Problemi sessuali
Dott. Marco Rossi

Sesso Anale

Per vivere il sesso anale in modo appagante è necessario, prima di tutto, desiderarlo. Per avere questo tipo di rapporto sessuale bisogna essere tranquilli e rilassati, altrimenti le cose ...

28 Maggio 2021

Problemi sessuali
Dott. Marco Rossi

Sesso anale

Per vivere il sesso anale in modo appagante è necessario, prima di tutto, desiderarlo. Per avere questo tipo di rapporto sessuale bisogna essere tranquilli e rilassati, altrimenti le cose ...

14 Maggio 2021

Problemi sessuali
Dott. Marco Rossi

Timidezza intima

I timori e le paure legati alla sfera sessuale sono molto più frequenti di quanto si possa pensare. Questo perché la nostra società da un lato è portata a “esaltare la sessualit ...

20 Luglio 2020

Domande e risposte

leggi tutte le domande
Non capisco il mio orientamento sessuale

Buongiorno, vi scrivo perché è da parecchio tempo che ho un dubbio. Sono in una relazione con un ragazzo, A., da qualche anno. Con A inizialmente c'era una forte attrazione fisica, una ottima intesa sessuale ed emotiva, ma ultimamente (parlo di mesi) non mi sento più attratta sessualmente da lui, zero. Eppure ricerco vicinanza, presenza, ma il pensiero della penetrazione in particolare mi disturba molto, non la desidero quasi mai, proprio di rado, e comunque solo successivamente al ricevere preliminari, quindi da eccitata. Credo di amarlo, davvero, anche se è terribilmente difficile dirlo senza l'intimità sessuale. Però quando lo facciamo mi piace molto, c'è complicità, è solo che da parte mia non c'è attrazione, è come se dovesse/dovessi convincermi, mi serve sempre la stimolazione esterna da parte sua prima che mi venga voglia di farlo. Molto spesso, soprattutto quando lui mi stimola, immagino il mio ragazzo come una ragazza, o ho necessità di immaginare donne, per essere coinvolta. Insomma, a volte credo di essere lesbica o quantomeno bisex. o addirittura, so che sembra assurdo, asessuale, in quanto mi sembra di non provare mai reale voglia. Sono stata finora esclusivamente con ragazzi (eccetto baci), alcuni dei quali neppure mi attraevano, ma perché credo non avessi mai valutato l'ipotesi di essere lesbica. Il fatto è che provo un'eccitazione involontaria nel vedere immagini femminili, non necessariamente pornografiche, e questo non capita mai con immagini maschili. Tuttavia, non ho mai provato forte attrazione per una donna nella realtà, ma in verità neppure per gli uomini, a eccezione di A. Il dubbio non nasce solo da questi fatti, ma anche da un episodio risalente all'infanzia, quando nel contesto di una famiglia estremamente religiosa -religione che mi ha sicuramente condizionata in molti aspetti della vita pur non seguendola- dissi a una parente, allora molto ligia alle "direttive familiari" che mi piaceva una bambina, e in risposta ottenni pianti e disperazione, quindi dissi che stavo scherzando. Chissà, forse scherzavo davvero? Non so più dirlo. A volte vorrei tradire il mio ragazzo con una donna per vedere se davvero mi piacerebbe, ma non ne ho il coraggio né il cuore, anche perché gli ho parlato di queste questioni (eccetto il pensiero che vorrei provare con una donna) ed è sempre stato super comprensivo. A volte penso che mi piaccia perché mi ricorda un po' una ragazza, i capelli lunghi tanto attraenti da sciolti, mi piace molto quando li ha sciolti e lo guardo da dietro... Eppure non mi piace quando ha comportamenti femminei, anzi mi infastidisce. Ma in parte credo che ad avermi attratto, ai tempi, furono la sua disinibizione sessuale, la sua curiosità... Insomma, vi prego aiutatemi a capire che pesci pigliare, navigo tra i dubbi e per quanto non abbia mai avuto voglia di etichettarmi, ultimamente ne sento la necessità.

3 risposte
Blocco psicologico durante il sesso

Buongiorno sono Francesca ho 27 anni. Sono fidanzata da 1 anno e mezzo premetto che prima prima questo ragazzo ero vergine. E da 1 anno che proviamo ad avere rapporti sessuali ma risultano sempre incompleti... per colpa mia. Va tutto bene ci sono giorni che mi sento più eccitata e giorni meno.. preliminari tutto ok... quando si arriva alla penetrazione un casino... non è mai riuscito a penetrarmi del tutto si e no entra solo la punta... sono andata a fare una visita da una ginecologa e mi ha detto che non è assolutamente VAGISISMO ed è tutto apposto (ho fatto stringendo i denti anche una visita interna) lei pensa sia la mia testa... io non ne posso più ho provato creme ansiolitici di tutto ma il problema persiste. Come posso fare? Sto rovinando la mia relazione e non posso perdonarmelo perché finalmente ho trovato un ragazzo giusto che mi aspetta mi ama e mi vuole bene e voglio vivere la al 100%. Consigli? Grazie

3 risposte
Feticismo, sottomissione e disturbo ossessivo. A chi devo rivolgermi?

