Problemi di coppia

Sono stato tradito dall'amore della mia vita!

Umberto

Condividi su:

Tre settimane fa è crollato un sogno.

Sono sposato da più di dieci anni dopo tre anni di fidanzamento ed ho scoperto che mia moglie mi ha tradito con un suo collega, durante un turno di notte. L'ho scoperto partendo da un piccolo sospetto che si è poi purtroppo rivelato fondato, dopo aver letto ciò che aveva scritto al tizio con dei messaggi a dir poco sconcertanti in quanto ricchissimi di richieste particolari (che tra l'altro faceva anche con me). Non riesco sinceramente a capire il perchè abbia potuto farlo. Sto leggendo tanti altri casi in giro per il web cercando una risposta valida, ma nessuno rispecchia il mio perchè vedo che altre coppie alla base del tradimento presentavano delle problematiche seppur piccole mentre invece noi eravamo una famiglia felice come se ne vedono poche in giro.

Credo di potermi reputare un uomo che ha sempre assicurato tutto alla propria famiglia. Ero un marito sempre presente, un amico, una spalla, un punto di forza, un amante che l'ha sempre desiderata ardentemente e nei momenti di difficoltà (anche di salute) l'ho sempre assistita amorevolmente. Specifico che quanto sopra non l'ho scrivo né per vantarmi né per rinfacciare, ma assicuro che l'ho fatto sempre e solo perchè lo sentivo dentro di me, in quanto era il mio AMORE a guidarmi.

Non passava giorno in cui non ci dicevamo quanto ci amavamo, quanto eravamo stati fortunati e quanto desiderassimo invecchiare insieme... pensate che stavamo cercando di avere il secondo figlio (7 mesi fa abbiamo anche affrontato un aborto, soffrendo e affrontando tutto insieme e cercando ancora). Poi all'improvviso quest'evento orribile!!! Adesso io mi sento annientato ed anche lei non riesce a darsi pace e non si spiega come abbia potuto fare a me... a NOI.. una cosa del genere! Anche lei dice di essersi sempre sentita amata, protetta e desiderata e proprio non riesce a darmi una spiegazione, ha anche preso un appuntamento con una psicologa, perchè non riesce a smettere di piangere neanche al lavoro. Inutile dire che sono completamente affranto e che mai e poi mai avrei pensato di dovermi trovare in questa situazione. Giuro che avrei voluto andare via da casa, ma sono anche padre e non farei mai qualcosa per fare soffrire il mio piccino di soli 6 anni... non posso infliggergli questo trauma... lui dice sempre che ama Mamma e Papà e che tutti e tre siamo felici. Lo amo così tanto che non potrei mai neanche dirgli cosa ha fatto a me e a lui la nostra adorata moglie/mamma.

Adesso vivo costantemente con un dolore immenso che mi sta schiacciando, ma porto questo fardello quanto meno per il mio cucciolo che è innocente e merita di essere solo felice. Scusate se sono stato troppo prolisso, ma spero almeno in un po' di conforto perchè mi sento solo ad affrontare i miei demoni. Grazie.

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve


se ama sua moglie per come dice di amare, credo che debba darle il tempo di capire, attraverso il lavoro che ha iniziato con lo psicologo, i motivi che l’hanno spinta ad agire il tradimento.... e augurarsi che torni a lei interamente. Nel frattempo consiglio anche a lei di farsi supportare..... chissà potrebbe anche lei arricchirsi in termini di consapevolezza di aspetti di se sconosciuti!

Caro Umberto,


capisco la tua sofferenza! Tuttavia cerco di aiutarti a vedere la crisi che state attraversando come una risorsa anzichè come la fine di tutto. Dalle tue parole non traspare alcun tipo di realtà problematica o negativa nella vostra famiglia, dove tutto sembra tanto perfetto, tanto idealizzato, da essere quasi surreale. Con questo non voglio sminuire quello in cui credevi e credi, ma piuttosto farti capire che la vita è un continuo mutamento, quindi arrivano le crisi per darci la possibilità di cambiare quando non riusciamo a farlo in modo spontaneo. La crisi arriva quando vogliamo necessariamente ignorare le emozioni negative, quando non badiamo ai dettagli, quando diamo tutto per scontato, quando semplicemente, anche se le cose vanno bene, abbiamo bisogno di riassestare i nostri rapporti con nuove energie. Questa crisi sarà un'occasione per te e per tua moglie per guardarvi dentro, per fare spazio anche ad un dialogo diverso, più profondo, che vi aiuti a cogliere gli aspetti non detti del vostro legame. Se entrambi sarete capaci di cogliere il senso di quanto accaduto il vostro legame si rafforzerà e diventerà ancora più autentico di prima. Ti consiglio di prendere questo periodo come un'occasione per lavorare su di te, per ascoltare i tuoi bisogni, chiedere amore e confrontarti con la tua capacità di perdonare. Se le cose tra voi non si aggiusteranno vorrà dire che sarà giusto così, e sono sicura che riuscirai a ritrovare in ogni caso un tuo equilibrio. Se avessi bisogno di aiuto rivolgiti ad uno psicologo anche tu, ti faccio un fortissimo in bocca al lupo!

