Mio marito mi cerca poco sessualmente e non cerca di provare ad avere un figlio

Imma

Salve mi chiamo Imma e ho 39 anni sto insieme a mio marito da quasi 11 anni e sposati da 8 mesi. Parto con il fatto che a livello sessuale non è mai stato movimentato dico solo che prima del matrimonio mai avuto rapporti completi con penetrazione perché lui è molto all antica e vabbè ci può anche stare non ha mai voluto figli prima del matrimonio ma ora che siamo sposati credevo che avremmo recuperato il tempo perso anche perché anche io ho un età lui è due anni più piccolo di me ..e invece da quando ci siamo sposati a livello sessuale non è cambiato nulla ..con l unica differenza che il rapporto è completo fino alla fine ho cercato di fargli capire che per fare un figlio bisogna provarci sempre costantemente anche data la mia la nostra età, ma la sua risposta è stata che non dobbiamo fissarci che non dobbiamo stare sempre a provarci che lui non può stare con il pensiero che quando torna casa deve fare l amore con me tutti i giorni e così via..e poi che parlo sempre di avere un figlio..lui non dice mai nulla in merito..io prendo sempre l iniziativa nel provocarlo stuzzicarlo ..ma vengo sempre frenata, sono arrivata al punto che non faccio più nulla ma non perché mi serve o mi manca il sesso o fare l amore ma più per provare ad avere un figlio ...ieri sera ero in camera a mettermi il pigiama ed era completamente nuda lui si è avvicinato 4 bacetti e poi mi sento dire metti il pigiama sennò prendi freddo ..immaginate la mia reazione..quasi tutte le notti le passo piangendo nel letto ho forti attacchi di panico durante la giornata..

3 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Imma,

non deve essere facile vivere una situazione così particolare.

Avete già provato a parlarne? Cosa provate a fare? Mi sembra di capire che lui non è mai stato "innamorato" dell'amore.

Non si abbatta, lei sta già facendo tanto anche solo per aver scritto su un portale e mettersi gioco in prima persona. Lei cosa vorrebbe dalla vostra relazione? Lei lo ama ancora? 

Le consiglio di valutare:

- una psicoterapia individuale per lei dove essere ascoltata, accolta e aiutata a cercare di capire cosa sta accadendo dentro di lei, come superare questo momento negativo, quali strategie mettere in atto, come riformulare alcuni aspetti "tristi" e negativi e così facendo pian piano riprendersi totalmente la sua vita e la sua felicità cercando anche una strada meno tortuosa per il suo futuro

https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-individuale-minori-adulti-cognitivo-costruttivista/

https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/

- una psicoterapia di coppia dove insieme provare a capire se e come ripartire 

https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-di-coppia-torino/

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia e online

Salve Imma, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto.

Valutate anche la possibilità di un consulto di coppia.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Gentile Imma,

mi dispiace molto per la situazione che sta vivendo, posso capire quanto sia doloroso e difficile affrontare tutto questo. E' molto importante in questo momento ascoltarsi, riconoscere, esprimere e dare un nome e significato a ciò che prova, per questo può esserle molto di aiuto un percorso di psicoterapia, attraverso il quale poter inoltre capire cosa vuole per sé e per il suo benessere e trovare una modalità funzionale e costruttiva di comunicazione con il suo compagno.

Resto a disposizione, anche online

Dott.ssa Martina Patruno

Psicologa Clinica e dell'età evolutiva, Psicoterapeuta, Analista Transazionale Certificato, Esperta in Psicologia Investigativa, Psicologia Forense e Psicodiagnostica applicata in ambito civile e penale