Disfunzioni sessuali

Criteri diagnostici per il Vaginismo secondo il DSM IV

25 Novembre 2011

Condividi su:

A. Ricorrente o persistente spasmo involontario della muscolatura del terzo esterno della vagina, che interferisce col rapporto sessuale.

B. L’anomalia causa notevole disagio o difficoltà interpersonali.

C. L’anomalia non è meglio attribuibile ad un altro disturbo in Asse I (per es., Disturbo di Somatizzazione) e non è dovuta esclusivamente agli effetti fisiologici diretti di una condizione medica generale.

Le risposte sessuali possono essere mantenute se la penetrazione non viene tentata o prevista. L’ostruzione fisica dovuta allo spasmo muscolare di solito impedisce il coito. Il vaginismo permanente ha di solito un esordio repentino, manifestandosi per la prima volta durante i primi tentativi di penetrazione sessuale da parte di un partner o durante la prima visita ginecologica. Quando il disturbo si è instaurato, il decorso è di solito cronico, se non vi sono miglioramenti a seguito di una terapia.

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disfunzioni sessuali"?

Domande e risposte

Problemi erezione con amante. Come superarla?

Buongiorno, sono Stefano e ho 38 anni. Sto con la stessa donna da più di dieci anni, ora ...

2 risposte
Mancanza di desiderio sessuale con mia moglie

Buon giorno, ho 51 anni e il mio problema è legato al fatto di non riuscire più ad ...

2 risposte
Mio figlio ha una disfunzione di genere?

Salve, sono arrivato qui cercando informazioni per capire se mio figlio di quasi 10 anni sta manifes ...

4 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.