Cocaina e fertilità

janfrancioni

Gentilissimi esperti,

Io e mia moglie stiamo provando ad avere un secondo figlio. Ho solo 25 anni.

Il primo figlio è arrivato praticamente subito. Mentre il secondo purtroppo non arriva.

Dato che ho fatto uso di droghe pesanti tra cui MDMA fino ad 1 anno e mezzo fa e cocaina fino a soli 2 mesi fa. Vorrei sapere se questo ha creato in me sterilità.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Jan, credo sarebbe opportuno che lei approfondisca con indagini cliniche e strumentali se ci sia un qualche impedimento di natura somatica. Rivolgendosi anche a un centro specialistico. Se non trovate nulla di rilevante a livello organico, allora si potrebbe iniziare a pensare a un qualche impedimento di natura psicologica. Nulla si può presumere dalle poche righe che scrive. Rimanda solo l’idea di aver paura di non essere "a posto" e che ha 25 anni e ha già un figlio. Una consulenza psicologica potrebbe essere interessante. Un caro saluto.

Salve, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo maggiormente utile effettuare una visita specialista presso un medico al fine di verificare che non ci siano difficoltà di natura organica; in secondo luogo ritengo fondamentale cercare delle modalità utili per fronteggiare l'assunzione di cocaina: a prescindere dalla possibilità o meno di sterilità, comunque costituisce un comportamento che potrebbe portare problemi a se stesso ed in famiglia.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stesso utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Gentile janfrancioni,

mi dispiace molto per la situazione che sta vivendo, ha già effettuato degli accertamenti medici per poter escludere possibili cause organiche?

E' molto importante, inoltre, approfondire il motivo e l'origine di questo uso di sostanze, in quanto potrebbe celare problemi più profondi, oltre che ripercuotersi sulla sua salute e sul benessere suo e della sua famiglia.

Resto a disposizione, anche online.

Cordiali saluti

Dott.ssa Martina Patruno
Psicologa Clinica e dell'età evolutiva, Psicoterapeuta, Analista Transazionale Certificato, Esperta in Psicologia Investigativa, Psicologia Forense e Psicodiagnostica applicata in ambito civile e penale