Dott. Ezio Vittorio Rebattini

leggi (7)

Dott. Ezio Vittorio Rebattini

Medico Psicoterapeuta

informazioni di contatto

Via Felice Casati 42 - 20124 Milano (MI)

Tel: +3934... [VEDI TUTTO]

recensioni dei pazienti

Laura 25/01/2021 paziente verificato

Ho iniziato la terapia con il dottor Rebattini a seguito del manifestarsi di stati d'ansia legati ad un avanzamento di carriera e al conseguente aumento delle resposabilità e carico di lavoro. Il Dottore mi ha aiutato a razionalizzare i miei stati d'animo, facendomi comprendere l'origine del mio malessere e dandomi i giusti spunti per raggiungere una maggiore consapevolezza di me stessa. Oggi grazie al Suo aiuto che rimane costante sono più capace di guidare le mie scelte e gestire la meglio le priorità, lavorative e non.

DF 11/11/2020 paziente verificato

Sono in cura dal Dott. Rebattini causa disturbi di depressione e di ansia. Grazie al suo aiuto la mia situazione è molto migliorata applicando i principi della terapia cognitivo-comportamentale. Tra le sue qualità, apprezzo molto il fatto di lasciare il tempo necessario ad interiorizzare e a comprendere il cambiamento apportato dalle sedute senza mai forzare o fornire soluzioni sbrigative.

Risposta del Dott. Ezio Vittorio Rebattini

Caro D., la ringrazio non solo per la recensione, ma,  soprattutto per  le  considerazioni in merito al percorso. Non va dimenticato  inoltre che il suo impegno e la  costanza mostrata  hanno significativamente contribuito al cambiamento nel tempo. Grazie ancora. E.R. 

Claudio 10/11/2020 paziente verificato

Il Dott. Rebattini mi ha aiutato molto: mi ha messo a mio agio e mi ha accompagnato nella terapia spiegando in modo chiaro come avremmo fatto per affrontare e risolvere il mio problema. Nel percorso terapeutico il Dott. Rebattini ha abbracciato anche altri aspetti oltre a quelli per cui sono andato da lui e quindi mi ha permesso di considerare e affrontare anche altre situazioni critiche che erano fonte di malessere per me. Consiglio vivamente il Dottore a chi soffre un disagio, basta fare il primo passo e poi grazie all'aiuto di un grande professionista e l'impegno comune, i problemi possono essere risolti.

Risposta del Dott. Ezio Vittorio Rebattini

La ringrazio moltissimo per aver reso pubblica la sua esperienza inerente al suo percorso di psicoterapia.  Il merito è stato soprattutto suo e della sua costanza nell'affrontare le cose. Ancora in bocca al lupo per il  futuro. E.R.

presentazione

Dr. Ezio Vittorio Rebattini - Medico-Sessuologo Psicoterapeuta   specializzato in psicoterapia cognitivo/comportamentale presso Studi Cognitivi Milano con tesi sui costrutti ansiosi e ossessivi

Dr. Ezio Vittorio Rebattini - Medico-Sessuologo Psicoterapeuta   specializzato in psicoterapia cognitivo/comportamentale presso Studi Cognitivi Milano con tesi sui costrutti ansiosi e ossessivi

I colloqui di psicoterapia individuale o di coppia sono condotti sulla base dei principi  della Psicoterapia Razionale Emotiva di Albert Ellis.  ( REBT-Rational Emotive behavior therapy)

Socio fondatore dell’associazione Nutrimente Onlus per la prevenzione dei disturbi alimentari

leggi altro

Il mio approccio

Il colloquio

I colloqui di psicoterapia individuale o di coppia sono condotti sulla base della psicoterapia cognitivo comportamentale e, nello specifico  sui  principi  della Psicoterapia Razionale Emotiva di Albert Ellis.  ( REBT-Rational Emotive behavior therapy) e sono indirizzati  a tutti coloro che in linea generale

