazione e della complicità gestite nel quotidiano. In altre parole si chiarisca quali uomini possono ricevere e dare fiducia in un rapporto equilibrato di coppia dove le azioni diventano reciproche e complementari. Soprattutto accetti di non volere gestire la relazione di coppia da sola ma trovi la fiducia nell’altro  chiedendo una comunicazione chiara e trasparente all’insegna di una relazione paritaria. Cordiali saluti

domande e risposte articoli pubblicati

Dott.ssaMaria Zampiron

psicologo, psicoterapeuta, sessuologo - Roma - Padova

  • Terapia per Disturbi d'Ansia
  • Problematiche di somatizzazione, relazionali e affettive, di dipendenza
  • Disagio comportamentale nell'eta' evolutiva e adolescenziale
  • Consulenza e Psicoterapia individuale, di coppia e familiare
  • Autostima adolescenza
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • Depressione
  • Percorsi di educazione alla sessualità
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • EMDR per il trattamento di grandi traumi o piccoli eventi stressanti
  • Psicoterapia e sostegno psicologico alla coppia
  • Disturbo d'attacco di panico
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Disturbi d'ansia
  • Supporto Psicologico Online
CONTATTAMI