Psicoterapia

Il Processo di Cambiamento nell'Approccio Centrato sulla Persona

contattami

Condividi su:

Carl Rogers fu definito un "rivoluzionario silenzioso": egli concepi, fedele alla visione bio - psico - sociale della vita umana, la persona che richiedeva aiuto, non come un paziente passivo e solo malato, da etichettare e patologizzare, bensì come un agente di scelta libero e responsabile, un individuo degno di fiducia, in quanto egli è il miglior esperto di se stesso, anche nella scelta della propria cura. Da qui, nel nostro Approccio, il termine paziente è stato sostituito con quello di cliente, sottolineandone il suo ruolo attivo all'interno del proprio percorso di cura e di processo di cambiamento.

Da qui, il terapeuta diviene un facilitatore di suddetto processo e la psicoterapia si configura come un'acquisizione progressiva, un apprendimento di nuovi e più efficaci modalità di essere con gli altri e con il mondo, contraddistinto da:

 

  • maggiore fluidità dell'esperire: l'esperienza, ovvero la propria realtà è riconosciuta in quanto tale, consapevolizzata per quello che è e quindi più accettata e integrata;
  • percezione di sè conme soggetto degno di fiducia;
  • maggiore contatto con le proprie emozioni, anche quelle primariamente non accettate;
  • i propri costrutti (costruzioni cognitive sul mondo e sugli altri) rigidi sono modificati e resi più flessibili;
  • maggior riconoscimento della propria responsabilità (locus of control interno) nella costruzione della propria realtà e del modo di vivere l'esprienza (concetto di scelte personale), vs attribuzione esterna di responsabilità;
  • maggior fiducia nella propria valutazione organsmica degli eventi;
  • maggior fiducia nel seguire la propria Tendenza Attualizzante, ovvero la direzione che si vuol dare alla propria vita, secondo proprie scelte e propri valori interni e non più secondo aspettative esterne.

 

Secondo Rogers, infatti, la persona pian piano impara a darsi maggiore fiducia, a scegliere una vita piena e non più basata su ciò che vogliono gli altri; sceglie il coraggio e non la paura. In tal senso, la Tendenza Attualizzante non è una destinazione , ma una direzione, un modus vivendi, che nasce da dentro: la Persona è la miglior esperta di se stessa. Ma come può essere facilitato il cliente nella sua esplorazione? Rogers individuò sei condizioni, definite necessarie e sufficienti, indispensabili affinché si potesse instaurare la relazione "io - tu" terapeutica:

 

  1. due persone sono in contatto psicologico;
  2. la prima, il cliente, è in uno stato di incongruenza o di ansia;
  3. la seconda, il terapeuta, è in uno stato di congruenza, ovvero di capacità di esperire la sua esperienza così com'è, senza distorcerla o negarla e di essere pienamente autentico nella relazione;
  4. il terapeuta prova una profonda empatia verso il mondo emotivo dell'altro: lo vive "come se" fosse il cliente, senza dimenticare il "come se";
  5. il terapeuta accetta incondizionatamente l'altro nei suoi vissuti emotivi, senza giudizi;
  6. il cliente deve rendersi conto dell'esistenza di accettazione, empatia e congruenza.

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Psicoterapia"?

Domande e risposte

Psicoterapia e giocosità

Salve, mi sono reso conto che un elemento per me imprescindibile in un rapporto psicoterapeutico, ...

4 risposte
Andarsene di casa: significa davvero voler fuggire?

Salve a tutti, sono un ragazzo di 22 anni e sto pensando di andarmene di casa. Sono in terapia da ...

6 risposte
Lo xeplion è indicato per la sindrome di Asperger?

Salve sono un ragazzo di 26 anni affetto da SA, lo psichiatra mi ha prescritto lo xeplion, ma andand ...

2 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.