Domande e risposte

leggi tutte le domande
Come superare una depressione da tanti anni ed avere l'autostima più alta?

Sono una ragazza che soffre di depressione da qualche mese, ma perché ho avuto un periodo abbastanza brutto quest'anno. Comunque, soffro un po' di una scarsa autostima da tanti anni... Ci sono tante cose da risolvere in me, che è difficile iniziare. Posso comunque riassumere così: sono stata violentata quando avevo 6/7 anni (il papà di una mia amica mi faceva sendere sulle sue gambe per farmi vedere delle cose belle sul computer ed intanto mi toccava...). Da quel punto, il carattere mi è cambiato completamente. Prima ero una bambina molto allegra, estroversa, senza paura di niente. Adesso sono una persona insicura di me stessa, non mi voglio bene e sono un problema per me stessa. Infatti, ho studiato lingue, è stato sempre il mio sogno, ma non riesco a parlare inglese con gli altri. Ho paura di sbagliare, ho paura di fare una figura ridicola. Quando avevo 12, ho avuto due relazioni sentimentali (quelle dei giovani) in cui mi obbligavano ad avere relazioni sessuali per forza sennò mi minacciavano. Dal quel punto, quando sono riuscita a lasciare questi ragazzi, ho iniziato ad avere problemi con le altre relazioni. Fino a quando ho trovato un fidanzato veramente bravo che mi ha ascoltato, mi ha aiutato, mi ha dato tutto per farmi sentire bene ed è riuscito ad avere relazioni sessuali con me senza problemi. Sono stata con lui 4 anni insieme, ma i miei problemi psicologici mi hanno portato a lasciarlo, perché non ero sicura di me stessa, della situazione in cui eravamo sommersi (relazione a distanza 4 anni). Mi sono comportata con lui veramente male, l'ho lasciato da solo quando lui stava attraversando un periodo bruttissimo. Mi sento veramente male, mi trovo sempre a piangere, non dormo bene, divento pazza in momenti, il cuore mi batte fortissimo sempre, e sono dimagrita almeno 6 kili in un mese, mi trovo in sottopeso. Adesso voglio iniziare a risolvere i miei problemi e, una volta  risolti, poter iniziare una vita migliore con me stessa e con lui.

3 risposte
Come fare se si è visto un abuso su adolescenti?

Salve, scrivo qui pur sapendo che potrebbe essere il luogo sbagliato, ma ho bisogno di sapere come agire rispetto ad un fatto a cui ho assistito ieri sera, che mi ha sinceramente sconvolto. Ero nei pressi di una pizzeria molto vicina a dove abito, questo "signore" schifoso, avrà circa 38 anni suppongo, era seduto al tavolo di fianco al mio. Arrivano queste due ragazzine, evidentemente minorenni, tra i 15-16 anni, lui si alza, e parlano. Lui e queste poverine si conoscono. Nulla di strano, fin qui, se non fosse che, come se tutto fosse normale, lui inizia a toccare prima una e poi l'altra, ripetutamente, su seno e glutei. Loro sembrano abituate a questo, non reagiscono, ridono, e alla fine lui apre il portafoglio, dando una sigaretta ad una delle due, facendo gesti strani con i soldi, come se accennasse al pagarle, ma questa magari è una mia supposizione. Io ero e sono francamente shockato e arrabbiato, sfruttare così l'ingenuità di due ragazzine è vomitevole, ed è un qualcosa che, senza che ora se ne rendano conto le segnerà a vita. Il problema è stato la rapidità del tutto: non ho filmati, foto, audio, di nulla, dato che all'inizio stavano semplicemente parlando. Il soggetto si aggira però quotidianamente attorno all'esercizio commerciale di cui sopra. Cosa posso fare?Il mio istinto sarebbe stato andare dai carabinieri, ma con cosa? "Ho visto quest'uomo palpare due minorenni" è al limite dell'ostracismo! Con me c'era anche un mio amico, e abbiamo tentato di valutare la situazione, ma non so sinceramente cosa fare. Quello che so è che c'è un uomo, che ogni giorno si aggira in quelle zone, che ieri sera ha toccato due minorenni, come se fosse un gesto abituale, quello che ho in mano è però nulla, suppongo!Vi prego di farmi capire cosa si può fare, come posso agire, a chi posso rivolgermi. Purtroppo non ho il potere di avviare un'indagine, quasi sicuramente.Vi ringrazio per la risposta, non posso rimanere indifferente io, a 20 anni, che ho molto vicino il ricordo di quanti si è vulnerabili a 15!