Caro Umberto,


dalle sue parole emerge l'enorme sofferenza che sta vivendo per questa situazione: improvvisamente i progetti di coppia/famiglia sembrano svanire, tutti i gesti di affetto e la vicinanza che ha avuto verso sua moglie appaiono svuotati di senso. Il dolore di questa situazione sembra colpire non solo lei, ma anche sua moglie. Consiglierei una terapia di coppia dove, in un primo momento, esprimere ed elaborare le emozioni che state vivendo in questo momento e, secondariamente, poter fare "un punto della situazione" della vostra coppia/famiglia per poter decidere, poi, come procedere in futuro.


 

Leggere questa lettera è struggente, caro Umberto, ciò che ti ha guidato nella vita è l'amore... anzi ciò che vi ha guidato. Questo momento di sgomento e di dolore è naturale e fisiologico ... ma se tutti questi anni sono stati di felicità e di impegno uno nei confronti dell'altro ... forse questo momento in cui siete caduti ... è caduta .... questo momento che ha portato la tua amata moglie al tradimento va compreso ... forse in questo momento più di qualsiasi altro momento della vostra vita avete bisogno uno dell'altro. Se pensi che questi anni con lei non siano stati inutili, se credi che quella donna che hai amato sia ancora la donna che hai ancora davanti ... forse meritate un'altra possibilità. Spero di esserti tornata utile. Un caro in bocca al lupo. 

Salve,


mi rammarico molto per il Suo dolore. Da quello che racconta sembra essersi formata come una crepa nel cuore. Il senso di solitudine, di delusione e frustrazione che la attanagliano sono sentimenti profondi e legittimi. Il desiderio di proteggere Suo figlio dal dolore è un sentimento molto nobile, del resto il genitore sa cosa è meglio per I suoi cuccioli. La incoraggio a continuare così nei confronti di Suo figlio, poiché, anche se siete una famiglia (e qualunque cosa succeda lo sarete sempre) I problemi della coppia non riguardano I figli.


Riguardo al suo amore tradito le vorrei dare uno spunto per vedere le cose da un'angolazione diversa. Una crepa rompe l'equilibrio precedente. Se l'equilibrio precedente si è rotto significa che non poteva più durare, che c'era bisogno di un cambiamento. Anche un aborto può dare vita all'esigenza di un cambiamento. il cambiamento, la rottura sprigionano un'energia nuova e vitale. Guardi dentro a questo dolore e cerchi la risposta a questa domanda: vuole ancora dividere la vita con questa donna? vuole riscoprirla e riscoprirvi insieme per creare un nuovo equilibrio? vuole ricostruire da I primi mattoni una costruzione di fiducia reciproca? Se sì, questo è solo l'inizio di una nuova storia d'amore.


Altrimenti sarà un nuovo inizio, in entrambe I casi la crisi apre la porta al nuovo, alla spontaneità ed al vero. Vi auguro di cogliere questa opportunità supportati da una conoscenza ed un amore vero.


Io stessa sono stata supportata in un momento di crisi da uno psicoterapeuta del settore ed è stato un periodo di scoperta individuale e di coppia veramente costruttivo!


Le auguro il meglio e rimango disponibile per altri confronti

Buongiorno, 


Leggendo si capisce il suo dolore, il suo rammarico e la sua incredulità. E la ringrazio per aver condiviso queste emozioni difficili da ammettere perfino a se stessi. Durante le lettura anch'io mi sono chiesta quale potrevbe essere stato il motivo scatenante del tradimento e, ad un certo punto, lei me lo ha offerto chiaramante: il dolore per l'aborto. Certi eventi, sono dolorosi e rimangono tali nel tempo anche se sembrano superati. Secondo me questa è la chiave. Consiglio un percorso di coppia sia per elaborare il lutto dell'aborto sia per l'elaborazione del tradimento. 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come fermare la mia aggressività nel confronti del mio ragazzo?

Salve, sono Chiara e sto con il mio ragazzo da un anno e 5 mesi. Il nostro rapporto è formato da ...

5 risposte
Mio marito non vuole il secondo figlio

Buonasera. Ho 39 anni e una bimba di 5. Sono molto in crisi, perché desidero un secondo ...

3 risposte
Mi sto persuadendo che mia moglie sia una manipolatrice

Vi scrivo di nuovo per un consiglio. Già scrissi dopo 9 mesi di matrimonio perché ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.