Problemi nell’intesa sessuale con il mio compagno

Chiara

Salve dottoressa, volevo dei consigli sui vari problemi che ho con il mio compagno. Lui ha 27 anni io 23 anni e abbiamo una bambina di due anni.
Quando avevo conosciuto il mio compagno aveva 23 anni sugli argomenti sessuali non sapeva un granché diciamo le basi, poi a lungo andare fino ad oggi diciamo che sta “crescendo” ora e’ molto più informato sulle cose sessuali e pretende che io faccio delle cose che a lui piace fare che però a me non piace fare cosa che ho detto più volte e visto che su questo aspetto dell’intesa sessuale lui ha delle mancanze da parte mia va su Instagram a mettere mi piace, poi visto che io avevo scoperto che metteva like a cose porno non l’aveva ft più poi invece l’altro ieri a distanza di un anno ho scoperto che andava a commentare delle foto e storie delle star porno, e io mi sono arrabbiata tantissimo lui mi ha spiegato il motivo perché ha delle mancanze sessuali però io non ci posso far niente quelle che lui mi chiede a me non piace è mai mi piacerà che consigli mi sapete dare ? Cosa gli potrei dire ?

4 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Chiara,

come prima cosa direi parlare molto, dialogare e ri-creare la vostra intensa e fiducia.

Lei fa bene mantenere il suo punto di vista se queste cose proprio non le piacciono. Cosa le chiederebbe? Sarebbe altrimenti possibile valutare anche un compresso per certe richieste?

Da come scrive mi sembra che l'unico problema sia in campo affettivo e non nella coppia. Cioè c'è amore tra di voi? Come state quando siete insieme? Come parlate di questo aspetto? Come vi confrontate? Dopo che ne avete parlato come reagite?

Lui cosa riferisce in base a queste mancanze? Una volta chiedeva questi "giochi" o sono aspetti emersi solo col tempo?

Le consiglio inoltre dei colloqui di coppia eventualmente dove mettervi in gioco, dialogare, essere aiutati a trovare una nuova strada magari meno tortuosa per lei, lui e voi. Si indagano le regole e la struttura familiare. Come la coppia si è formata. Quali cambiamenti si sono vissuti nel tempo e come si sta svolgendo la propria storia d’amore o di “conflitto”.

Lo scopo è ritrovare, all’interno della coppia, il benessere, l’equilibrio e il sostegno relazionale e/o affettivo di quando la coppia è nata.
Così come il singolo individuo ha le proprie risorse e debolezze, così anche la coppia deve individuare al suo interno le stesse risorse, e nel percorso trovare i punti di forza e quindi riscoprirsi e ritrovarsi di nuovo. Grazie a questi incontri la coppia potrebbe ristabilire un dialogo, confrontarsi in una modalità protetta e senza giudizio, creare un nuovo punto di vista (verso se stessi, la coppia in generale ed il futuro).

Molto importante è riuscire a ricreare la relazione empatica, di dialogo e di reciprocità interna.

Resto disponibile per informazioni, domande aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, Rivoli e online

Salve Chiara, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che può sperimentare e quanto sia impattante sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale che lei possa richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.

Credo possa essere utile anche un consulto di coppia per identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che vi impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarvi a parlare con voi stessi utilizzando parole più costruttive.

Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Buongiorno Chiara, la prima cosa che colpisce nella sua richiesta è il fatto che chiede una risposta da una dottoressa. Che forse si sente più a suo agio a parlare di cose sessuali con una donna? L'altra cosa che colpisce è che lei parla delle richieste del suo compagno, delle sue scoperte in fatto di giochi erotici, di ciò che lui vorrebbe sperimentare. E Chiara? Quali sono i suoi desideri, che cosa per lei è eccitante, quali sono le sue fantasie sessuali... Purtroppo ancora oggi l'educazione sessuale passa attraverso la pornografia, pensata soprattutto per un pubblico maschile. Le consiglierei quindi di poter provare a comunicare al suo compagno quali siano le cose che le piacciono di più e magari sperimentarle assieme. In bocca al lupo.

Buongiorno Chiara. La comunicazione è fondamentale in queste circostanze e riuscire a confrontarsi in modo costruttivo esponendo chiaramente anche le motivazioni che vi portano a propendere per una pratica piuttosto che per un’altra, cercando di trovare dei compromessi che vi possano aiutare a smussare gli attriti che riguardano questo aspetto della vostra relazione e che soddisfino entrambi.
Se le emozioni negative legate alla situazione dovessero tuttavia essere difficili da gestire o compromettere la vostra serenità di coppia, potrebbe essere utile rivolgersi ad uno psicologo con il quale impostare un percorso per trovare nuove strategie di coppia fatte su misura per la vostra situazione in modo da conoscersi più a fondo e potenziare le vostre risorse comunicative e relazionali.
Mi rendo disponibile anche online per approfondimenti e chiarimenti ulteriori e per garantire un rimando più approfondito dopo aver appreso maggiori dettagli della situazione.
Cordialmente,
dott. Alfonso Panella.