Prevenzione e Malattie mentali

Come ricevere supporto?

Freyja

Condividi su:

Salve a tutti. Sono una giovane di 23 anni che da un po' vorrebbe cercare un aiuto psicologico, ma non so come fare.
Ho sempre sofferto d'ansia fin da quanto ricordi, ma negli ultimi tempi questa è andata peggiorando, e sospetto che a causa di alcuni eventi e il fatto che ho sempre avuto una cattiva opinione di me e dei miei hobby, possa soffrire anche di depressione.
Molti dei miei amici, tra cui la mia fidanzata, supportano di questa cosa e ovviamente mi incitino a rivolgermi a qualcuno, ma non so da dove iniziare.
La mia famiglia non ne sa niente, e ho il sospetto che non mi supporterebbero nonostante mia nonna sia stata diagnosticata con depressione severa in passato. Ho sempre l'impressione che non prendino sul serio i miei dilemmi, soprattutto quando ho provato a spiegare a mia madre che mi sento spesso ansiosa e ho mal di stomaco/nodo alla gola/mal di testa. Mi ha semplicemente risposto che "probabilmente mi sentivo così perché non avevo nient'altro di meglio da fare".
Molte cose mi risultano difficili o mi preoccupano, tra il giudizio di certe persone su come mi comporto/cosa faccio, all'avere videochat con la mia fidanzata perché non voglio vedermi, mandare domande di lavoro, rispondere al telefono e così via. Anche il mio lavoro part-time attuale mi ha portato ad avere ansia praticamente quasi ogni giorno a causa della sua imprevedibilità e al fatto che dovrei chiamare clienti o averne a che fare con più di uno al giorno (sono una receptionist part-time).
Avevo letto su internet che avrei potuto rivolgermi al mio medico curante, ma questi risiede molto lontano e non so se ce la faccio a viaggiare da sola a causa della mia ansia, e anche se volessi chiedere a mia madre di supporto e aiuto, potrebbe prenderla troppo alla leggera. E mi preoccupa anche il fatto di dover pagare nel caso dovessi avere degli appuntamenti, e non so se l'esenzione copra visite psicologiche/psichiatriche.
Come dovrei fare affinché possa parlare con uno specialista e iniziare questo percorso per una vita migliore, e indagare affondo quali sono i miei problemi?
Vi ringrazio per qualunque futura risposta che potrebbe aiutarmi.

7 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Freyja


chiedo scusa per il ritardo, avevo già letto la sua lettera che era rimasta nei miei pensieri ma non avevo avuto il tempo di rispondere.


La condizione di ansia che descrive e di facile risoluzione con un intervento psicoterapeutico con EMDR, in linea generale le condizioni ansiose sono legate a un blocco traumatico che ha generato i problemi attuali verso i quali non ha, e non potrebbe avere, una chiave di accesso per il loro superamento.


Mi sembra di capire che ha anche una difficoltà a spostarsi e per questo le può venire incontro un trattamento online attraverso la piattaforma Skype, l'ho utilizzato diverse volte per aiutare persone distanti ed una soluzione adeguatissima.


Si affidi ad uno psicoterapeuta, dica ai suoi genitori con convinzione della sua necessità di intraprendere questo percorso e vedrà che le saranno di sostegno.

Salve, innanzi tutto complimenti per il coraggio, non tutti hanno la volontà e la capacità di voler affrontare le proprie difficoltà. Il medico curante potrebbe sicuramente indirizzarla alla ASL di competenza per una serie di incontri psicologici, da cui poi potrà capire come e se proseguire.


Le faccio i miei migliori auguri,


Cordialmente.


 

Carissima Freya,


credo che il suo medico curante possa aiutarla meglio di chiunque altro perchè conosce le risorse e le professionalità del Suo territorio.


Capisco che per Lei sia difficile raggiungerlo ma potrebbe contattarlo telefonicamente o via mail, descrivendo le sensazioni d'ansia che prova esattamente come ha fatto in questa lettera; potrebbe farLe una richiesta di visita presso il Servizio Pubblico che, per quanto potrà avere tempi di attesa un po' lunghi, potrebbe garantirLe una presa in carico completa sia dal punto di vista psicologico che, eventualmente, farmacologico.


L'alternativa potrebbe essere cominciare un percorso privatamente; Le consiglierei di rivolgersi o ad uno psicologo psicoterapeuta o ad uno psichiatra psicoterapeuta (il titolo di solo psicologo non è indicato per disturbi d'ansia).... ci sarebbe però il problema dei pagamenti e per questo motivo proverei prima col servizio pubblico.


