Famiglia

Articoli

Domande e risposte

Bimba di 4 anni che non riesce a interagire con altri bambini

Mia figlia, compirà 4 anni a dicembre, e ha avuto un percorso di crescita con un ritardo nelle acquisizione delle tappe motorie con arrivo al cammino autonomo a 32 mesi, per un ipotonia che sta via via migliorando, apparentemente senza una causa. Ora è inserita al secondo anno della scuola dell’infanzia, ha un linguaggio con un vocabolario di 30parole ca, ancora stenta a formare delle frasi e spesso utilizza il sostantivo con un predicato all’infinito (va dalla logopedista 2vv a settimana e lei la descrive sveglia e collaborante), controllo sfinterico ancora non appreso completamente (fuori casa è quasi impossibile fargliela fare e non ne sente l’esigenza). Da bambina solare, attorno ai 24 mesi ha cominciato a dimostrare segnali di chiusura e di difficoltà relazionale, inizialmente verso chiunque non fossero mamma e papà, arrivando anche a non mangiare e bere in pubblico e crisi di pianto disperato se qualcuno le si avvicinava. Ora va meglio, pare abbia aumentato la sua autostima: con gli adulti, manifestando delle preferenze, si approccia con timidezza e diffidenza iniziale, ma si relaziona anche con piacere; con i bambini non riesce a giocare, entrare in relazione, toccarli, se non veicolata da un adulto. Preciso che non é una situazione statica: lo scorso anno scolastico ha cominciato non volendo far merenda con gli altri bimbi e stando solo con la maestra, e ha terminato mangiando in mensa ed entrando a manina con altre bimbe! Poi pausa estiva, in cui abitando al mare trascorrevamo tutti i pm in spiaggi con altri bambini, ma uscita dal suo cerchio di quotidianità e di relazione con quelle 5-6 bambine di scuola, abbiamo ricominciato con gli stessi problemi. Vuole stare solo con la maestra, no merenda e adesso si è aggiunto il problema di trattenere la pipì e non voler assolutamente farla a scuola, finché ogni tanto succede che scappa da sola. È sempre stato valutato il suo problema motorio/ritardo del linguaggio, ma mai relazionale, che attualmente mi spaventa molto di più. Grazie. Francesca

1 risposta
Video rapporti sessuali tra minorenni

Buongiorno. Gentili Dottore\ssa ieri sera nel controllare periodicamente, le chat del telefono di mio figlio tredicenne, mi sono imbattuto in un video che gli è stato inviato da un suo amico. Nel visionare il suddetto video, sono rimasto letteralmente allibito, poichè è registrato un rapporto sessuale tra una ragazzina probabilmente minore di anni 14 ( io l ho stimato la sua etá tra i 12 ed i 13 anni) con tre ragazzini anche essi , presumo, minori degli anni 14, o al massimo di poco più grandi. La ragazzina, seppur nel video appariva consenziente, aveva un rapporto sessuale con i tre minori contemporaneamente e veniva a turno da questi ripresa, sempre con il suo consenso. Tutto ció avveniva per strada e alle prime ore del mattino. Come le ho premesso, sono rimasto allibito e vorrei sapere se è possibile e in che modo denunciare questa situazione ai servizi sociali, fermo restando che mi è possibile risalire ad almeno uno dei protagonisti. Ringrazio ed auguro buona giornata