Il colloquio

I colloqui di psicoterapia individuale o di coppia sono condotti sulla base della psicoterapia cognitivo comportamentale e, nello specifico  sui  principi  della Psicoterapia Razionale Emotiva di Albert Ellis.  ( REBT-Rational Emotive behavior therapy) e sono indirizzati  a tutti coloro che in linea generale

  • percepiscono difficoltà a gestire l’ansia o altre emozioni, con la sensazione di sentirsi limitati riguardo gli obiettivi della propria vita
  • manifestano spesso umore deflesso, ansioso, altalenante o sentimenti contrapposti verso se stessi o le persone che frequentano o manifestano difficoltà emotive riguardo le attività che iniziano a svolgere e dubbi sui propri obiettivi personali
  • abitualmente utilizzano psicofarmaci e desiderano valutare la possibilità di limitarne o evitarne completamente l’assunzione
  • desiderano avere una diagnosi approfondita riguardo la propria sofferenza psicologica

Nello specifico la psicoterapia cognitivo comportamentale può risultare efficace nei confronti di coloro che:

 

 

Area dell’ansia e del panico

- sono accompagnati da costanti pensieri preoccupati all’idea che possano verificarsi eventi catastrofici in diverse aree della propria vita. (GAD o Disturbo d’ Ansia Generalizzata)

- provano ansia sociale o fobia sociale, cioè forte imbarazzo, vergogna o uno stato di preoccupazione in generale,  quando sono al cospetto di un’occasione sociale informale o formale, vivendola con grande stress o evitandola quando possibile per il timore di sentirsi inadeguati; possono anche provare nello specifico grande ansia all’idea di compiere determinate azioni in presenza degli altri come parlare, telefonare, mangiare,andare in bagno (Pauresis)  o manifestano timore di stare male in pubblico ad  es. di vomitare, svenire o di stare male in determinati luoghi chiusi o affollati ( agorafobia)

- manifestano ansia sociale prestazionale, una forma specifica di attivazione emotiva riferita prevalentemente ad alcuni momenti della propria sfera professionale. A seconda dell’età può essere relativa alla scuola o all’Università (es. interrogazioni), al proprio lavoro (un colloquio, una riunione) inerente alla propria passione artistica o sportiva amatoriale (un saggio) o agonistica (un incontro di calcio, una partita di volley, etc), o ansia da prestazione sessuale che abbraccia diversi momenti nella dimensione delle relazioni intime maschili e femminili.

- hanno vissuto in un passato remoto o prossimo attacchi d’ansia molto intensi, improvvisi, percepiti come una terribile esperienza personale, o successivamente diagnosticati da uno specialista come un probabile attacco di panico. Se nei mesi successivi o addirittura negli anni si è vissuto accompagnati da un costante clima di allerta è probabile che si sia manifestanto il DAP cioè il disturbo da attacco di panico inteso come forte preoccupazione al pensiero di poter stare male nuovamente in determinate circostanze nonchè di rivivere la drammatica esperienza. Spesso tale sofferenza si associa a “agorafobia” che porta ad evitare solitamente mezzi di trasporto (metro, aerei) o determinati ambienti (aree affollate o chiuse in genere) a meno che non abbiano determinate caratteristiche che rassicurino la persona.

 

Area Ansiosa- Ossessiva o  “ della colpa e della responsabilità ”

 

La psicoterapia è indicata a coloro che

- soffrono di “DOC”, disturbo ossessivo compulsivo. In pratica hanno pensieri preoccupati costanti e pervasivi, su fatti terribili che possono essere avvenuti o potranno accadere a causa dei loro agiti o delle loro sviste. Sono di fatto caratterizzati dal grande timore di essere responsabili e colpevoli di eventuali azioni dannose commesse o   di poterle causare sicuramente in futuro; il soggetto vive questi pensieri con grande agitazione all’idea che le sue azioni o il suo modo d’essere possa arrecare danno al prossimo. Vige altresì la convinzione che il fatto di rappresentarsi certi pensieri possa essere sinonimo che si è prossimi davvero a compiere o addirittura si è già compiuto l’irreparabile.

