Terapia sistemico-familiare e disturbi d'ansia

Una terapia di questo indirizzo si concilia con i disturbi d'ansia? Soffro di fobia sociale, ansia anticipatoria ed evitamento, ma ho anche vissuti di conflitti familiari, in particolare con mio padre e difficoltà relazionali. Sono un ragazzo e ho 29anni. Mi chiedo se nel mio caso sia più indicato un terapeuta uomo o donna

Sig.re Antonio buongiorno.

Io penso che per cercare di risolvere il suo problema di fobia sociale, le sarebbe d'aiuto un approccio più concreto, un approccio che potrebbe portarla a vivere delle esperienze positive correttive e soprattutto attraverso la terapia farle comprendere e soprattutto farle percepire che le sue tentazione soluzione che sicuramente mette in atto per ovviare a questa problematica non fanno altro che peggiorare il suo problema. Rispetto al sesso del suo terapeuta, io Le posso dire che non è importante ma se Lei dovesse sentirsi più a suo agio con un Uomo perchè non farlo, fermo restando che anche una terapauta donna le potrebbe essere maggiormente d'aiuto rispetto ad un uomo o viceversa.

Quando si sceglie un terapeuta bisognerebbe andare di pancia, l'istinto "di solito" non sbaglia mai. Cosa Le dice quel terapeuta, cose Le dicono le sue parole, cose le suscita il suo modo di parlare.

domande e risposte articoli pubblicati
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web