Famiglia e bambini

I miei figli quando dormono tra le mie braccia stanno semrpe rivolti verso l'esterno

sara

Condividi su:

buonasera, vorrei un'informazione. Ho due figli piccoli un maschio di 4 anni e una femmina di 1 anno ora a fine gennaio. Entrambe quando dormono tra le mie braccia stanno semrpe rivolti verso l'esterno e raramente verso di me... vuol dire qualcosa di negativo? spesso vedo altre mamme con i figli che dormono in braccio ocn le manine che toccano il viso di mamma...a me non è quasi mai successo!? eppure mi sembrano bimbi sereni.... vole vire qualcosa di particolare o sono solo mie fobie????

11 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno Sara. Come prima cosa, mi viene da dirle che spesso noi abbiamo un'idea molto, molto romantica di come dovremmo vivere determinati momenti della nostra vita. Immagini su internet, filmati in tv e, non ultime, le nostre romantiche aspettative, ci mostrano mamme che dormono coi figli e, come lei descrive benissimo, figli "con le manine che toccano il viso di mamma". Bellissima immagine, ma adesso le chiedo una cosa: le sarà capitato di andare a dormire col suo partner e di rimanere abbracciata o, magari, di stare con le mani che toccano il viso del suo partner... ecco, la domanda è questa: cosa accade quando si addormenta o quando sta per addormentarsi? Al momento di addormentarci, noi abbandoniamo ogni postura scomoda, che non permetta il totale rilassamento dei nostri muscoli. Potremmo anche decidere, per puro romanticismo, di cercare di rimanere abbracciati tutta la notte, ma certo non riusciremmo a dormire molto! ...mail punto è che il bambino non ragiona così! Non ha un'idea romantica del dormire insieme alla mamma. Dopo le coccole di rito, il bambino, addormentandosi, cerca la posizione più comoda possibile, che non è certo quella di tenere le manine sul viso della mamma! Stia tranquilla, Sara. A volte, quando qualcosa risulta diverso da come ce lo aspettiamo, ci sforziamo di trovare un significato nascosto e ci facciamo cogliere da dubbi e inquietudini. Questo suo esempio mi sembra emblematico. Se dovesse avere altri dubbi, non esiti comunque a contattarmi.
Sara non si faccia di questi problemi!! Se i bambini sono sereni il fatto di dormire sempre verso l'esterno può dipendere semplicemente dal fattto che lei come mamma li lascia liberi di trovare da soli la postura più comoda per loro. Le faccio presente che alcune mamme tenendo i bambini in grembo - anche involontariamente - li spingono verso il seno materno anche quando ormai non allattano più. Ci possono anche essere dei fattori innati che fanno scegliere una postura nel dormire piuttosto che un'altra. Sarebbe interessante sapere come Lei o Suo marito dormivate da piccoli in braccia ai rispettivi genitori ed altrettanto interessante sarebbe sapere per quanto tempo Lei ha allattato i Suoi figlioletti. Comunque ritengo che questo che Lei ha esposto non debba considerarlo come un problema e lasci tranquillamente che i Suoi bimbi dormano come meglio desiderano: l'importante è che quando sono in braccia alla mamma loro si sentano protetti. La saluto cordialmente.
Buona sera Sara, mi colpisce l'attenzione che rivolge al comportamento non verbale dei suoi figli mentre dormono, anche se non mi è chiaro cosa vuol dire "rivolti verso l'esterno". Forse entrambi si abbandonano talmente tra le sue braccia da assumere una posizione estremamente rilassata, per cui gli è possibile rivolgersi verso l'esterno, senza cercare necessariamente il contatto diretto con lei. D'altro canto sottolinea che entrambi le sembrano sereni. Le faccio una domanda: teme di non essere una madre all'altezza delle sue funzioni? Winnicott sosteneva che la figura materna deve essere "sufficientemente buona" il che vuol dire che la madre "perfetta" non esiste. Spesso preoccupazioni eccessive riguardo a quello che facciamo sono legate ad un'ideale interno di perfezione a cui aspiriamo e alla conseguente paura di non essere in grado di fare secondo quest'ideale. Sara si abbandoni come i suoi figli, quando dormono tra le sue braccia, al suo ruolo di madre, permettendosi anche di sbagliare e mantenendo un'attenzione sempre responsabile nei loro confronti, come dalla sua descrizione traspare. I miei saluti.
Gentile utente, sembra di avvertire una certa ansia in ciò che scrive e nel modo in cui lo esprime. Potrebbe non esserci nessun problema nel modo con cui dormono i suoi figli oppure, se lei è una persona molto ansiosa o poco serena, queste caratteristiche potrebbero essere avvertite dai suoi figli che potrebbero in qualche modo "difendersi" e inconsciamente allontanarsi, come pure potrebbero esserci suoi meccanismi inconsci che favoriscono un distacco dei figli. Come vede le ipotesi possono esere più di una per cui per dare una rsposta con più sicuezza sarebbero necessari uno o più colloqui di persona con uno psicologo. Cordiali saluti