In bocca al lupo.

Cara Freyja, visto che abiti in provincia di Napoli penso che potresti rivolgerti al Consultorio familiare del tuo distretto sanitario per un consiglio competente. Parlare con la/lo psicologa/o non richiede il pagamento di ticket , è solo necessario telefonare o andare di persona e chiedere un appuntamento. Se non ci sono psicologi al consultorio puoi farti indirizzare comunque ad un altro servizio. Uno o due colloqui ti faranno capire meglio di cosa hai bisogno e potrai essere supportata nell’affrontare il tuo stato di malessere e di ansia. Soprattutto, sarà un primo passo importante per prenderti cura di te stessa.


Auguri!


 

Gentile Signorina,


quelli che descrive sono una vasta serie di sintomi, non la malattia psicologica in sé.


E per questo non c'è alcuna altra soluzione che iniziare uan psicoterapia.


è chiaro infatti che la l’ansia, lo stress, i diversi problemi psicologici sono propriamente non un disturbo, ma i sintomi di un disturbo, che riguarda chiaramente tutta la personalità, nel presente come nella Sua storia personale.


È possibile che, con un approccio specifico alla problematica, che potremmo presumibilmente chiamare psico-educativo, si potrebbe ottenere in tempi non lunghi sia una risoluzione della problematica in questione, sia un miglioramento, di riflesso, del più complessivo stato generale d’ansia e di insicurezza.


In tal senso, una focalizzazione strategica sul sintomo e una rieducazione psicologica appaiono senz’altro adeguati.


In alternativa, una soluzione più radicale sarebbe – su tempi più lunghi - affrontare una terapia del ‘profondo’, che risolva le radici dell’ansia e della depressione e, di conseguenza, anche i suoi sintomi.


Tale approccio potrebbe in tal caso essere valido per ristrutturare le parti immature e ancora infantili della Sua personalità ed eliminare dai suoi ‘meccanismi’ quei granelli che – per così dire – ne ostacolano il corretto e felice funzionamento in direzione della crescita personale e dello sviluppo adulto della Sua identità, oltre ogni psicopatologica insicurezza e disistima.


In attesa del Suo riscontro e di domande o di richieste di chiarimenti e approfondimenti, Le invio cordiali saluti.


prof. Roberto Pasanisi
(psicologo clinico, Ordine degli Psicologi della Campania; direttore dei Dipartimenti e docente, Polo Universitario "Principe di Napoli"; Direttore, CISAT)

Salve sono il dottor Giuseppe Basile, psicologo cognitivo comportamentale esperto in disturbi d’ansia, traning autogeno e mindfulness. Ho trattato molti ragazzi con questo disturbo ottenendo ottimi risultati, non posso prometterle senza conoscerla di poter risolvere il suo problema ma sicuramente posso aiutarla a vincere questa partita. Ho uno studio a Giugliano, uno al Vomero e faccio anche terapie domiciliari. La prima consulenza è gratuita e senza impegni, può tranquillamente venire a trovarmi e, nel caso non dovesse trovarsi bene, andarsene senza spese. Le tariffe sono agevolate per gli under-30 quindi lei rientrerebbe nella scontistica.  Può cercarmi su facebook o su instagram o chiamarmi. Grazie e spero di esserle d’aiuto

Ciao hai provato ad informati se nella tua zona c 'é uno spazio giovani? Spesso hanno sede nei consultori pubblici. Sono spazi gratuiti al cui interno operano professionisti che potranno darti certamente un aiuto.


Se hai difficoltà a recarti in autonomia chiedi a qualche amico di accompagnarti.


Fai una ricerca su internet sui consultori presenti nelle tue vicinanze.


L 'ansia é importante gestirla altrimenti lo farà lei.


Il chiedere aiuto é già un primo passo.

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Prevenzione e Malattie mentali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come reagire di fronte ad una persona depressa ?

Buona sera,Da 7 mesi mi sono trasferita a Klaipeda, Lituania e da qualche mese frequento un ragazzo ...

5 risposte
Disturbo mentale o caratteriale?

Gentili psicologi, sono molto perplessa riguardo alla relazione con un’amica. Si tratta di una ...

3 risposte
Difficoltà ad esporre il pensiero e balbettare

Buongiorno Sono una ragazza di 36 anni, che ho subito tanti traumi nella vita, ho dovuto combattere ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.