Problemi sessuali

Difficoltà a farsi penetrare

Claudia

Condividi su:

Buonasera, sono qui perché vorrei esporre un mio problema, ovvero, la mia difficoltà nell'essere penetrata. Sono lesbica e sto con la mia ragazza da un anno e mezzo, abbiamo rapporti sessuali, io la soddisfo completamente, ma appena le chiedo di provare a penetrarmi mi blocco, mi metto a piangere, tremo e ho paura. Ho pensato più volte di andare da uno psicologo ma non me lo posso economicamente permettere...
So che non è lei il problema perché non riesco nemmeno a farlo da me, vorrei potermi completamente abbandonare a lei perché mi fido ciecamente, ma come ho già detto non ci riesco.
Grazie in anticipo a chi risponderà

6 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Claudia,


per capire ed poi affrontare la sua difficoltà nell'essere penetrata occorre che si rivolga ad un terapeuta, preferibilmente con competenze in sessuologia. Purtroppo da sola o con l'aiuto della sua compagna non è sufficiente. Esistono soluzioni gratuite o la tariffe economiche, quali consultori o rete di professionisti privati low cost, li cerchi nella città dove risiede.


In bocca al lupo


 

Carissima, 


dietro questo tuo blocco ci possono essere tante spiegazioni, non è possibile aiutarti attrverso una risposta on line. E' importante che tu vada da un bravo sessuologo psicologo e che magari sia anche terapeuta EMDR. Dietro questo tuo blocco ci potrebbe essere un ricordo, un trauma, o anche nulla di tutto questo, ma solo una paura per qualcosa che non conosci... 


Un saluto

Cara Claudia,


il tuo problema è sicuramente da attribuire a fattori psicologici, perchè anatomicamente l'organo sessuale è predisposto per la penetrazione. Questa chiusura potrebbe essere dettata da un rifiuto in quanto donna, dal non accettare la penetrazione poichè non ti riconosci nel ruolo femminile dato il tuo orientamento sessuale. Se così fosse potresti iniziare con esercizi semplici da sola, per esempio usando le tue dita con delicatezza e ascoltando le sensazioni mentali e fisiche che ne derivano. Purtroppo non ho sufficienti elementi per darti altre interpretazioni, sicuramente un lavoro psicologico ti sarebbe molto utile per oltrepassare questo scoglio e vivere con maggiore fiducia e trasporto anche la sfera sessuale con la tua compagna. Un abbraccio

Buongiorno Chiara, bene se hai la motivazione ad andare da uno psicologo. questo argomento è meglio affrontarlo vi a vis. Come tutti del resto. Per il costo non ti preoccupare, ci sono i consultori familiari gestiti dall'ASST ( o ASL) e alcuni sono gratuiti, altri invece richiedono solo il pagamento del ticket (50/60 euro per 10 incontri) dove solitamente i primi 4/5 sono comunque gratuiti perche riguardano la fase di consultazione. I servizi pubblici ci sono, sfruttiamoli. Cerca su internet quello che è alla distanza più comoda per le tue esigenze. puoi anche chiamare a chiedere informazioni, i tempi di attesa, cosi ti fai un idea e poi scegli.

Gentile Claudia, 


quello che le occorrerebbe è una diagnosi psico-sessuologica presso un/una collega psicologo psicoterapeuta perfezionato/a in sessuologia clinica e che applichi la TERAPIA MANSIONALE che rappresenta il Gold standard nella cura di disagi/disfunzioni sessuali di origine psicologica. Si può avvalere del servizio pubblico della sua ASL mediante il pagamento di un irrisorio ticket. 


Se non l'ha ancora fatta, le suggerisco primariamente una visita ginecologica per escludere cause organiche che appaiono tuttavia inverosimili nel suo caso. 


Cordiali saluti 


 

Buona sera.


Le difficoltà di penetrazione sono legate ad una difficoltà ad lasciarsi andar accompagnato da un controllo forse eccessivo della situazione . Se ha difficoltà economica e non può iniziare un percorso di psicoterapia potrebbe iniziare a praticare esercizi diTraining autogeno o di mindfullness. Entrambi   sono interventi efficaci che potrebbero aiutarla ad autoregolare il suo stato emotivo e cognitivo che probabilmente stanno condizionando il suo rapporto nel momento intimo. Può iniziare un apprendimento ascoltando dei cd o leggendo dei libri pratici sull 'argomento.


Un altro consiglio: potrebbe rivolgersi ad un consultorio dell ASL di zona , dove ci sono ostetriche che insegnano a rilassare i muscoli pelvici con training specifici.


Spero di essere stata d aiuto. Un saluto 


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi sessuali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Paura di essere gay

Buonasera Vi spiego brevemente la mia situazione. Sono un ragazzo di anni 35. Ho un buon lavoro e ...

10 risposte
Perché mia moglie è sempre poco desiderosa di fare sesso?

Salve dott Volevo chiederle dalla alto della sua conoscenza medico scientifico e dalla sua esperien ...

4 risposte
Mio marito non mi cerca più

Salve é da tanto che cerco di trovare su internet la risposta alla mia domanda, ma senza ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.