- a causa della costante presenza di questi pensieri “intrusivi” che infestano la mente, si sentono costretti a dover mettere in pratica costantemente azioni di controllo, cioè vere e propri agiti compulsivi o compulsioni allo scopo di verifica e conseguente rassicurazione

- sperimentano dunque alterazioni umorali frequenti caratterizzati da un mix emotivo con sentimenti di intensa ansia, timore di sentirsi colpevoli e responsabili. Altri stati d’animo tipici sono il senso di frustrazione, e la profonda tristezza fino alla disperazione che pervade la persona affetta da doc per sentirsi impotente e maledettamente dipendente da questi pensieri che persistono e hanno la priorità su tutto.

Ipocondria

  • l’ipocondria è la grande preoccupazione ansiosa di contrarre una brutta malattia e per la propria saluta in genere .

L’ipocondria è una sofferenza che ci porta a non avere mai pace perché si è costantemente in balia dei nostri sintomi fisici. Siano essi solamente minimi disturbi, siano essi fisiologici sono fonte di estremo allarme allorché si genera nella nostra mente la costante tendenza a sovrastimarli. Quando non sembrano mai sufficienti le rassicurazioni dei medici e dei parenti e ci si sente perennemente in ansia, è probabile che la nostra salute stia divenendo una vera ossessione e si stia sviluppando questa condizione psicologica che genera attraverso veri e propri meccanismi ossessivi, comportamenti finalizzati a richiedere costantemente rassicurazioni anche  sul web che non fanno altro che terrorizzarci e mettere in dubbio l’ultimo responso del medico consultato. L’ipocondria può portare ne casi più gravi alla depressione e all’isolamento sociale quando ci si convince di avere una grave malattia.

        

 

      Area depressiva

- stati di umore deflesso, stati depressivi endogeni o reattivi a eventi quali lutti, incidenti, problemi familiari

- umore “a terra”, bassa autostima, insicurezza, a causa di insuccessi personali con sensazioni di perdita e fallimento individuale

- sentimenti di rabbia o costante rimuginio pervasivo, sentimenti di invidia verso gli altri, sensazione di non sentirsi riconosciuti.

 

Area del sé e delle relazioni interpersonali/assertività

I colloqui possono essere utili per coloro che manifestano

- difficoltà relazionali, comunicazione labile, poco efficace o “anassertiva,”  sensazione di essere spesso in balia degli altri, con percezione di non essere ascoltati,  compresi, o riconosciuti sia dal proprio partner,  sia  da parenti,  colleghi o amici in genere.

- difficoltà relazionali caratterizzati da comunicazione aggressiva o tendenza con sentimenti di rabbia

- insicurezza,  si sentono “deboli” e percepiscono bassa autostima

- la tendenza a non prendere mai decisioni e stare in situazioni di “stallo. 

- la  necessità di  un confronto sulla propria crescita personale, sui propri obiettivi, su scelte, problem solving, etc

                                                                                                                  

Area dei disturbi alimentari

- manifestano un rapporto alterato con l’alimentazione e con il proprio corpo. Per il timore di ingrassare ingeriscono scarse quantità di cibo con rilevanti perdite di peso (Anoressia Nervosa) o possono abbuffare, introducendo importanti quantità di alimenti in poco tempo con la sensazione di perdere il controllo e rimediando alle calorie acquisite mettendo in atto condotte di eliminazione, per esempio il vomito o l’abuso di lassativi  (Bulimia Nervosa).

- manifestano l’abitudine ad alimentarsi costantemente nell’arco della giornata senza riuscire a fermarsi.   (BED)

- manifestano la tendenza ad alimentarsi soprattutto durante le ore notturne mentre la dieta risulta povera durante la giornata.

- tendono a selezionare sempre più gli alimenti percependo forte ansia all’idea che questi possano contenere sostanze pericolose per la propria salute (Ortoressia). E’ un’autentica ossessività per il mangiare sano. Non è presente timore di ingrassare ma più che altro grande desiderio di purezza.

