Soffro di fastidi derivanti da una neuropatia del pudendo

giovanni RUELLO

Buonasera da circa un anno soffro di fastidi derivanti da una neuropatia del pudendo. Come saprete è una disfunzione che procura senzazioni fisiche che possono essere altamente debilitanti dal punto di vista psichico. Non esistono farmaci sicuramente specifici per questo tipo di neuropatia e si cerca di individuare, tra i tanti possibili, il percorso terapeutico più appropriato. Sto cercando il più possibile di evitare l'uso di psicofarmaci e vorrei tentare con una psicoterapia con ipnosi perchè ho visto che in qualche centro specialistico per la cura di tali malattie è previsto anche questo tipo di approccio. Che consigli mi date? Potrei con l'ipnosi diminuire le sgradevoli senzazioni che questa supposta neuropatia mi procura? Graze

2 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Giovanni, la sua mi sembra una situazione molto delicata, data la presenza di disturbi invalidanti e la mancanza di una specifica terapia. Per questo motivo, per correttezza la invito a leggere nelle mie parole un'ipotesi di intervento, una possibile via da sperimentare, trovandoci anche nell'ambito dei disturbi rari. La mia proposta riguarda la Mindfulness, una pratica meditativa che nasce negli anni '80 come terapia complementare al farmaco per fronteggiare il dolore cronico dovuto a patologie non curabili. Sia nel caso dell'ipnosi che della meditazione il fulcro dell'intervento risiede nella modificazione dello stato di coscienza; mentre nella prima tecnica, però, questa modificazione viene indotta dal professionista, nella seconda viene generata in autonomia dalla persona stessa. Se fosse motivato a provare questa strada, resto a sua disposizione per un colloquio informativo volto ad approfondire la comprensione della sua condizione e le caratteristiche della mia proposta. Ricevo a Messina

Salve, ci provi se pensa che l'ipnosi può aiutarla, cerchi un collega nella sua città e provi. Se poi non dovesse essere utile per lei può cambiare e cercare altro altrove. La sua patologia è molto rara e molto dolorosa ed invalidante, purtroppo ad oggi la ricerca stà facendo passi da gigante, ma ancora poco conosce su questa patologia e cure specifiche non ce ne sono. Mi spiace dirle che non c'è una cura adatta se lei pensa che l'ipnosi può essere utile, la provi. Spero di esserle stata di aiuto, cordiali saluti.