9 risposte
E' possibile coinvolgere gli assistenti sociali per tenere sotto controllo questa donna e tutelare mia figlia?

Salve, Sono padre di una bambina di 18 mesi. Dopo la separazione, la mia ex non me l'ha fatta vedere per circa 3 mesi senza neanche rispondere ai messaggi nei quali chiedevo come stava la bambina. Dopo essere andato da un avvocato, ho ottenuto l'affidamento congiunto, ma fin da subito la mia ex mi ha creato problemi durante le visite. Insulti, urla, parolacce e botte nei miei confronti il tutto sempre davanti agli occhi di mia figlia o addirittura quando la tenevo in braccio io. Io ho diritto a vederla due volte a settimana più una domenica a settimane alterne per 3 ore al giorno, ma lei inventando scuse mi permette di vederla quando e quanto decide lei perché “lavora è stanca“ (naturalmente è una bugia, visto che sentendo lei non ha mai giorni di riposo). Nel frattempo io verso puntualmente ogni mese il mantenimento deciso dal giudice. Negli ultimi tempi sono stato aggredito due volte di fronte alla bambina tanto che sono dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso e denunciare tutto alla polizia. Sono preoccupato perché mia figlia sta crescendo abituata alle urla, alle parolacce e alle violenze della madre, sulla quale premetto non ho mai alzato un dito. Mia figlia l'ultima volta, traumatizzata dal comportamento della madre, per almeno due settimane piangeva quando mi vedeva e non voleva stare con me (vedendo la madre che picchia un'altra persona pensa che sia io il cattivo). Vorrei sapere: è possibile coinvolgere gli assistenti sociali per tenere sotto controllo questa donna e tutelare mia figlia? Inoltre, avendo fatto un esposto perché non me la faceva vedere, avendo fatto causa io e i nonni per lo stesso motivo e fatto denuncia per aggressione (entrambe le volte con referto medico) posso richiedere l'affido esclusivo?

9 risposte
Sono una mamma di una ragazzina abusata e di un piccolino di 2 anni molestato dalla stessa persona

Salve, sono una mamma di una ragazzina abusata e di un piccolino di 2 anni molestato dalla stessa persona. Sono in crisi nonostante il sostegno psicologico per me il lavoro delle neuropsichiatra e psicologa di mia figlia, non riusciamo ad uscire dal tunnel! Lei mi odia e non mi vuole più parlare ogni cosa che faccio ed in ogni modo in cui mi pongo io sono sbagliata! Non c'è più dialogo e forse nn c'è mai stato dato che per due anni la mia bimba ha subito e non mi ha mai parlato C'è qualcuno che può aiutarmi?

10 risposte
Sono la zia di un bimbo di 4 anni che dalla nascita viene maltrattato dalla madre

Salve mi chiamo daniela sono la zia di un bimbo di 4 anni che dalla nascita viene maltrattato dalla madre sia verbalmente sia percosse, frequenta il secondo anno di sculoa materna, una volta alla settimana ha una seduta dalla logopedista e da poco da una psicologa neurologa. Purtroppo mio fratello non so il xchè non riesce a rendersi conto di tutto questo eppure lui vede lui sa ... mi date x favore una risposta cosa fare in questi casi vi ringrazio

2 risposte
Mia figlia mi ha riferito di episodi di molestie

Ciao Sono una mamma di 53 anni e mia figlia ha 12 anni. Da alcuni mesi mia figlia mi ha riferito di episodi di molestie che ricorda siano successe quando era più piccola. Non so come comportarmi con lei .Cosa devo fare? Ci sono dei centri nella mia zona che la possano aiutare? E che aiutino anche me? Io abito a Padova.

