Mi è accaduto sempre più spesso di arrosire in pubblico

Salve,sono una ragazza di 16 anni,frequento da 2 anni il liceo e da quando ho iniziato le superiori mi è accaduto sempre più spesso di arrosire in pubblico.Premetto che son sempre stata una bambina molto solare tanto che in confronto a mia sorella timidona sembravo fin eccessivamente spavalda; ho notato che questo evento si manifesta molto spesso di fronte a una professoressa in particolare( con gli altri prof no). Questa professoressa conosce pure mia mamma e mio papà,ciò mi mette doppia soggezione, sapere che io arrosisco ogni volta che mi chiama o mi manda subito un'occhiata, è sempre più imbarazzante...inoltre un'altro motivo per cui mi sento a disagio e perciò divento rossa rossa difronte a questa prof.essa è che suo figlio, gran bel ragazzo,andava in giro a dire che ero una bella ragazza, ma per quanto sia carino ricevere complimenti,ciò mi rendeva solo in imbarazzo...ogni volta che guardo la prof mi viene in mente pure quello... Mi sto isolando dal mondo e torno a casa stra depressa dopo le lezioni della prof.essa, coi miei genitori non oso neanche parlarne ho troppa vergogna,dallo psicologo non posso andare da sola, medicinali dovrei avere il consenso di un medico,o psicoterapeuta o altro ecc.. CHE FACCIO?firmato:giovane eritrofobica
Giovanissima Sabrina, mi rendo conto del malessere che sta provando nel porsi in relazione con la sua professoressa. L’imbarazzo che si evidenzia con il rossore è indicativo di un disagio emotivo, di una fragilità emozionale legati probabilmente a situazioni in cui lei si è sentita in difficoltà o/e sminuita nella propria sicurezza interpersonale. Contemporaneamente mi chiedo che cosa rappresenta per lei, Sabrina, questa professoressa? Al pari dei genitori, gli insegnanti possono rappresentare una “autorità”costituita che si teme per qualche motivo personale. Ed, allora, non vi è forse la vergogna di dimostrare le proprie insicurezze temendo un giudizio negativo da parte degli adulti? La fragilità in adolescenza può considerarsi un requisito normale per crescere poi nella sicurezza e nella stima di se stessi. Quindi, per ritornare ad essere “spavalda” e “serena” le consiglio di confrontarsi per lo meno con propri genitori e a loro comunicare la necessità di fare qualche chiacchierata con uno psicologo per uscire prima di tutto dalla vergogna di sentirsi in difficoltà nelle relazioni interpersonali e, successivamente, per individuare i reali motivi e le origini di tali problematiche emozionali. Cordiali saluti
domande e risposte articoli pubblicati

Dott.ssaMaria Zampiron

psicologo, psicoterapeuta, sessuologo - Roma - Padova

  • Terapia per Disturbi d'Ansia
  • Problematiche di somatizzazione, relazionali e affettive, di dipendenza
  • Disagio comportamentale nell'eta' evolutiva e adolescenziale
  • Consulenza e Psicoterapia individuale, di coppia e familiare
  • Autostima adolescenza
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • Depressione
  • Percorsi di educazione alla sessualità
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • EMDR per il trattamento di grandi traumi o piccoli eventi stressanti
  • Psicoterapia e sostegno psicologico alla coppia
  • Disturbo d'attacco di panico
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Disturbi d'ansia
  • Supporto Psicologico Online
CONTATTAMI