Il mio ex minaccia il suicidio

Sara

Buonasera io ed il mio ragazzo ci siamo lasciati dopo 10 anni di relazione iniziati in 1 superiore. Ho scoperto che lui si era invaghito di un'altra ed al suo ammetterlo l'ho lasciato e lui ha iniziato la sua storia con lei. Dopo 2 mesi lei è tornata dal suo ragazzo e lui ha ricominciato a scrivere a me dicendo di aver capito di aver sbagliato e che vuole solo me. Ci siamo rivisti per parlare e ci siamo baciati ma io ho sempre detto di non riuscire a ricominciare la relazione. È da un po' che ora mi parla di suicidio e mi dice che senza me la sua vita non ha senso. Mi dice di sapere già come fare.
Ovviamente quando mi scrive così io rispondo ai messaggi e cerco di fargli cambiare idea.
Non capisco se è solo un modo per farmi male e tenermi attaccata a lui, dato che ho già vissuto una situazione di tentato suicidio di un mio amico.
Cosa fare?

4 risposte degli esperti per questa domanda

Buongiorno, le suggerirei di riflettere sul concetto che nessuna relazione dovrebbe essere legata da pensieri di assolutismo o idee suicudarie addirittura. Aggiungerei anche che il 'ricatto' morale in cui quest 'uomo la pone sembra essere funzionale a mantenere in vita questa dinamica del tipo tutto o nulla ( o con me o la faccio finita). Come mai dunque lei si trova all'interno di questa dinamica, quanto la fa star bene? Dott.ssa Fabiana Capobianco 

Salve Sara, 

La cosa che puoi fare è avvisare i genitori e non prenderti tu la responsabilità delle sue parole e azioni. 

Non si può sapere se uno realmente si toglierà la vita oppure no ma, visto che il tuo ex lo dice a te, tu dovresti avvisare le persone a lui vicine tale da alzare la soglia di attenzione nei suoi confronti.

Se hai deciso di andare avanti senza di lui non può diseredati la minaccia al suicidio a non farlo

Prova a vederlo e capire meglio i suoi e i tuoi sentimenti, prava a frequentarlo e cercare di capire perché ti sta comunicando questa sua intenzione. Probabilmente vuole attrarre la tua attenzione, ma non puoi saperlo se non gli parli, e non lo vedi. Questo può aiutarti a capire, inoltre di solito chi sta realmente male non minaccia, ma purtroppo agisce il suicidio. Ma comunque va evitato qualsiasi rischio.

Salve Sara, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL