Mio figlio non si spiega perchè io e suo padre non possiamo ritornare assieme

Buongiorno, sono Valentina una mamma di 30 anni, separata purtroppo dal marito dal 2010. Mi trovo in un periodo davvero difficile della mia esistenza. con tutte le difficoltà del caso, vivo sola con il mio bambino di 5 anni. Più passano i giorni, maggiori sono le difficoltà che trovo lungo questo difficile percorso di solitudine e disagio. Il mio ex marito convive da Gennaio di quest'anno con una nuova compagna che conosce da due anni.. Lo sconforto che provo per questa situazione è immenso. Ma di me poco importa, cerco di superare non pensandoci. E' quello che sta passando il mio bambino che mi preoccupa.. E non sono nemmeno in grado di trovare parole che possano fargli capire la situazione o che possano consolarlo. Mi sento in colpa e sono frustrata. La separazione è avvenuta a causa sia delle assenze del mio ex compagno (per lavoro e passione lavorativa _ pilota di auto da corsa _ lui si è allontanato dalle sue responsabilità) sia di una mia conseguente fortissima caduta emotiva. Io sono fuggita dalla nostra casa, dal nostro matrimonio per disperazione. Abbiamo provato più volte a tornare assieme, ma non c'è stato nulla da fare. Il dramma è avvenuto proprio mentre tentavo l'ultimo riavvicinamento(dove è stato coinvolto anche il bambino che ha vissuto di riflesso gli avvenimenti)ed ho scoperto che il mio ex marito aveva una relazione nascosta da più di un anno. Il tracollo è stato immediato così come la separazione davanti a un giudice. Ora, quando il bambino deve vedersi con il padre, è costretto a frequentare anche la nuova compagna. Nella loro casa!!! Avevo chiesto al padre di non immischiare la nuova relazione con il bambino così piccolo. Ma lui l'ha fatto comunque presentandogliela come una "AMICA DI PAPA'". Ora il mio bimbo è confusissimo e non capisce, non si spiega perchè se il suo papà ha solo un "AMICA", io e lui non possiamo ritornare assieme!!! Premetto che data la situazione, il mio bambino è molto più sveglio rispetto all'età che ha. Vi chiedo un aiuto, cosa devo fare? Cosa gli posso dire? Devo essere schietta? E con suo padre quali regole devo stabilire? Sono davvero, davvero disperata e sto perdendo la voglia di reagire a tutto.. Credo di aver toccato il fondo. Grazie di cuore. Valentina
Salve Valentina, nella separazione di coppia, quello che non cambia per i figli è che papà e mamma rimangono gli stessi. Anche nelle separazioni più serene si riscontrano nei partner in particolare il vissuto del fallimento, la sensazione di un vuoto affettivo, vissuti emotivi e cognitivi negativi legati al “tradimento” riferiti a se stessi e/o al partner. Tali vissuti necessitano di essere elaborati dagli adulti come perdita degli affetti e della sicurezza interpersonale in modo particolare se sono presenti dei figli i quali hanno anch’essi bisogno di trovare un nuovo equilibrio in conseguenza dell’allontanamento da casa di uno dei genitori. In primis questo nuovo equilibrio inizia dalla rassicurazione e certezza che loro non perderanno alcun genitore. Il secondo aspetto è che i figli sanno di già che i loro genitori non si amano più e, in tale contesto, hanno bisogno di accostarsi ad un evento di vita sgradevole. Ed allora, Valentina, lo dica chiaramente al suo bambino di 5 anni, esprima con semplicità e chiarezza che i suoi genitori non si vogliono più bene ma che per lui mamma e papà hanno e possiedono lo stesso affetto di prima. Le consiglio anche di non chiamare la nuova partner del suo ex “ l’amica di papà” e di rendere chiaro al bambino quale ruolo possiede nei confronti del padre e riferito a se stesso. La serenità del suo bambino dipende dalla vostra serenità di adulti, dalla vostra trasparenza : i bambini capiscono, percepiscono le situazioni della vita ma hanno bisogno di essere prima rassicurati e poi ascoltati nei loro pensieri e, nei loro vissuti emotivi e dei sentimenti. Cordiali saluti
domande e risposte articoli pubblicati

Dott.ssaMaria Zampiron

psicologo, psicoterapeuta, sessuologo - Roma - Padova

  • Terapia per Disturbi d'Ansia
  • Problematiche di somatizzazione, relazionali e affettive, di dipendenza
  • Disagio comportamentale nell'eta' evolutiva e adolescenziale
  • Consulenza e Psicoterapia individuale, di coppia e familiare
  • Autostima adolescenza
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • Depressione
  • Percorsi di educazione alla sessualità
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • EMDR per il trattamento di grandi traumi o piccoli eventi stressanti
  • Psicoterapia e sostegno psicologico alla coppia
  • Disturbo d'attacco di panico
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Disturbi d'ansia
  • Supporto Psicologico Online
CONTATTAMI