-desiderano conoscere la tematica spinti dalla necessità in chiave di genitori di rapportarsi con figli che manifestano questa sofferenza

 

Area della Famiglia/genitorialità

La psicoterapia è indicata per coloro che

- in veste di genitori percepiscono la necessità di un confronto su tematiche inerenti la genitorialità, dunque la coppia dei genitori tra loro, verso i propri figli, le scelte, la loro crescita. Un analisi sui meccanismi familiari, gli obiettivi, e gli stili di comunicazione adottati.

-  necessitano un confronto sulla gestione del rapporto con figli o parenti che manifestano determinate sofferenze psicologiche come ad es.  soffrire di DAP disturbo da attacco di panico, di DOC , disturbo ossessivo compulsivo o disturbi del comportamento alimentare (es Anoressia nervosa) etc.

       

         Terapia della coppia (etero e omosex)

         E’ utile in presenza di

  • litigi, silenzi, sensazioni di scarso riconoscimento tra i partner, incomprensioni, presenza di figli la cui gestione e crescita anziché occasione di condivisione diviene ancor più una sfida tra genitori sul fatto di sentirsi sempre dalla parte della ragione aumentando così la distanza tra loro.  A volte nonostante diversi tentativi, non si riesce a trovare una soluzione, soprattutto quando vengono a mancare alcuni meccanismi di riconoscimento degli schemi dell’altro e le proprie idee appaiono così “incompatibili” da quelle del partner.
  • Problematiche di coppia che derivano da difficoltà della sfera sessuale e che rischiano di mettere in crisi anche un rapporto consolidato da tempo.

 

SEX Area

  • La psicoterapia cognitiva può risultare di grande aiuto per coloro che necessitano esplorare e risolvere la maggior parte delle problematiche sessuali maschili o femminili e che possono affliggere sia persone “single” o all’interno della coppia, sia essa stabile che neoformata omo o eterosessuale.

 

I principali disturbi maschili e femminili più frequenti della sex area

 

  • Insicurezza, bassa autostima, insicurezza incentrata soprattutto nella sex area
  • Calo del desiderio: analisi di tutti i fattori diretti (es. stanchezza verso il partner, preoccupazione di deluderlo, non sentirsi riconosciuti, umore depresso) o indiretti che lo provocano (es. preoccupazioni quotidiane, stress lavorativo, figli, etc.)
  • ansia da prestazione sessuale femminile: percezione di sentirsi notevolmente preoccupati prima e/o durante l’atto sessuale e timore di non soddisfare il partner
  • ansia da prestazione maschile: percezione di sentirsi notevolmente preoccupati all’idea di andare in bianco o non soddisfare la partner prima e/o durante l’atto sessuale (deficit erettile, perdita parziale di erezione, )
  • problemi relativi alla fase dell'orgasmo (eiaculazione precoce/ritardata)
  • matrimoni “bianchi”, convivenze spesso anche molto serene ma senza avere rapporti
  • problemi da dolore sessuale (vaginismo, dispareunia)
  • problematiche relative all’omosessualità maschile e femminile
  • abitudini a pratiche della sex area meno “convenzionali” come BDSM, sesso Kinky. Confronto aperto riguardo meccanismi, schemi o problematiche in questi ambiti.

 

Psicoeducazione sessuale: utile quando si desidera avere un confronto riguardo la sessualità, dal ciclo sessuale ai falsi miti, fino alle analisi dei propri meccanismi, delle  proprie convinzioni e di quelle verso il partner.

 

leggi altro

aree di competenza

  • Terapia per Disturbi d'Ansia
  • Trattamento per attacchi di panico
  • Disturbo ossessivo compulsivo
  • Problemi relazionali, interpersonali e di coppia
  • Disturbi sessuali
  • Fobia sociale e timidezza eccessiva
  • Ansia da prestazione e disfunzione erettile
  • Anoressia nervosa
  • Bulimia nervosa
  • Vaginismo
  • Depressione
  • Disagio o difficoltà relazionali sociali, di coppia o familiari

“Vivere è percepire quella nuova, strana sensazione di poter affrontare le cose, superando paure e pregiudizi”. (Ezio V. Rebattini)

Formazione professionale

Ho conseguito il Diploma di Maturità Classica e  la Laurea in Medicina e Chirurgia con la Tesi su I Fattori di rischio e Costrutti Cognitivi nei Disturbi Alimentaripresso l’Università Statale di Milano.

