Sessualità problematica

Alessandro

Sono adulto, da tempo in analisi e assumo antidepressivi. Sulla sfera sessuale vivo una situazione che non riesco a decifrare.
Da sempre non mi sono masturbato con le mani, ma tenendo il pene in mezzo alle cosce, aprendole e chiudendole. Oltre a questo sembra che l'unico modo di eccitarmi siano feticismi di vario tipo. Questo è un elenco:
piedi femminili.
donna che indossa calze bianche.
donna che indossa biancheria intima.
Donna in tuta (catsuit, tuta dimagrante, da ginnastica ecc).
bondage (bavagli, bende, mummificazione)
donna sotto ipnosi (facce buffe ecc).
Cerco spesso di interrogarmi sui perchè, le uniche volte che mi sono trovato con una donna in carne e ossa non sono riuscito a fare nulla. Scrivo qui perchè magari può venir fuori qualche spunto utile. Grazie.

2 risposte degli esperti per questa domanda

Gentile signore

dice di essere in analisi da tempo e assumere anche farmaci. Per quale motivo ricerca altre alternative o soluzioni? Potrebbero essere d'intralcio alla sua psicoterapia e anche disorientarla. Pertanto il mio consiglio è di continuare la sua analisi senza fughe. Se invece trova l'attuale analisi insoddisfacente allora, parlandone prima col suo terapeuta, prenda la decisione di cambiare l'analista e provare un altro approccio.

Saluti

Gentile Alessandro,

ha già provato a parlarne con il terapeuta da cui è seguito? Cosa le ha consigliato di fare? Su quali aspetti la sta facendo soffermare durante i vostri incontri? Quale obiettivo vi siete prefissati?

Le sue domande sono molto interessanti e le consiglio di esporle e di soffermarvi per trovare insieme una strategia ed eventualmente valutare una eventuale rielaborazione.

Resto a disposizione per informazioni, dubbi o domande aggiuntive.

Le auguro di trovare presto una soluzione al suo problema.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online