Eccitazione parziale con il partner

Antonio

Salve, ho 34 anni ho avuto una relazione di 19 anni finita quasi 2 anni fa, da premettere che sono stati 2 anni davvero difficili dove ho voluto seguire un percorso psicologico perché stavo davvero male. È un mese che ho una nuova relazione e sono davvero tanto innamorato, il problema è che sotto l'aspetto fisico nonostante sia tanto preso nn riesco ad eccittarmi come ho sempre fatto, questa cosa mi sta creando non poche preoccupazioni perché nn riesco a capire se può essere un problema solo di testa o fisico, però io sono davvero preso da lei e questo mi avere ancora dubbi perché non riesco a capire come può essere possibile che nn riesco a essere al top. Grazie

3 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Antonio,

il suo percorso psicologico quale obiettivo aveva?

L'attuale difficoltà potrebbe avere delle cause riferite al suo passato? E' una persona che ha difficoltà per quanto riguarda l'argomento "giudizio" o bassa autostima?

Ha già provato a parlarne con la sua fidanzata? A livello estetico lei le piace o è stato più un innamoramento volto al dialogo, a idee di vita simile, ecc.?

Ha già provato a darsi delle risposte possibile?

Le consiglio di rivolgersi ad un terapeuta di sua fiducia sembrando un blocco emotivo. Potrebbe valutare di ricontattare il "vecchio" terapeuta.

Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, eventuale consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste per poterle anche dare un rimando il più possibile preciso.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Buonasera, approfondimento da diversi punti di vista essendo la sessualità un fenomeno molto complesso convergono diverse componenti sia organiche che psicologiche che relazionali che possono influenzare molto poi le varie espressioni del comportamento sessuale. Se la difficoltà la nota anche nella masturbazione o se ha dei dubbi è indicato anche un approfondimento medico per escludere componenti organiche. Se la difficoltà erettile emerge solo in coppia può essere un segnale che ci porta ad indagare maggiormente la componente psicologica e la relazione. Tra le sue righe leggo un collegamento possibile tra la sessualità e la prestazione e questo forse può essere un elemento da considerare. Talvolta ci si chiede automaticamente una prestazione "al top" , ci si dice "deve essere così" e può essere che il piacere e il desiderio passino in secondo piano.

Resto a disposizione,

Cordialmente.

Dott.ssa Segalini

Escludendo altre ipotesi legate ad un eventuale disfunzione di tipo sessuale (le consiglio di effettuare approfondimenti clinici) anche perché non è chiaro cosa intende per "non riesco ad eccitarmi come ho sempre fatto", provi comunque a chiedersi cosa la "prende" di questa donna, a che livello si sente coinvolto, e quali sono le sue aspettative, anche rispetto al piano sessuale, nel vostro rapporto.
Resto a sua disposizione per eventuali chiarimenti.

dr.ssa Ilaria Barbieri