Ho conseguito il Diploma di Maturità Classica e  la Laurea in Medicina e Chirurgia con la Tesi su I Fattori di rischio e Costrutti Cognitivi nei Disturbi Alimentaripresso l’Università Statale di Milano.

Di seguito specializzato in Psicoterapia Cognitivo/Comportamentale,  completando la scuola di specializzazione Studi Cognitivi di Milano (Dir. S. Sassaroli) con una tesi di specialità inerente l’ansia sociale correlata ai costrutti ansiosi e ossessivi.

Dal 2005  svolgo parte della mia attività  di Psicoterapia individuale e di coppia  nel mio studio privato studio di psicologia e psicoterapia, cofondatore del centro Reba di Milano e, presso l’Ospedale San Paolo svolgo consulenza psicoterapeutica  per i disturbi del comportamento alimentare.

 

 

Principali  eventi  formativi post specialità

 “Corso di formazione sull’intervento di gruppo per i disturbi di personalità gravi secondo il modello Marsha Linehan”

Training biennale di Sessuologia per il trattamento delle  problematiche sessuali maschili e femminili di origine psicologica

Conseguimento  post specialità del diploma Primary REBT (Studi Cognitivi Milano/ Albert Ellis Institute New York)

Ho collaborato come autore di contrbuti a diversi libri tra i quali

 -“Assessment dei disturbi d’ansia”,A.Incerti Scarinci - Metodi e strumenti nella psicoterapia cognitiva, ed. Erickson (2008)

-Ansia sociale: clinica e trattamento”. M.Procacci, R. Popolo, N. Marsigli ed. R. Cortina (2011)

Presso lo studio di Milano dal 2005 svolgo  attività libero professionale di Psicoterapia individuale e di coppia.

Nel 2013 ho fondato con alcuni colleghi professionisti della salute a Milano l’Associazione Nutrimente Onlus - per la prevenzione, la conoscenza e la cura dei Disturbi Alimentari 

Nel 2014   ho fondato insieme al dr.G.Bassanelli  il centro REBA- (Rational Emotive Behavioural Analysis) - centro di psicoterapia cognitiva comportamentale di Milano dedicato, alla cura delle maggiori  sofferenze psicologiche a spettro ansioso e ossessivo.

leggi altro

ultime domande e risposte

Sono stanca di storie facili e leggere fatte solo di sesso

Sono una ragazza di 27 anni in passato ho sofferto di ossessioni pure a sfondo sessuale pornografico..tutto questo mi ha portato ad avere forti crisi d'ansia magone perenne angoscia e infine... [ ... ]

12 risposte

leggi

Provo dolore e non ho mai avuto un'orgasmo

Sono una ragazza di 21 anni. Ho letto i vostri articoli e ho capito che il vaginismo è una patologia comune. Il mio problema è che durante il rapporto sessuale non riesco a provare piacere perchè... [ ... ]

16 risposte

leggi

Attacchi di panico alla guida

Buongiorno, mio marito che ha 40 anni è già due volte che tornando dalla Liguria sull'autostrada del sole, dopo circa mezz'ora che guida, gli vengono delle vampate di calore, le gambe diventano... [ ... ]

17 risposte

leggi

Fortissima angoscia e paura di farsi male

Buongiorno. Sono una ragazza di 27 anni. Al termine di un periodo lavorativo intenso ma con esiti positivi (dai quali tuttavia non ho tratto particolare soddisfazione) ho avuto un crollo... [ ... ]

13 risposte

leggi
[tutte le domande]
Iscrizione Albo Provinciale dei Medici Chirurghi di Milano n. 38329

Hai avuto un appuntamento con il Dott. Ezio Vittorio Rebattini?

Scrivi una recensione e parlaci della tua esperienza!

lascia una recensione

Il Dott. Ezio Vittorio Rebattini non ha ancora attivato il calendario per prenotare appuntamenti online.

chiedi di attivare le prenotazioni online