Ho intrapreso una relazione con un uomo sposato

Salve, sono una donna sposata, estremamente insoddisfatta di mio marito....stiamo insieme solo per i figli , ho intrapreso una relazione con un uomo sposato, inizialmente solo per sentirmi ancora donna ed amata, poi me ne sono innamorata a dispetto di tutto e tutti e senza pensare a sua moglie e suo figlio .... Vorrei tanto essere felice anche io anche se mi rendo conto che non posso costruire la mia felicità sull infelicita di un altra donna , ma sta diventando per me una vera ossessione averlo tutto per me ..... Penso che farei follie per lui, ma lui non e dello stesso parere, dice di amarmi ma di non aver coraggio di lasciare tutto , sopratutto suo figlio....allora mi chiedo : ma non è vero che l'amore è irrazionale ? Come riesce lui a ragionarci ad essere sempre comunque sereno? Lui dice di essere diventato cinico, di aver già vissuto esperienze simili, di averla già tradita , di esser già andato via di casa per un altra donna, e quindi di riuscire a gestire questa situazione in maniera diversa, senza mostrare cenni di gelosia.....io invece sono sfinita, gelosa , ossessiva .....come posso aver perso la testa in questo modo? È come posso farmi usare così da un uomo pur sapendo che non mi sceglierà mai? Mi tiene sul filo di un rasoio dicendomi che non si può mai dire mai nella vita, ma io ho bisogno di certezze , di uno spiraglio di luce .....di ritrovare me stessa e la serenità che mi permetta di seguire i miei figli con l'entusiasmo di una volta ....vorrei tanto una mano a dimenticarlo .......non faccio altro che soffrire e disprezzare tutto ciò che mi circonda perché mi sento estremamente infelice .....

Salve Michela, mi rendo conto della infelicità che prova nel presente:da una parte  insoddisfatta di un marito dal quale non si sente amata, che non ama e tantomeno viene considerata come donna, dall’altra dalla relazione di un uomo che facilmente riesce avere “ il piede in due staffe” e che la rende gelosa, ossessiva e sfinita nonché partner di “seconda serie”. Quello che mi preoccupa di questo uomo riguardo all’amore che  lei riceve  è  proprio quello che lei afferma: “mi usa”. Quindi si vuole fare usare?  Se no, si chiarisca il vero amore che si sente ricevere, valuti oggettivamente    i  comportamenti del  passato di questo uomo riguardo alle esperienze avute con altre donne, rifletti sul suo “cinismo” ma soprattutto consideri che lei Michela desidera più che altro certezze personali che può acquisire attraverso una valida considerazione di se stessa come persona e donna. L’esperienza con questo uomo deve essere il motore che le consente di trovare chiarezza, sicurezza  e fiducia in se stessa al fine di valorizzarsi e di prendere le adeguate decisioni per trovare la propria serenità e il proprio equilibrio personale. Cordiali saluti

domande e risposte articoli pubblicati

Dott.ssaMaria Zampiron

psicologo, psicoterapeuta, sessuologo - Roma - Padova

  • Terapia per Disturbi d'Ansia
  • Problematiche di somatizzazione, relazionali e affettive, di dipendenza
  • Disagio comportamentale nell'eta' evolutiva e adolescenziale
  • Consulenza e Psicoterapia individuale, di coppia e familiare
  • Autostima adolescenza
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • Depressione
  • Percorsi di educazione alla sessualità
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • EMDR per il trattamento di grandi traumi o piccoli eventi stressanti
  • Psicoterapia e sostegno psicologico alla coppia
  • Disturbo d'attacco di panico
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Disturbi d'ansia
  • Supporto Psicologico Online
CONTATTAMI