Problemi di coppia

3 semplici consigli per rinvigorire una relazione stanca e scontata.

contattami

Condividi su:

L’esperienza che coinvolge due persone che decidono di intraprendere una relazione si basa su molteplici fattori, molti dei quali si vanno definendo nel corso del tempo. Ognuno di noi è chiamato ad un percorso di “equilibratura” rispetto alle aspettative proprie e a quelle del partner. Soltanto quando si riesce a raggiungere il giusto compromesso una coppia può definirsi tale.
La crescita personale attraverso la relazione con il proprio partner è l’elemento fondamentale per trovare soddisfazione all’interno del complesso mondo della vita di coppia. Se in una coppia non c’è crescita personale non c’è gratificazione o senso di completezza, questa mancanza spesso si traduce in una sensazione di rapporto logoro, scontato, senza scintille vitali o senza più complicità.

   Ecco 3 modi semplici e pratici per iniettare un sentimento positivo nel vostro rapporto, se esso è diventato stantio col tempo.

1. Adoperarsi per costituire un progetto insieme.

   Lavorare insieme su un progetto moderatamente impegnativo può aiutare i partner a sentirsi più vicini. Scegliete qualcosa di pratico da fare, ad esempio organizzatevi per ridipingere le pareti del soggiorno o per costruire la nuova cuccia del cane. Potete provare a fare qualunque cosa che coinvolga entrambi. La fantasia di certo non vi mancherà, dentro casa c’è sempre qualcosa da rinnovare. Farlo insieme aumenta il senso di fiducia nell’altro, la complicità, il senso di appartenenza ad uno stesso luogo condiviso. Che aspettate? Provate. A patto che il compito da fare insieme non diventi motivo di scontro e critica sulle competenze dell’altro (evitate la classica zappa sui piedi)!

 2. Fai qualcosa per il tuo partner (che di solito non fai).

   Sappiamo tutti quanto è bello sentirsi oggetto di attenzione da parte di chi ci sta vicino. Pensate a quali comportamenti estremamente semplici potrebbero far sentire il proprio partner amato e “considerato”. La regola è quella di mirare a qualcosa che sorprenderà l’altro. Questo comportamento, se fatto con la giusta convinzione ha un pregio inaspettato: gratifica voi stessi più di quanto potreste pensare perché, fare qualcosa per gli altri, fa sentire bene.
Non sapete da dove cominciare? Ok, ecco qualche esempio che di certo vi sembrerà banale e scontato ma, pensateci, proprio perché li ritenete troppo semplici li avete accantonati da tempo:

Se il vostro partner ama un piatto che viene cucinato raramente, adoperatevi oggi stesso!
Fate il pieno di benzina della sua macchina  in modo che lei/lui non debba farlo.
Se il proprio partner ama fare il bagno la sera, che aspettate a preparare l’atmosfera in anticipo facendogli una sorpresa?!
Preparate una tazza di The o caffè quando non richiesta e porgetegliela senza troppe parole (questa è facile dai!).
Comprate la birra preferita o il gelato o lo yogurt che il partner ama e lasciatelo in frigo senza dir nulla...sorprendeteli!
Se il vostro partner ha una lista di cose da fare e voi lo sapete, depennate una delle attività poste sulla lista facendole al posto suo.
   Vi ho dato qualche buona idea?  Bene, va fatta però una precisazione: se attualmente state sperimentando una tensione elevata e una negatività nella vostra relazione, potrebbe essere saggio chiedere al partner in anticipo se desidera che si faccia tutto ciò che avete pianificato. Magari otterrete un rifiuto però statene certi, essi saranno comunque sorpresi che voi lo abbiate chiesto.

Nota bene: questi suggerimenti non si applicano se al momento occupate il ruolo dello “zerbino” nella vostra relazione con il partner!

3. Pensate a ciò che avete in comune e che oramai date per scontato.

   Ciò che spesso mette in crisi la relazione tra due persone che vivono insieme da troppo tempo è quello di disconfermare (non vedendole più) le qualità positive dell’altro e che in passato hanno reso quella persona interessante e piacevole ai vostri occhi. Ah quanti danni fa l’abitudine!!
Il consiglio è quello di rivalutare in maniera positiva quello che vi piace fare assieme e che vi accomuna.
Per esempio:

Entrambi amate essere relativamente minimalisti e non avere una casa piena di cianfrusaglie e in disordine.
Ad entrambi piacciono gli stessi tipi di destinazioni di vacanza o abitudini durante un viaggio.
Entrambi pensate che sia importante avere contatti regolari con la propria famiglia d’origine.
Entrambi siete attenti all’ambiente e vi adoperate per  il riciclaggio della spazzatura.
Entrambi non amate fare scenate quando si litiga.
Tutti e due amate le stesse serie TV o la stessa squadra di calcio.
   Gli esempi sono infiniti. Il senso di questo passaggio è in realtà un altro, ovvero spingervi alla riflessione che porterebbe a chiedervi: “Se io fossi in una relazione con una persona diversa, quali potrebbero essere le aree di tensione che non sono aree di conflitto con il mio partner attuale?”. Ovvero: vale davvero la pena rischiare di perdere quello che ci siamo abituati a condividere con il nostro partner e rischiare di dover ricominciare daccapo con un’altra persona completamente diversa?

Conclusioni

   Quello che provo a suggerirvi in questo articolo è che il sentimento positivo generale in relazione alla percezione che si ha del proprio partner è ciò che aiuta le persone a sopportare meglio gli alti e bassi nella coppia. Sentirsi globalmente positivi in ​​senso generale ci aiuta a motivarci a esplorare le zone di tensione con uno spirito di fiducia, gentilezza e cooperazione verso l’altro. Va sempre ricordato che a volte cambiamenti molto semplici nei tuoi pensieri e comportamenti possono cambiare la traiettoria della tua relazione.

 

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Domande e risposte

Paura dell'abbandono?

Buonasera a tutti. Da circa un anno e mezzo sono fidanzata con un ragazzo bravissimo, il primo con ...

2 risposte
Abbandono maritale

Salve, mio marito dopo 14 anni insieme e 10 di matrimonio ha abbandonato me e mio figlio e piu o ...

11 risposte
Terapia di coppia o individuale?

Non sono in grado di valutare se io abbia bisogno di uno psicologo o di uno psicoterapeuta e quale ...

9 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.