Problemi di coppia

La relazione con un partner narcisista

20 Maggio 2019

contattami

Condividi su:

I tratti stabili di personalità, o caratteristiche di personalità, spiegano il modo tipico di ognuno di costruire se stesso, comprendere le proprie esperienze e relazionarsi con gli altri e col mondo. Tutti siamo a volte dipendenti, sospettosi, impulsivi, narcisti. Ciò è comune ed è sano. Le cose cambiano quando un tratto di personalità diventa rigido, persistente e pervasivo, diventando una modalità distorta e costante di interpretare se stessi e le proprie relazioni col mondo.

Potremmo definirlo paradosso, poiché vi è una grande differenza che appare come una grande contraddizione fra come si percepisce un narcisista e come appare al proprio partner.

Come appare al partner una persona narcisista?
Il narcisista appare come un individuo carismatico, assertivo, sicura di sé che, carico di complimenti e elogi, che raggiunge spesso fama e riconoscimenti collettivi. E' fortemente determinato, padrone di sé e capace di una leadership trascinante. Viene spesso percepito duro verso gli altri e anche verso se stesso, e questa durezza può far sentire il partner in balia della sua forza e della sua onnipotenza.

Come, invece, si percepisce una persona narcisista?
Paradossalmente, il narcisista ha una percezione di sè molto differente. Si sente vulnerabile, ipersensibile alle critiche e preoccupato del rifiuto. Prova spesso vergogna e imbarazzo. E' diffidente, in quanto sente un’enorme distanza tra sé e gli altri, che vengono visti o come completamente buoni o come deboli o come completamente cattivi, da attaccare o da cui allontanarsi o fuggire. 

Appare chiaro che la persona narcisista nasconde un'enorme vulnerabilità dietro la facciata grandiosa, un senso di solitudine profonda dietro l’auto-esaltazione e un'estrema inquietudine dietro l'apparente manifestazione di sicurezza di sè.

Detto questo, come si caratterizza la relazione di coppia con una persona narcisista?
Indubbiamente da una profonda instabilità e da drastici mutamenti, in cui il rapporto può essere vissuto come nutriente in alcuni momenti e come fortemente disfunzionale in altri. La coppia con queste caratteristiche appare vincolata a un'altalena di fasi: di idealizzazione, di svalutazione e infine di separazione, vivendo la fatica di sperimentare insieme esperienze più piene, produttive e soddisfacenti per entrambi.

Chi resiste a questi stati contrastanti? 
Generalmente regge alle altalente di illusioni e disillusioni il partner con caratteristiche di personalità dipendenti. Esso si caratterizza per l'estrema determinazione e tenacia a restare in coppia, poichè è incline al soddisfacimento del suo estremo bisogno di attaccamento. Piuttosto di restare solo, il partner dipendente si adegua anche alla relazione faticosa proposta dal narcisista.

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Domande e risposte

Cosa fare per stare bene

Buonasera sono un uomo di 49 anni sposato da 24 anni vi scrivo per capire. Ho profondamente deluso ...

1 risposta
Cosa devo fare se mio marito non vuole più avere rapporti?

Salve, sono sposata da 18 anni ho sempre capito che mio marito aveva qualcosa che non andava in ...

2 risposte
Marito ipercritico

Buongiorno, Sono una donna di 39 anni, sposata da 12 anni. Mio marito mi critica in continuo per ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.