Psicoterapia

Il Processo di Cambiamento nell'Approccio Centrato sulla Persona

11 Novembre 2012

contattami

Condividi su:

Carl Rogers fu definito un "rivoluzionario silenzioso": egli concepi, fedele alla visione bio - psico - sociale della vita umana, la persona che richiedeva aiuto, non come un paziente passivo e solo malato, da etichettare e patologizzare, bensì come un agente di scelta libero e responsabile, un individuo degno di fiducia, in quanto egli è il miglior esperto di se stesso, anche nella scelta della propria cura. Da qui, nel nostro Approccio, il termine paziente è stato sostituito con quello di cliente, sottolineandone il suo ruolo attivo all'interno del proprio percorso di cura e di processo di cambiamento.

Da qui, il terapeuta diviene un facilitatore di suddetto processo e la psicoterapia si configura come un'acquisizione progressiva, un apprendimento di nuovi e più efficaci modalità di essere con gli altri e con il mondo, contraddistinto da:

 

  • maggiore fluidità dell'esperire: l'esperienza, ovvero la propria realtà è riconosciuta in quanto tale, consapevolizzata per quello che è e quindi più accettata e integrata;
  • percezione di sè conme soggetto degno di fiducia;
  • maggiore contatto con le proprie emozioni, anche quelle primariamente non accettate;
  • i propri costrutti (costruzioni cognitive sul mondo e sugli altri) rigidi sono modificati e resi più flessibili;
  • maggior riconoscimento della propria responsabilità (locus of control interno) nella costruzione della propria realtà e del modo di vivere l'esprienza (concetto di scelte personale), vs attribuzione esterna di responsabilità;
  • maggior fiducia nella propria valutazione organsmica degli eventi;
  • maggior fiducia nel seguire la propria Tendenza Attualizzante, ovvero la direzione che si vuol dare alla propria vita, secondo proprie scelte e propri valori interni e non più secondo aspettative esterne.

 

Secondo Rogers, infatti, la persona pian piano impara a darsi maggiore fiducia, a scegliere una vita piena e non più basata su ciò che vogliono gli altri; sceglie il coraggio e non la paura. In tal senso, la Tendenza Attualizzante non è una destinazione , ma una direzione, un modus vivendi, che nasce da dentro: la Persona è la miglior esperta di se stessa. Ma come può essere facilitato il cliente nella sua esplorazione? Rogers individuò sei condizioni, definite necessarie e sufficienti, indispensabili affinché si potesse instaurare la relazione "io - tu" terapeutica:

 

  1. due persone sono in contatto psicologico;
  2. la prima, il cliente, è in uno stato di incongruenza o di ansia;
  3. la seconda, il terapeuta, è in uno stato di congruenza, ovvero di capacità di esperire la sua esperienza così com'è, senza distorcerla o negarla e di essere pienamente autentico nella relazione;
  4. il terapeuta prova una profonda empatia verso il mondo emotivo dell'altro: lo vive "come se" fosse il cliente, senza dimenticare il "come se";
  5. il terapeuta accetta incondizionatamente l'altro nei suoi vissuti emotivi, senza giudizi;
  6. il cliente deve rendersi conto dell'esistenza di accettazione, empatia e congruenza.

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Domande e risposte

Mio figlio di 10 anni ogni giorno dice di avere dei brutti pensieri, cosa gli sta succedendo?

Buonasera, vorrei sottoporle questo comportamento che da circa un mese manifesta mio figlio di 10 ...

2 risposte
Non riesco a condividere le mie emozioni, nemmeno col terapeuta

Gentili dottori, sono una ragazza di 22 anni, da ottobre ho ripreso un percorso di terapia iniziato ...

3 risposte
E' un atteggiamento giusto? Un atteggiamento sano?

Salve. Penso che il mio terapeuta provi attrazione sessuale/interesse nei miei confronti. E' sposat ...

7 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.