gentile sara, non credo che la posizione in cui dormono i suoi figli rappresenti di per sè un problema. credo anche, visto che entrambi si comportano così, che possa dipendere da un suo atteggiamento nei loro confronti; i bimbi tendono infatti non solo ad imitare tutto ciò che vedono attorno a loro ma anche ad "assorbire" e rispecchiare l'atteggiamento emotivo di chi si occupa di loro. in questo senso credo che i suoi figli le offrano un'occasione importante per riflettere di più su se stessa e sul suo atteggiamento nei loro confronti, mettendosi in gioco come persona e come madre. nell'augurarle il meglio la saluto cordialmente.
Gentile signora, non si preoccupi. Loro cercano semplicemente la posizione più comoda per riposare. Deve fare attenzione non tanto alla posizione, quanto alla qualità del sonno: dormono serenamente? Fanno incubi? Si addormentano facilmente? Per il resto stia tranquilla. Saluti
Buonasera, dalle sue parole intravedo un pò di ansia, ansia nella relazione con i suoi bambini che forse potrebbe involontariamente trasmettere loro, producendo dei comportamenti che consolidano le sue paure. Non si preoccupi, i bambini sono tutti diversi e sicuramente non è il semplice modo di dormire che può costituire di per sè un problema. Racconta che sono sereni generalmente, e questo dovrebbe già rassicurarla a sufficienza. Sono sicura che ha due figli bellissimi, che le vogliono molto bene, quindi non si crei inutili preoccupazioni, il fatto che dormano in posizione più aperta e rilassata può anche indicare un maggior rilassamento, un maggior abbandono, quindi la sensazione di sentirsi protetti. Piuttosto cerchi di vivere il rapporto con loro il più serenamente possibile, vedrà che l'appagamento arriverà in molte cose. Cordialmente.
Cara Sara, il fatto che lei spieghi così poco e sia preoccupata... fa pensare che sì sia una sua ansia. se i bambini sono sereni è quello che conta! Però le suggerirei di osservare la posizione in cui tiene i bambini, forse sono scomodi? Mangia spesso cibi che possono dare un cattivo odore? ecc. Il problema vero credo che sia la sua preoccupazione: mi pare molto sola a gestire i suoi bambini, perchè non cerca di creare un gruppo di mamme con cui passare del tempo, scambiarsi informazioni, idee, aiuto? Il padre dei bambini è presente? ne parlate? Insomma cerchi di creare una rete di relazioni, servirà a lei ad essere più serena, a sapere su chi contare in caso di bisogno, a dare una mano ad altre mamme quando loro hanno bisogno (e si sentirà più sicura lei stessa!) E servirà ai suoi bambini che avranno amici con cui giocare e su cui contare crescendo! E soprattutto se li goda! un saluto affettuoso
Gentile Sara, la posizione che un bambino assume durante il sonno o l'addormentamento (forse lei si sta riferendo a questo)non è necessariamente indicativa del rapporto che ha con la madre o con la figura che si sta prendendo cura di lui/lei in quel momento. Di solito lo sguardo rivolto verso il viso della madre si riscontra frequentemente nei neonati durante l'allattamento al seno o al biberon, fase in cui il bambino sperimenta le prime interazioni comunicative con le figure di attaccamento, ma nelle fasi successive di sviluppo comincia l'esplorazione del mondo esterno che crea un contesto relazionale ben più ampio rispetto alla diade madre-bambino. Il rapporto che lei ha instaurato con i suoi figli e loro con lei va considerato alla luce di molti altri fattori che vanno al di là del loro sguardo durante il sonno o l'addormentamento. Sperando di esserle stata utile, la saluto cordialmente.
Credo che quanto da lei osservato sia solo dettato da una eccessiva attenzione ai particolari. Non vedo nulla di negativo nel dormire in quella posizione, forse i suoi figli sono comodi così. Se non sono presenti altri segnali di forti disagi, non c'è nulla di cui preoccuparsi. Cordialmente

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Da tempo chiedo il secondo figlio ma lui non vuole

Salve ho 44 anni il mio compagno 46 abbiamo una bimba di 5 anni e 1/2 da tempo chiedo il secondo ...

4 risposte
Vorrei andare via di casa, ho bisogno di consigli?

Inizio col dire che ho avuto un'infanzia difficile, in famiglia siamo in 6, anche se sono l'unico ...

3 risposte
Come ci si salva?

Salve, sono una ragazza di 18 anni. O forse dovrei. Ho sempre amato la libertà, l’ho ...

7 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.