Salve, cerco di essere il più breve possibile.Ho 30 anni e soffro da sempre di feticismo dei piedi e desiderio di sottomissione alle donne, cosa che non mi ha mai permesso di avere un rapporto sessuale, non provando eccitazione con i metodi diciamo così tradizionali.Oltre a ciò, si aggiunge il disturbo ossessivo compulsivo, che mi ha sempre fatto nascere paure e pensieri assolutamente irrazionali, illogici e appunto ossessivi, con diversi alti e bassi.
Quasi un anno fa ho deciso di iniziare un percorso di psicoterapia, tramite ipnosi vigile regressiva.Ho fatto oramai centinaia di sedute, ho avuto molti e importanti miglioramenti sotto il lato sessuale, iniziando a provare interesse e piacere verso le zone erogene tradizionali e riuscendo finalmente ad avere il mio primo rapporto sessuale circa 1 mese fa, seppur con l'aiuto del viagra, senza raggiungere l'orgasmo e con molte difficoltà dovute all'assoluta inesperienza.A volte però tornano fuori i pensieri di feticismo, sottomissione, eccetera, soprattutto quando si scatena il DOC, che con i miei pensieri, paure e convinzioni irrazionali mi butta giù, mi toglie la serenità, e quando sono giù e infelice ecco che il pensiero torna ai piedi, alla sottomissione.DOC che magari mi blocca anche da un momento all'altro anche senza finire sul feticismo, prima magari della possibilità di un rapporto sessuale, sono sereno, sicuro, ecco che arriva il pensiero o la paura irrazionale ed ecco che scompare tutto, serenità, sicurezza, eccitazione...E DOC che chiaramente influisce anche in tutti gli altri ambiti della mia vita.
Purtroppo se la psicoterapia che ho intrapreso ha dato ottimi frutti sul discorso sessuale, non posso dire lo stesso per quanto riguarda il DOC, che sembra quasi non essere migliorato per niente.
La mia domanda è, a chi posso rivolgermi per risolvere i miei problemi sessuali, che comunque esistono ancora seppur migliorati, e contemporaneamente per risolvere il disturbo ossessivo? Ho cercato molto ma non ho trovato nessuno specializzato in entrambi i campi.E a quale tipologia di terapia devo affidarmi (cognitivo-comportamentale, breve strategica, ecc...)?Grazie.

2 risposte
Quanto incide aver avuto rapporti sessuali solo con una persona nella vita?

Buongiorno, ho 25 anni e sono fidanzata con il mio ragazzo da 7, l'unico con cui abbia avuto rapporti sessuali. Quest'estate ho provato un'attrazione sessuale verso un altro ragazzo. È successo, più di una volta, che ci siamo baciati, anche in "modo spinto" ma non siamo andati oltre. Io so che tutto questo è sbagliato, soprattutto nei confronti del mio ragazzo (che sa tutto), però mi rimane in mente questa voglia di voler provare un'esperienza solo ed esclusivamente sessuale con un'altra persona. Pure perché io non sono attratta da questa persona, se non sessualmente, e so che non vorrei mai finire la relazione con il mio ragazzo, con lui sto bene, non c'è nessun tipo di problema, e non vorrei nessun altro al mio fianco se non lui. Tutto questo può essere causato dal fatto che non ho mai avuto altri rapporti sessuali prima di lui?

6 risposte
Niente passione, niente sesso

Buonasera, sono una donna di 30 il mio compagno invece di anni ne ha 39. Stiamo insieme da 5 anni e conviviamo da quando ci siamo conosciuti. Scrivo per cercare di risolvere un grande problema. La passività del mio uomo. Il sesso si fa solo se sono io a prendere l'iniziativa, niente baci, niente preliminari (da parte sua). Tante coccole (abbracci, carezze). È così da quando lo conosco. Nel momento in cui ho affrontato il problema la sua risposta è stata che la colpa era mia perché non abbastanza magra (brutto sentirselo dire). Io nella mia determinazione ho perso più di 10 kg e comunque la situazione non è cambiata. Raccontandoci i nostri passati so che lui non è mai stato molto interessato al sesso e alle donne in generale preferendo gli sport estremi. Io invece ho iniziato a fare sesso molto giovane e ho avuto qualche partner. Gli ho proposto qualsiasi cosa per stuzzicarlo senza avere successo anzi si è dimostrato molto geloso nei miei confronti. Mi sto logorando perché è l'uomo che vorrei mi accompagnasse per tutta la vita ma non credo di riuscire a rinunciare per sempre al sesso. Che dovrei fare?

