Problemi di coppia

Separarsi o tentare di ricostruire il rapporto ?

Alberto

Condividi su:

Buonasera, mi chiamo Alberto ho 40 anni e da 9 sono sposato con mia moglie, abbiamo un bambino di 7 anni e una di 5.
Ormai sono mesi che non abbiamo un rapporto e ci siamo allontanati sempre di più.

Io ho conosciuto una donna (in crisi anche lei con il marito) e ci siamo innamorati, ora abbiamo deciso di non vederci più per fare chiarezza sui nostri rapporti.
Da quando ci siamo lasciati non faccio altro che pensare a come venire a capo di questa situazione. Sono veramente molto confuso sul da farsi. Il mio cuore mi dice di lasciare mia moglie e iniziare una nuova vita…la mia mente però mi dice che bisognerebbe fare un ultimo tentativo per cercare di far funzionare il nostro matrimonio.

La realtà è che sono stanco…non so quanta forza ho di rimettere insieme i cocci, anche perché so che spetterebbe fare a me tutti i passi visto che mia moglie continua la vita come se niente fosse. E poi soprattutto temo che magari le cose possano andare bene per un periodo, ma torneranno come adesso.

La domanda che mi dovrei porre forse è: perché voglio salvare il mio matrimonio??? Perché nutro ancora amore verso mia moglie o perché non voglio sfasciare la famiglia ?
Può andare avanti il nostro rapporto se non basato sull’amore, ma solamente sull’affetto che nutro per lei?
Può il mio amore verso mia moglie rinascere? Se cambiasse totalmente probabilmente si…ma è lei in grado di cambiare?

4 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Caro Alberto, da diversi mesi si interroga sul suo rapporto di coppia e pare oscillare tra delusione e perdita della speranza in un cambiamento, e una piccola spinta interna a rimettere in gioco le sue forze per salvare il suo matrimonio. Dice che sua moglie continua la sua vita come se nulla fosse, e mi chiedo se avete avuto dei momenti di dialogo aperto e sincero. Spesso si evita il confronto, o si fa fatica a parlarsi mettendo in campo i propri sentimenti e le proprie fragilitâ, prendendo la strada piú facile del litigio o dell'accusa....in una relazione le responsabilitâ sono sempre condivise e, che poi si decida di interromperla o di portarla avanti, ě nel dialogo a due che si puó fare luce sui propri bisogni e necessitâ. Una terapia di coppia potrebbe essere una strada per "incontrare" sua moglie, guardarvi negli occhi e decidere pian piano insieme cosa fare del vostro rapporto. 


Auguri!

Buon giorno Alberto,


Direi che la cosa più importante che Lei fa è porsi molte domande che in parte contengono anche la risposta.


Prima di tutto si chieda se quello che vuole è veramente salvare il vs. matrimonio se è così. non pensi di voler cambiare sua moglie, ;


non possiamo cambiare gli altri, possiamo però cambiare noi stessi e poi di conseguenza l'altro se ci sta vicino ed è coinvolto cambia


di conseguenza. Credo che vale la pena prima di mandare tutto a monte di cercare aiuto e fare un percorso di coppia che Vi aiuti.


Deve però almeno comunicare a sua moglie che Lei sta vivendo un momento di disagio e ripartire da lì. Se c'è ancora stima e rispetto tra di Voi sarà un percorso di crescita, diversamente il problema può riproporsi.


Cordiali saluti

Gentile Alberto,


solo lei può dare una risposta ad alcune delle domande che si pone. Cuore e mente nel suo caso (sentire e pensare) sono in contrasto; uno la spingerebbe verso nuovi orizzonti e l’altra viceversa a investire per recuperare il suo matrimonio. E giustamente lei si chiede cosa fare, preso dalla difficoltà di dover decidere.


Deve capire se la motivazione a salvare il suo matrimonio è forte abbastanza per investire energia su esso e lasciare andare il desiderio di una nuova vita. Sarebbe utile sapere quando lei e sua moglie vi siete allontanati; la sua relazione extraconiugale è iniziata prima o dopo quel periodo? Chi ha deciso di interrompere questa relazione extraconiugale?


Si sente stanco e demotivato a investire energie nel compito di recupero di una relazione che sente dover assumersi in prima persona, ma nella coppia si è sempre in due. In tutto questo, cosa ne pensa sua moglie posta ad esempio davanti all’ipotesi della fine del vostro matrimonio? Sua moglie è a conoscenza delle sue fatiche?  


Le suggerisco di rivolgersi a uno specialista che la supporti in primis a chiarirsi su alcune delle sue domande e la indirizzi successivamente al percorso più idoneo per lei/per voi. Non si senta solo.

Caro Alberto,


credo che il tuo cuore abbia già risposto per te. Sei stanco e le persone non si cambiano. Quindi tua moglie non cambierà. Quando ci sono di mezzo i figli le cose si complicano ma ti assicuro che loro funzionano come delle spugne, e assorbono la mancanza di amore dentro le mura di casa, e spesso i danni che si provocano in una situazione in cui tutto tace sono peggiori di quando le cose sono palesi. La risposta su come agire la troverai dentro di te, ascoltandoti e parlandone con tua moglie, parlandole del fatto che stai vivendo una crisi interiore di cui forse varrebbe la pena renderla partecipe. Inizia da qui, a manifestare quello che stai vivendo, poi da cosa nascerà cosa e troverai il modo di superare gli ostacoli, qualsiasi strada prenderai.


In bocca al lupo!

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Sono stato tradito dall'amore della mia vita!

Tre settimane fa è crollato un sogno. Sono sposato da più di dieci anni dopo tre anni ...

6 risposte
Come fermare la mia aggressività nel confronti del mio ragazzo?

Salve, sono Chiara e sto con il mio ragazzo da un anno e 5 mesi. Il nostro rapporto è formato da ...

5 risposte
Mio marito non vuole il secondo figlio

Buonasera. Ho 39 anni e una bimba di 5. Sono molto in crisi, perché desidero un secondo ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.