10 risposte
Che conseguenze hanno gli abusi psicologici infantili?

Buongiorno a tutti e grazie per la disponibilità. La mia domanda è: che conseguenze hanno gli abusi psicologici infantili? Precisamente dagli 8 anni fino ai 16 anni. Il mio patrigno abusava di me psicologicamente. Ero letteralmente terrorizzata da lui. Mi umiliava sempre, picchiava mia madre e dava la colpa a me, addirittura mi dava della prostituta. Quando tornava a casa iniziavo a tremare. Non potevo fare assolutamente nulla in casa dal guardare la tv a decidere se poter mangiare una briochina. Non potevo dormire per riposare se c'era lui perchè se no iniziava a sbraitare. Era veramente un inferno. Se ero seduta alla scrivania (l'unica cosa che potevo “fare“ se c'era lui in casa) e sentivo che si alzava dall'altra stanza mi irrigidovo a tal punto che capitava che mi facessi la pipì addosso. Non potevo mai parlare perché lui iniziava a schernirmi. A 14 anni sono diventata autolesionista. Era uno sfogo e me ne vergognavo, ma volevo che gli altri si accorgessero di quanto stessi male. Sono arrivata a pensare anche al suicidio. Insomma mi ha annulata e porto ancora con me le conseguenze: depressione atipica e attacchi di panico anche se grazie al mio bel carattere sopravvivo. Attendo risposta e vi ringrazio ancora.

7 risposte
Il pensiero di un abuso sessuale mi fa sentire sporca.

Salve ho 20 anni, prima di iniziare a parlare e a porre la mia domanda, vorrei dirvi che da molto tempo e cioe 7 mesi ho iniziato a soffrire d ansia e paranoia, questa condizione mi ha portato e pensare a tutto e a sentirmi malata e sbagliata su tutto. Sono gia in cura e la mia psicologa mi rassicura dicendo che non sono anormale e che tutti i miei pensieri sono dovuti all ansia. Ora, non riesco a parlarne con la psicologa di questo perché non vorrei che penasasse che la persona inquestione mi abusasse da piccola. Da piccola ero molto felice, mia nonna aveva il terrore che io potessi subire qualsivoglia abuso e io la rassicuravo sempre che non ne ero mai stata vittima. E quando in tv sentivo di bambini abusati nella mia mente pensavo gia a 6 anni quanto potessi essere fortunata e che Dio mi voleva davvero bene perché mi aveva dato una vita perfetta, lo scrivevo anche su i temi. Ho scoperto la masturbazione in giovane etá, a 4 anni circa, strusciandomi per sbaglio su una sedia e infatti mi masturbavo cosí, difronte a chiunque. Mia madre e i miei parenti non mi hanno mai sgridata per paura di farmi venire qualche complesso, cosa molto giusta leggendo su internet. Peró io sono cresciuta con un nonno che non é il mio nonno reale, non mi ha mai torto un capello, ma ho il ricordo nitido fin da piccola di me , che mi struscio sul suo pene, sapendo gia a quell etá che i maschietti avevano il pene, dato che sono cresciuta con un cuginetto e ci facevamo il bagnetto insieme a volte. Il ricordo termina con mia nonna che mi dice di togliermi da sopra a nonno e di mettermi a dormire. L ho rifatto con mio zio quest ultimo mi scansó sgridandomi e infatti il pensiero mi imbarazza. Mi chiedo solo, se fosse normale. Il pensiero di quella volta mi fa sentire talmente sporca.... grazie in anticipo della risposta. L aspetto con urgenza.

2 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.