Mi abbuffo, ma senza conseguenze come il vomito. È bulimia?

Nel corso degli ultimi anni ho cambiato spesso alimentazione. Ad oggi cerco di mangiare il più sano possibile durante la settimana, ma quando arrivano il sabato e la domenica mi abbuffo (non proprio tutti i weekend, solo gran parte).

Queste mie abbuffate non sono seguite nè da vomito, nè da digiuno, bensì da giorni di dieta rigidissima. La mancanza di conseguenze come quella del vomito mi fa dedurre che non sia bulimia (credo), mi chiedo allora cosa possa essere?


Spero che possiate rispondermi.
Grazie in anticipo.

Cara Erica, in generale per porre diagnosi di bulimia nervosa occorrono ricorrenti episodi di abbuffata e ricorrenti e inappropriate condotte compensatorie (denominate anche “condotte di eliminazione”) messe in atto per prevenire l’aumento di peso.

Non risulta possibile autodiagnosticarsi e diagnosticare su internet un disturbo complesso come la bulimia nervosa poiché occorre conoscere approfonditamente la situazione, ad esempio le caratteristiche delle sue “abbuffate” e della sua “dieta rigidissima”, ed il suo peso corporeo.  

Dalla mail si può rilevare “solo” la presenza di un alterato atteggiamento alimentare, ribadisco da approfondire ed eventualmente trattare.

Rimango a disposizione.

Cordiali saluti

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web