Famiglia e bambini

Mia figlia è molto distratta. Cosa posso fare?

Alessandra

Condividi su:

Salve sono la mamma di una bambina di 10 anni e di un bambino di 12 anni, nato alla 21° settimana; ciò ha comportato varie problematiche.
Sono qui per esporvi il problema di mia figlia e per avere un consiglio su come procedere.
È da qualche anno che noto sempre più spesso che la bambina si distrae molto, sia a scuola che in casa.
Il maestro durante l’ultimo colloquio mi ha detto che la bambina è molto intelligente e apprende molto velocemente anche sa a volte dimentica ciò che sta facendo perché è distratta. Questo atteggiamento l’ho notato anche io in casa, quando le chiedo di portarmi o porgermi qualche oggetto inizialmente sembra aver compreso ciò che le viene richiesto ma poco dopo mi chiede nuovamente di ripeterle ciò che le avevo detto.
Secondo voi come dovrei procedere?
Grazie mille anticipatamente.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve,


la invito a leggere il mio articolo Udito uguale comportamento. Spesso le difficoltà dell'attenzione di cui parla sono legate ad anomalie della percezione uditiva.


Un rieducatore uditivo appositamente preparato (trova l'elenco di quelli del metodo AIT Bérard presenti in Italia sul sito https://berardaitwebsite.com/practitioners/find-a-practitioner/?practitioner_name=&country=Italy&state=&city= ) potrebbe valutare il bambino ed agire di conseguenza.


Tanti auguri e un saluto al ragazzino

Salve Alessandra,


ho letto le tue parole e comprendo la tua preoccupazione per tua figlia. A mio avviso, sarebbe conveniente far incontrare la bambina ad uno specialista, il quale magari potrebbe sottoporle qualche batteria testistica per verificare che non siano presenti deficit attentivi che con il tempo possono magari compromettere anche la performance scolastica.

Gentile Alessandra,


dalla mia esperienza di insegnante ho imparato che, di fronte a espressioni di disattenzione e scarsa capacità di concentrazione, è necessario ricercarne le cause attraverso un attento processo di osservazione valutazione.


Infatti se esse sono riconducibili a difficoltà nella sfera della attenzione e concentrazione, attraverso un iter valutativo specifico si possono identificare e intervenire con strategie da applicare a scuola e a casa.


Se i test escludono difficoltà particolari, allora è utile muoversi con un’altra ottica e cioè quella di difficoltà espresse con le stesse modalità, come se si trattasse di un disturbo di attenzione, ma derivate da cause psicologiche.


Se fosse questo il caso di sua figlia, una consulenza psicologica a voi genitori, può migliorare e forse risolvere le difficoltà di cui lei parla.


Se la lettura delle dinamiche relazionali è corretta i miglioramenti sono repentini, anche entro l’arco di  pochissimi giorni.


E’ molto consolatorio sapere che questi problemi si possono superare.


Cordiali saluti e sia fiduciosa


 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Famiglia e bambini"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Litigi in famiglia, manipolazioni familiari

Mia madre tenta di manipolare la famiglia, spesso, dal nulla mi mette contro mio fratello o contro ...

2 risposte
Rapporto conflittuale con mia figlia di 20 anni

Buonasera, sono una mamma di 4 figlie di 20, 18, 11, sono molto dispiaciuta del rapporto con mia ...

4 risposte
I miei genitori non accettano il mio fidanzato

Buongiorno, Sono fidanzata e innamorata da un anno del mio fidanzato. All'inizio che i miei genitor ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.