La tiro fuori la laurea dal cassetto?

Buonasera mi chiamo Valentina ho 47 anni e abito a Roma. Sono separata da 18 anni, ho una figlia maggiorenne e un compagno con il quale convivo felicemente da 2 anni.
Sono una psicoterapeuta sistemico relazionale e ho lavorato per qualche anno come psicologa e poi.......
E' questo "e poi" che mi spinge a chiedervi un consiglio. Sono anni che ho letteralmente messo il "mondo psicologia" dentro ad un cassetto. Quindi ho lavorato in settori completamente estranei al mio, niente più aggiornamenti, niente più letture specifiche. Tutto congelato. Complici eventi stressanti che ho dovuto affrontare e il tempo che passa in fretta, ora mi trovo a prendere atto della situazione. In questo momento sono un'impiegata a tempo indeterminato, faccio la cassiera.....da tre anni. Sono da due mesi in malattia perché ho subito un'intervento chirurgico ai piedi che mi costringe ad una ridotta mobilità e mi regala molto tempo libero...
E penso che mi piacerebbe tanto ricominciare da dove ho lasciato. Però devo fare i conti con tante paure che mi bloccano...
Quella più grande riguarda i pazienti....non sapere cosa dire ad una persona che chiede aiuto....non so se sembra una paura infondata o meno, ma la avverto....E penso anche che dovrei colmare un vuoto che dura da tanto, e riempirlo con tutto ciò che avrei fatto se avessi lavorato come psicologa. Libri, seminari,convegni ecc..
Mi auguro di essere stata chiara e vi ringrazio per riflessioni e consigli.
Salve

Buongiorno Valentina.

La tua lettera mi ha colpito per la sincerità e per il coraggio di esporre a tutti la tua situazione …

Dunque hai coraggio! E anche tanta voglia di riprendere una professione interrotta, da diversi anni ormai …

A me è successo un po’ la stessa cosa, tanti anni fa, e mi ci sono voluti quasi 30 anni per riprendere gli studi e specializzarmi in psicoterapia… a dirla tutta, pur facendo altri lavori, ho sempre continuato a interessarmi di salute mentale con letture, seminari, analisi personale e di gruppo … fino a che in un momento critico come il tuo ho chiesto aiuto ad uno psichiatra e da lì ho ripreso in mano la mia vita riuscendo a far diventare realtà quello che anch’io credevo ‘un sogno nel cassetto’.

Oh, le difficoltà, qualche ripensamento, ci sono sempre… Ma la cosa importante è affrontare le proprie paure e saper cogliere nella realtà quelle opportunità che ci aiutano a realizzare noi stessi, sia personalmente che professionalmente.

Se non ce la fai da sola rivolgiti ad un professionista che ti possa aiutare.

Con fiducia.

Un caro saluto

domande e risposte
AREA PROMO

Dott.ssaPamela Rigotti

Psicologo, Psicoterapeuta - Gorizia

  • Disturbi alimentari
  • Disturbi d'ansia
  • Terapia di coppia
  • Problematiche adolescenziali e sostegno a familiari di adolescenti
  • Trattamento dei traumi con tecnica E.M.D.R.
  • Depressione
visita sito web