3 risposte
Timido a 5 anni

Buongiorno Mio figlio ha 5 anni, è un bambino solare e che una volta integrato in un gruppo gioca senza problemi. Le maestre dell'asilo dicono che non è per niente chiuso e non ha nessun problema a relazionarsi con gli altri. L'inserimento all'asilo è andato tutto bene (pianto per 2/3 giorni solo per una decina di minuti). Da un anno a questa parte però è diventato molto timido se si trova davanti a situazioni nuove. In casa di amici se c'è troppa gente, nei parchi giochi quando ci sono troppi bambini. Copre gli occhi con le mani e a volte piange addirittura. Gli chiedo se vuole andare via visto che non si sente a suo agio, però rifiuta. Dura così circa una decina di minuti per poi iniziare ad avvicinarsi. All'inizizio gioca venendo sempre da me a sorridermi o darmi il bacetto per poi non calcolarmi più. Il problema mio (se così lo possiamo chiamare) è che non riesco a fargli fare nessuna attività extrascolastica.. non accetta proprio di fare anche se solo la prova. Non so più come comportarmi davvero. Cerco sempre di stare calma, gli spiego che lo capisco si sente a disagio, ma che poi sa benissimo che si diverte dopo. E soprattutto non dico mai che è timido ma che ha bisogno dei suoi tempi. Vorrei chiedere se è una fase che passa crescendo, se devo insistere per fargli fare qualche attività o aspettare che passi? È il caso che parli con una psicologa infantile? Scusate il papiro e grazie

2 risposte
Bambino 3 anni non parla e non interagisce con altri bmabini

Buonasera, mio nipote 3 anni non parla, quando lo si chiama non si gira, gioca sempre da solo con i giochi non interagisce con la sorella. Quando vuole qualcosa acqua biscotti, se non riesce a prenderli da solo, ti prende e ti accompagna per farseli prendere. Da una settimana ha iniziato la scuola e ci va tranquillamente senza piangere si mette al tavolo dei giochi e ci passa ore. Fa pipi nel pannolino nonostante diversi e ripetuti tentativi di fargli capire che di farla nel vasino, si siede sul vasino ci sta un po va via e fa pipi. Il piccolo é cresciuto i primi due anni con la nonna che è non c’é piu trascorrendo l’ultimo anno con gli altri nonni. I genitori, la mamma cerca di stimolarlo parlandogli, il padre poco o nulla. Cosa consgliate di fare? mia sorella é andata da due dottori un 5-6 mesi fá e non hanno riscontrato nulla di particola re di aspettare, ma purtroppo non ci sono stati miglioramenti. Grazie

3 risposte
Nuova compagna troppo invadente

Buonasera. Il padre della mia bimba convive da due gg dopo che noi ce ne siamo andate, con una donna davvero troppo invadente, che si assurge a esperta di bambini denigrandomi e offendendomi con numerosi msg scritti. Ha tentato di tirarmi fuori dall'auto ed era presente quando sono stata picchiata in casa da un'altra amica del mio ex. Purtroppo non ho testimoni, tranne i msg. Siccome vuole farla da padrona anche con mia figlia, dispensando ordini su cosa deve o non deve fare, e il padre la porta con sè SEMPRE, anche quando andiamo dal pediatra (lei aspetta in auto, ma lui pretende di farle sutare ns figlia) ed è una donna severa e decisa, vi chiedo disperatamente se c'è un modo per arginarla. Non ci sono i presupposti per un affidamento esclusivo, secondo voi? Il mio avvocato e la ctp non vedono questa possibilità, nonostante le numerose prove che ho fornito. Prove anche dei dispetti che mi fanno entrambi. Grazie infinite. S.

1 risposta
Problemi comportamentali bimba

Sono una mamma stanca e un pochino disperata. Ho la fortuna di avere due splendide bambine, Bianca di 3 anni e 4 mesi e Carlotta di 2 anni. La bimba con la quale ho dei problemi è la piccola; ho avuto una gravidanza tranquilla ed un parto cesareo programmato senza problemi. Ho cercato di comportarmi con Carlotta nello stesso modo che ho fatto con Bianca, ma purtroppo il risultato è differente. Carlotta va al nido da quando aveva 6 mesi e lì si comporta come una bimba brava, gioca,mangia, dorme; ha sicuramente un carattere forte, se vuole una cosa, ti porta allo sfinimento e alla fine vince lei. Al distacco non ha mai pianto, anzi entra contenta e di corsa. Vuole sempre imitare la sorella maggiore e a volte è arrivata anche a morderla per strapparle dei giochi o perchè ovviamente non riesce a fare tutto quello che fa la sorella. Bianca con lei è amorevole, le lascia fare tutto, anzi fin troppo. In realtà carlotta non potrebbe nemmeno essere gelosa della sorella, perchè praticamente da quando è nata tutte le mie attenzioni sono state maggiormente rivolte a lei, se no impazziva e diventava aggressiva. A luglio ho fatto la prova di lascarla al mare con la nonna e la sorella per 2 settimane e si è comportata come una bimba modello. Dopo l'estate è sicuramente migliorata, ma abbiamo ancora problemi con la nanna. Lei si addormenta solo ed esclusivamente con me in braccio. Se provo a metterla nel lettino, quando mi accorgo che sta dormendo, si alza immediatamente urlando e devo riprenderla in braccio. Alla fine ogni notte da 2 anni dorme su di me; oltre al fatto che io non dormo, anche lei è sempre in dormiveglia, perchè se io mi muovo o addirittura mi sposto, comincia a disperarsi.. Quando rimane da sola con il papà o la nonna mia figlia è brava, mentre quando è con me il più delle volte è esasperante perchè spesso vuole stare in braccio o comunque sentire il mio contatto. Secondo voi come devo comportarmi con Carlotta? Vorrei aiutarla e vorrei iniziare a dormire anch'io. Grazie a chi mi aiuterà.

