Mia figlia è stata fin da piccola una bambina molto vivace e difficile a causa della separazione con mio marito

salve sono una madre di 36 anni...sono separata da 5 anni dopo un matrimonio di 11 anni e mezzo. Ho 2 bambine una di 13 e mezzo e una di 9. Ho dei seri problemi con la grande,lei e stata fin dalla nascita una bambina molto vivace e difficile,mi richiamavano da scuola in continuazione ed e per questo che mi arrabbio quando mi dicono che il suo comportamento dipende dalla separazione.Premetto che quando ero sposata il mio ex ogni volta che la rimproveravo per qualsiasi motivo lui prontamente la consolava facendomi passare per la strega cattiva e ho perso tutto il rispetto, ora ovviamente è cresciuta e diventata una ragazzina egoista arrogante e maleducata in casa,dico in casa perche' fuori casa è impeccabile. Ha un carattere molto nervoso ed è da quando era piccola che cerco di aiutarla in tutti i modi possibile per modificare questo suo carattere anche per un futuro lavorativo. Stamattina ha addirittura alzato le mani verso il mio compagno che lo tratta come se fosse suo coetaneo non rispettandolo in nessun modo. La piccola da poco la copia in tutto e per tutto.Non so piu che fare. Un ultima cosa importantissima,in tutto cio' il padre è completamente inesistente non gli interessa anzi nei giorni in cui le tiene cerca di mettermi i bastoni tra le ruote...vi prego aiutatemi non so piu' che fare.
Salve Manuela, la sua bambina di 13 anni ora è una ragazza che si avvia verso l’adolescenza. Con l’adolescenza, questa ragazza rivive e amplifica le contraddizioni dello stile educativo e relazionale dei genitori nell’infanzia: un padre che protegge e consola, una madre che chiede responsabilità, correttezza e rispetto per gli altri. All’interno di tale conflittualità si è creata l’immagine di un papà buono e comprensivo e l’immagine di una madre cattiva e punitiva. Stili educativi contradditori, oppositivi all’interno dello stesso nucleo familiare, causano nei figli rabbia, tristezza, insicurezza, delusione e confusione. Questi vissuti emotivi ed affettivi peggiorano nel tempo, nel corso della crescita dei bambini e degli adolescenti, se uno dei genitori continua ad utilizzare il figlio per punire e danneggiare l’altro genitore. Ed è in tale contesto che il figlio si sente autorizzato perché sostenuto da uno dei genitori, a stabilire una relazione di potere verso il genitore più debole. In questa posizione di potere i comportamenti del figlio in adolescenza si amplificano e gli atteggiamenti divengono più impositivi, più aggressivi e più provocatori. Quindi, per quanto brevemente espresso, le consiglio di acquistare “potere” nella relazione con sua figlia. E, per “potere” intendo avviare una vera e trasparente comunicazione con sua figlia nella comprensione delle emozioni e dei sentimenti che prova; riconoscere, accettare e comprendere il suo vissuto di bambina vivace e difficile nonché quello di adolescente sempre più nervosa ed intrattabile; utilizzare atteggiamenti di ascolto e vicinanza affettiva superando la rabbia e l’impotenza personale che lei come madre prova nei confronti di una figlia difficile da gestire. Soprattutto non pensi al suo futuro lavorativo ma invece si concentri nello stabilire una vostra positiva relazione basata sulla reciproca stima, sul rispetto e sulla fiducia. Certamente, l’ egoismo arrogante e la maleducazione in casa e non fuori che esprime sua figlia, ha origine nel precedente contesto familiare dove l’egoismo e la maleducazione ha motivo di esserci per contestare un vissuto familiare non sereno e non gratificante, un malessere provocato dall’esercizio di ruoli genitoriali contrapposti ed ambivalenti. Cordiali saluti
domande e risposte articoli pubblicati

Dott.ssaMaria Zampiron

psicologo, psicoterapeuta, sessuologo - Roma - Padova

  • Terapia per Disturbi d'Ansia
  • Problematiche di somatizzazione, relazionali e affettive, di dipendenza
  • Disagio comportamentale nell'eta' evolutiva e adolescenziale
  • Consulenza e Psicoterapia individuale, di coppia e familiare
  • Autostima adolescenza
  • Fobie (claustrofobia, agorafobia..)
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • Depressione
  • Percorsi di educazione alla sessualità
  • Terapia di coppia e conflitti nei rapporti coniugali
  • EMDR per il trattamento di grandi traumi o piccoli eventi stressanti
  • Psicoterapia e sostegno psicologico alla coppia
  • Disturbo d'attacco di panico
  • Elaborazione del "lutto" e separazione
  • Disturbi d'ansia
  • Supporto Psicologico Online
CONTATTAMI