Problemi di coppia

Elenoir

Ho bisogno di un aiuto grande non so più come fare e cosa fare con il mio ragazzo sto impazzendo prima dice che mia ama di meno poi addirittura dice che non si sente di dirmi ti amo e che forse non lo dirà mai più ma per lui è importante dimostrarlo, stiamo avendo problemi da un po’ di tempo ma lui dice che sistemeremo sempre tutto il problema è proprio questo che lo sento distaccato le ho provate tutte ne ho parlato ma a volte devia perché dice di essere confuso spento per via della costruzione della casa che sta progettando per noi ma stiamo insieme da un anno e mezzo e lui mi ha subito voluto nella sua convivenza ma come devo comportarmi io in tutto questo mi sento di impazzire perché 5 minuti sei in paradiso abbracci baci ecc e poi ti dice cose allucinanti è super bipolare tra l’altro prima mi dava affetto come un padre ora che l’ho fatto notare si è un pochino distaccato e raffreddato non riesce ad entrare più nella figura fidanzato. A livello sessuale non stiamo proprio in una bellissima situazione. Non mi desidera più come prima. Lui dice che tutto si sistema ma me lo dice da tanto tempo. Sono davvero esausta. Aspetterò un po di giorni ma dopo di che devo prendere una decisione anche se lo amo ho 27 anni e lui 34 ma non si può andare avanti così. Aiutatemi vi prego

3 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Elenoir

si percepisce subito la confusione che questa situazione ti genera ma anche la stanchezza e la rabbia del non sentirsi amata e desiderata come prima. La tua richiesta di aiuto è forte e profonda. 

Sarebbe opportuno ripercorrere insieme la vostra storia e comprendere quando e come sono iniziate le vostre difficoltà. Capire anche se e come la costruzione della casa e la futura convivenza possano emotivamente pesare sul tuo fidanzato. E di cosa avete bisogno per potervi ritrovare. 

Comprendo la tua necessità di dover prendere una decisione rispetto al proseguimento della vostra storia e la difficoltà che questo comporta. 

Resto a disposizione per un colloquio online. 

Dott.ssa Silvia Menichini

 

Gentile Elenoir

Mi spiace leggere così tanta pesantezza e frustrazione da parte sua.
lei si osserva che sta provando e riprovando ma c'è qualcosa che sembrerebbe bloccarvi. Forse maggiormente il suo compagno sembrerebbe confuso e impaurito.

Non so ovviamente se ci sia amore, da come scrive sembrerebbe di sì ma come detto forse ci sono emozioni di paura da parte del suo compagno

Si potrebbe valutare un maggior dialogo aperto tra di voi. Ha già provato a spiegare a livello emotivo come sta? Cosa prova? Cosa vorrebbe dal vostro futuro? Cosa si meriterebbe ?

Le consiglio di valutare o un supporto psicologico per lei per essere aiutata e ascoltata in questo momento duro e faticoso oppure anche una psicoterapia per il suo compagno o una terapia di coppia.


https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/

https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-di-coppia-torino/

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere alle domande poste

Cordialmente

dott.ssa Federica Ciocca 

Psicologa e psicoterapeuta 

Ricevo a Torino, in provincia e online 

Salve Eleonir, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio e la confusione che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che voi possiate instaurare un dialogo schietto e sincero ma calmo e senza giudizio attraverso il quale scambiare pareri e vissuti emotivi in merito alla situazione descritta al fine di trovare soluzioni che possano soddisfare le esigenze di entrambi.

Credo molto utile che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.

Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL