Perchè la terapia di coppia

Perchè decidere di fare una terapia di coppia?

La terapia di coppia può rappresentare un'opportunità di rivalutare le modalità relazionali e comunicative che naturalmente vengono messe alla prova dagli eventi della vita siano essi "normali" o caratterizzati da difficoltà.

Non sempre è facile ricordarsi quali sono le ragioni che ci hanno fatto unire al partner o trovare nuovamente un senso dello stare insieme, man mano che ognuno di noi cambia, i figli crescono, si rischia di dimenticarsi o darsi per scontati, o in alcuni casi di farsi la guerra. Talvolta ci si scontra, talvolta ci si ignora. Le parole dette o non dette fluiscono a volte fuori dal nostro controllo consapevole e possono verificarsi crisi o eventi shock a fronte dei quali è inevitabile porsi delle domande. La terapia di coppia può quindi innescare un processo di cambiamento e di trasformazione, sia a livello di relazione che individuale, attraverso una presa di coscienza dei meccanismi comunicativi errati, del confronto fra le differenze fra il vissuto dei partner ed attraverso un confronto con i terapeuti che possono svolgere una funzione di specchio. 

E' dunque necessario individuare criticità e risorse della coppia e dei singoli al suo interno, affrontare le prime e valorizzare le seconde al fine di ridefinire un legame. 

Dopo alcuni anni in cui ho svolto terapia di coppia da sola, ho deciso insieme a due colleghi di applicare lo strumento della co-terapia nel setting di coppia e familiare, un setting dove un involontario sbilanciamento, un'involontaria alleanza, nonchè un'unica visione della storia che si tratta, rischiano di allungare e appesantire il processo di guarigione. 

La possibilità di integrare visioni differenti di due professionisti, rappresenta una garanzia sia per le persone che per i terapeuti stessi, allo scopo di fornire strumenti e consapevolezze che possono e devono essere portati fuori dalla stanza di terapia e fatti propri. Così come nella vita di coppia si è in due a portare soluzioni e idee, così nel setting terapeutico due terapeuti forniscono un aiuto maggiore, integrato e diversificato. 

Riuscire ad ammetter di aver bisogno di aiuto è il passaggio più difficile per la coppia, il timore si cela spesso dietro alla narrazione di non esser fatti per le terapie e per gli psicologi, di sentirsi a disagio nel contesto di terapia, ma superato il primo gradino di difficoltà, che è quello di ammettere di aver bisogno di una mano, la terapia di coppia rappresenta la possibilità di tornare a guardarsi ascoltarsi e capirsi, e riprendere un cammino di nuovo per mano.

Tuttavia non sempre l'esito della terapia di coppia risulta essere "e vissero per sempre felici e contenti" e nella pratica professionale capita di accompagnare le coppie ad una presa di consapevolezza di un percorso che volge al termine, poterlo fare in uno stato di maggiore consapevolezza ed autoanalisi è comunque un'opportunità che deve essere data. 

commenta questa pubblicazione

Sii il primo a commentare questo articolo...

Clicca qui per inserire un commento