1 risposta
Problemi di erezione con una donna

Salve, ho bisogno di un aiuto o di capire che mi succede.. Allora ho 32 anni e non ho mai avuto problemi in passato, Da novembre ho conosciuto una magnifica ragazza che ogni volta che sto con lei ho tanta voglia, ma quando stiamo per farlo inizio a sudare molto e a volte no e mi si ritira.. E non riesco più a continuare e lei rimane con la voglia.. Anche stasera è successo e sto impazzendo non capisco cosa mi succeda.. Mi potete darmi una mano a capire come mai ho questo problema?? Grazie

2 risposte
Problemi di coppia e domande a cui non so darmi risposta

Buongiorno, sono circa 3 anni che sto con il mio ragazzo ed abbiamo rispettivamente 21 e 24 anni. Siamo sempre stati un sacco in sintonia e bene insieme, anche se con caratteri un po’ opposti, lui più giocherellone e scherzoso mentre io più razionale e timida, ma in molti casi era bello anche così. Quando usciamo ci divertiamo sempre, abbiamo molto amici in comune ecc ma in problema è quando torniamo a casa e siamo da soli. In pratica in questi quasi 3 anni siamo riusciti a fare l’amore solo una volta... il problema è che io sono bloccata, frenata sarà che è anche il mio primo ragazzo e non ho esperienza in merito ma mi vergogno e mi chiudo sempre più. Prendo la pillola ma allo stesso tempo come cosa mi mette ansia e timore. Spesso lui ha voglia di queste cose mentre io magari no oppure dice di sentirmi fredda o svogliata , motivo per cui scoppiano le litigate che non riusciamo a risolvere e ci allontanato sempre più. Infatti due giorni fa lui facendosi carico di aspettative per un sabato sera a casa da soli, completamente andato storto, e per forse stress presente da tempo è scoppiato e quindi ora siamo in una zona grigia in cui decidere se riprovarci con tutte le forze o lasciarci. Saranno circa due mesi che ci siamo allontanati e raffreddati molto anche come rapporti proprio. Io sono super triste e non so davvero cosa fare, ci sto male perché so bene che questo aspetto della nostra relazione a lui pesa tantissimo anche perché in questi anni è sempre stato comprensivo e paziente nei miei confronti ma forse si aspettava più apertura da parte mia e ora forse è arrivato al culmine. Io vorrei aprirmi ma davvero faccio fatica, mi sono ripromessa a me a anche a lui di impegnarmi il più possibile e mettercela tutta ma forse a lui non basta più poi ora dentro di me ho emozioni contrastanti e non riesco nemmeno ad elaborare la cosa a mente lucida perché davvero lui è tutto quello che ho e non vorrei mai perderlo così

2 risposte
travestimento

Salve sono Emy sono vari anni fin da ragazza che ho avuto tendenze bsx e usando i panni di mia sorella...con il tempo sposandomi e avendo famiglia questa passione non e scomparsa. Anzi ultimamente faccio anche incontri sessuali con coppie singole e singoli...la cosa che mi preoccupa che cerco di frenare la mia voglia di essere donna...e qualche volta ci riesco..ma più delle volte finisco a letto con altre persone...le prime volte era bello fotografarmi..e lo faccio ancora..forse perchè non mi accetto come uomo..e mi vedo più come donna...poi si aggiunge che molte coppie vedono in me una trasgressione e mi piace molto essere sottomessa da entrambi..ecco..la mia indole alla sottomissione..ma senza cose strane..cioè mi piace dare piacere alle persone..e ultimamente...sono seguita da molti uomini..e questo mi fa paura..perchè nell uomo mi sento sottomessa più delle coppie,,,e questo mi tormenta...sono stata anche in qualche privè per capire cosa mi piace..e devo dire che non c'è dubbio la donna la adoro..e sono per me come un rapporto lesbo..mentre l uomo lo vedo come dominatore per eccellenza...cosa mi succede?vi ho scritto perchè non riesco a dirlo con una persona fisica...ho troppa vergogna...ma sono molto dolce come persona..specie con le donne...che cerco di emularle perchè le AMO per tutta me stessa,

2 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.