Psicoterapia

La comunicazione nella coppia

27 Marzo 2020

contattami

Condividi su:

Cosa succede nei rapporti di coppia? Tante coppie soffrono di eccessiva vicinanza o eccessiva lontanza.

La coppia è un incontro di differenze, perciò le crisi sono inevitabili. Nella coppia si incontrano e si scontrano due individualità diverse, due storie familiari e formative differenti. Solo accogliendo la differenza si superano le crisi, facendo di questa il terreno fertile della reciprocità. E’ riconoscendo giorno dopo giorno maggiormente l’altro, nei termini del suo valore e provando tenerezza nei confronti dei suoi limiti che si prosegue nel cammino insieme.

Alcuni conflitti che nascono in seno alla coppia si possono discutere e risolvere con calma, più insidiosi sono quelli relativi a problemi più profondi di potere e autostima, che turbano la maggior parte delle coppie.

La maggior parte dei rapporti infatti, si disintegra per le lotte di potere che si sviluppano quando la relazione diviene più intima.

Il potere spesso inquina le relazioni intime tra adulti, minando quella fiducia che è essenziale per far fiorire l’amore. Il potere infatti crea disuguaglianza, mentre l’amore si basa su un riconoscimento di uguaglianza. Il rispetto è essenziale in qualsiasi relazione sentimentale tra adulti maturi. Quando manca il rispetto per se stessi, il sentimento d’amore ha una caratteristica infantile, che esprime più il bisogno d’aiuto e protezione che un buono scambio sul piano sentimentale.

Una donna ad esempio può accorgersi che il marito la sfrutta, ignora i suoi sentimenti o la umilia. Un uomo può sentirsi oppresso dalla dipendenza della moglie, mortificato dalle sue osservazioni critiche o scoraggiato dalla sua mancanza di desiderio sessuale. Risentimenti come questi conducono all’ostilità quando non espressi. L’espressione di sentimenti negativi genera la collera ed i coniugi spesso hanno paura di esprimerla perché turba la quiete della coppia. Dire i propri ‘no’ all’altro, in modo diretto e franco invece, è segno di fiducia nell’interlocutore. Senza convinzione che l’altro accetti e comprenda questi sentimenti è impossibile comunicare francamente. Non si tratta di imporre il proprio comportamento bensì di esternare i propri sentimenti. Ascoltiamo le parole ma troppo spesso le prendiamo come un attacco personale, non come l’espressione dell’emozione di un'altra persona.

Diventare consapevoli di alcune modalità comunicative significa avere la possibilità di cambiarle o di accettarle in modo da arrivare ad uno scambio veramente intimo e autentico. Inoltre il propio spazio e quello dell'altro è un concetto emotivo oltre che fisico ed è necessario conoscere se stessi, i propri bisogni e proteggerli per poter accogliere l'altro nei propri spazi.

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Domande e risposte

Setting terapeutico

Buongiorno sono una persona che è alle prese con una relazione terapeutica dove il setting ...

3 risposte
Terapia/Cattivo Paziente

Buonasera, vi scrivo per avere un confronto professionale sulla terapia e relazione terapeutica...

3 risposte
Fiducia e Relazione terapeutica

Buongiorno, Il tema che portò in evidenza è “La relazione terapeutica”...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.