7 risposte
I miei genitori non accettano il fatto che abbia 19 anni!

Salve, sono una ragazza di 19 anni, sono sempre stata molto responsabile, mi prendo cura di mio fratello, aiuto in casa, non ho mai dato problemi a scuola ...I miei genitori faticano ad accettare il fatto che abbia 19 anni e che abbia bisogno di alcune libertà che le mie coetanee invece hanno senza problemi. La sera ad esempio devo tornare a casa a 00:00, stesso orario di mio fratello di 16 anni, è il limite di orari vale anche per il sabato dove devo obbligatoriamente ritirarmi all’1:00 nonostante gli orari delle mie coetanee. Non sembrano apprezzare nulla di quello che faccio: se ad esempio dopo essermi aver aggiustato casa la mattina, il pomeriggio sto a guardare la Tv sottolineano quanto io non faccia niente. Se esco poi la sera lo stesso, se ne escono con la solita frase “vuoi sempre uscire” e la questione non è nemmeno economica poiché ho una paghetta di 20€ settimanale (uguale a quella di mio fratello) e nonostante ciò, anche prima di averla, il budget settimanale sempre quello era. Ho provato ad ottenere il dialogo ma sembrano non ascoltarmi, tutto mi sembra inutile. Vi prego di aiutarmi, di darmi qualche consiglio!

4 risposte
Figlia molto ribelle

Buongiorno, mia figlia (14 anni) pretende di fare tutto quello che vuole, si sente grande e mi dice che la vita è la sua... La sua ribellione diventa ingestibile, se le neghiamo di uscire esce comunque, se alzo la voce lei replica il doppio, e se io insisto volano oggetti per la camera, e siamo arrivati al punto che lei ci metta anche le mani addosso. Se invece le parlo con le buone allora è più gestibile ma comunque tende ad ottenere sempre quello che vuole. Vuole sempre uscire con gli amici, per fortuna abitiamo in un piccolo paese, comunque sia fuma e a volte ho sentito anche odore di alcool al rientro serale. Sa benissimo come la penso su questi argomenti ma non le interessa niente. A scuola non si impegna e odia studiare... Per lei contano solo gli amici, e ne cerca sempre di nuovi, aveva un amica del cuore la quale si è stancata del suo comportamento a volte scontroso e aggressivo. Abbiamo sentito parere di psicologi e ha fatto visita neuropsichiatrica ma non è emerso niente. Ha anche fobie e paure, paura di fare un prelievo del sangue dopo un primo prelievo fatto un anno fa... Paura di volare dopo un a vacanza due anni fa... Ovviamente è anche molto gentile e carina ma questi suoi comportamenti mi preoccupano molto e ho paura che non sia solo una semplice adolescenza perché mi sembra eccessiva. Non so più a chi rivolgermi, sono in cura pure io da psicologo perché ho forti periodi di depressione a causa di tutto ciò... Sono sposata e ho un altro figlio di 20 che studia e lavora in un altra città e rientra a casa pochissimo perché odia la sorella x come si comporta. Grazie mille Elena

2 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.