Rapporto di coppia ventennale senza sesso

Davide

Salve a tutta la community e spero di aver azzeccato la categoria relativa al mio post.
Io e mia moglie siamo sposati da 10 anni ed in totale stiamo insieme da 21...in pratica siamo cresciuti insieme!
Fin dall'inizio della nostra relazione (ragazzini) siamo sempre stati attenti all'intimità, ovvero essendo poco più che adolescenti e vivendo in un piccolo paese di provincia, c'era sempre il terrore che potesse succedere "che la ragazzina fosse rimasta incinta"....e cose del genere. In più, lei ha sempre avuto la convinzione che andare in albergo o b&b fosse un qualcosa di sbagliato...come si stesse facendo una cattiva azione!
Quindi i nostri rapporti intimi si limitavano a quando lei magari rimaneva sola a casa senza i genitori, o con il passare degli anni quando mi veniva a trovare all'università. In tutto ciò comunque i rapporti si sono sempre limitati a baci e "preliminari" senza mai aver avuto un rapporto completo!!!
Finalmente arriva il momento del matrimonio ed io ero più che convinto che questa sarebbe stata la soluzione a tutti i problemi, in quanto avendo una casa tutta nostra e non dover dare conto a nessuno, saremmo riusciti ad avere la nostra intimità in tutti i sensi!!!
Ovviamente se mi trovo a scrivere qui, capirete che questo non è accaduto!
Infatti, i rapporti sono continuati ad essere come sempre, cioè solo semplici preliminari, dove io il 70% delle volte non raggiungevo nemmeno l'orgasmo, poiché era sempre lei la prima a raggiungerlo e in pratica crollava e mi lasciava li.....
Ovviamente nel corso degli anni abbiamo cercato di affrontare l'argomento, ma lei ha sempre detto di provare dolore durante la penetrazione (penetrazione che non è MAI avvenuta.....quindi il fatto di provare dolore non lo capisco).
Non ho MAI fatto pesare la cosa a mia moglie.....ero consapevole di questo problema e non volevo farla sentire male o inferiore a qualcun'altra, e di conseguenza mi accontentavo del nostro tipo di rapporto!
Poi ho notato che comunque i nostri momenti intimi avevano una cadenza anche trimestrale.....e li la cosa ha iniziato a preoccuparmi, poiché non capivo se il problema fossi io....e a dire il vero ne ero quasi convinto perchè mi chiedevo continuamente "come mai non sente il desiderio verso di me???? nonostante io non pretenda di avere un rapporto completo ecc????"
Fatto sta, che dopo diverse visite ginecologiche, ci hanno consigliato di rivolgerci ad una psicologa......
E' andata lei da sola....e dopo un paio di sedute siamo andati insieme per un percorso di coppia.....ed io devo dire che ero entusiasta di questa esperienza.
Dopo circa un anno e mezzo, lei ha deciso di abbandonare.....ed io invece ho continuato......
Comunque a distanza di tempo, le cose non sono migliorate, ma i nostri momenti intimi diciamo che sono aumentanti, se così si può dire.....una volta al mese.
Tutto questo ha portato un inclinazione nel nostro rapporto, specialmente da parte mia.....perchè anche con il percorso dalla psicologa mi sono reso conto che "stavo opprimendo un io desiderio....me ne stavo privando a priori".....quindi aumentano le liti.....aumentano le incomprensioni ecc...
Un paio di mesi fa, per caso installando un app sul suo telefono (cosa chiesta da lei), mi accorgo che tra la galleria ha decine e decine di foto di un ragazzo (un suo collega che conosco anche io.....lui è sposato con due figli) oltre che a degli screenshot di loro conversazioni!!!
Mi è caduto il mondo addosso.....mi sono reso conto che lei da almeno 5 anni ha una relazione con questo ragazzo.....mi sono fatto forza ed ho iniziato a spiare il suo telefono per cercare di capire.....ed è un vero e proprio rapporto di coppia!
Questo mi ha completamente buttato giù....ed anche i miei comportamenti sono cambiati dentro casa...lei si è accorta di qualcosa e sono esploso dicendogli ciò che avevo visto. Lei non immaginava assolutamente che io avessi fatto le foto a quello che avevo visto....e dopo che ha provato ad arrampicarsi sugli specchi ha ammesso......dicendo però che è solo un'amore platonico....non si sono mai visti....mai baciati....ecc... cosa alla quale assolutamente non credo.
Inoltre, in tutti questi anni, nonostante avessi potuto farlo....non l'ho mai tradita e non ho mai cercato il sesso (che mi è sempre mancato) da altre parti!
Spero di non essermi dilungato troppo!!

4 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile Davide,

non deve essere facile aver avuto una risposta di questo tipo. Lei ora cosa pensa di fare? Si potrebbe valutare ad un nuovo percorso di coppia?

Dare fiducia dopo anni di sms non è facile però si possono valutare delle opzioni:

- Cosa voglio fare io? Com'è il mio amore per lei? Cosa provo ancora?

- Sarei capace di perdonare un tradimento? Non solo esclusivamente di sesso perchè ritengo che ci siano tradimenti di più tipi che possono essere emotivi, di fiducia, in riferimento a un segreto, ecc.

- Ritengo che nella sua scelta non rientreranno solo il sentimento e l'amore ma anche i suoi gradi di fiducia e i suoi cardini di vita fondamentali

Le consiglio di prendersi del tempo per lei e solo dopo aver ritrovate le sue risposte dialogare e capire con la sua compagna eventuali strade future.

Se le sue difficoltà persistono potrebbe rivalutare una terapia individuale dove essere supportato in questo momento particolare e intenso di emozioni.

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia e online

Salve Davide, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio che potete sperimentare e quanto sia impattante sulla vostra vita quotidiana. Ritengo fondamentale che voi possiate richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarvi ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Gentile Davide,

Mi spiace molto per la situazione che sta vivendo.. dalle sue parole avverto il dolore, la rabbia, la tristezza e la confusione. È importante per lei prendersi il suo spazio per capire e dar voce a cosa prova, per trovare il modo di affrontare questa situazione e soprattutto ascoltare i suoi bisogni che per tanto tempo ha messo da parte. Un percorso psicoterapeutico potrebbe aiutarla molto in tal senso. 

Rimango a disposizione, anche online

Dott.ssa Martina Patruno 

Psicologa clinica e dell’età evolutiva, Psicoterapeuta, Analista Transazionale Certificato, Esperta in Psicologia Investigativa, Psicologia Giuridica, Psicopatologia e Psicodiagnostica Forense.

Gentile Davide,

La sua speranza non è vana, non si è dilungato affatto.

Il suo sembra più uno sfogo che una richiesta di aiuto, tanto che non mi pare di trovare domande a cui rispondere. Come mai non crede che non sia solo un amore platonico? Se comunque volesse chiarire o trovare risposte a potenziali domande, non esiti a contattarci ulteriormente.

Cordialmente, Dottor Antonino Savasta.