Domande e risposte

leggi tutte le domande
Mio marito non mi desidera

Mio marito 43 anni, dopo 13 anni e un anno che non mi desidera e ne riesce a fare sesso con me. Non gli viene desiderio e se capita si smonta. Perche? Cosa pensare.. mi fa stare male mi sento inutile

3 risposte
Problemi erezione con amante. Come superarla?

Buongiorno, sono Stefano e ho 38 anni. Sto con la stessa donna da più di dieci anni, ora siamo anche sposati. Sono sempre stato fedele, ma da qualche mese, complice la routine e il lockdown, fra noi c'è stato un calo di desiderio e ho iniziato a desiderare nuove avventure sessuali. Poche settimane fa ho conosciuto una ragazza che mi ha dimostrato subito interesse. Questa volta ho ricambiato e dopo un po' che ci siamo scritti, ci siamo incontrati e ci siamo baciati. Ci scriviamo cose spinte e mi eccita molto, causandomi continue erezioni. Qualche giorno fa ci siamo incontrati e voleva farmi una fellatio. Purtroppo non sono riuscito a eccitarmi a sufficienza e non ho avuto un'erezione. Sottolineo che la ragazza mi piace moltissimo. Non ho ben chiaro se è perché è la prima volta che mi tocca un'altra donna dopo mia moglie (anche se non ho particolari sensi di colpa) o qualche genere di ansia da prestazione, anche se qui non era previsto un rapporto sessuale, ma solo una fellatio. Forse perché la ragazza è sessualmente esperta mi causa ansia? Sottolineo che anche io le ho fatto sesso orale e le ho procurato un rapido e appagante orgasmo. Sono cose comuni? Come superarla?

4 risposte
Mancanza di desiderio sessuale con mia moglie

Buon giorno, ho 51 anni e il mio problema è legato al fatto di non riuscire più ad eccitarmi con mia moglie quando facciamo del sesso, che regolarmente pratichiamo ogni fine settimana. Con mia moglie c'è intesa di vita e d'amore, e siamo insieme da 35 anni. Tutto è iniziato qualche mese fa, con l'improvvisa perdita dell'erezione durante un rapporto, che è peggiorata sempre più nel tempo, fino ad arrivare ad oggi che raggiungiamo l'orgasmo, entrambi, masturbando l'altro. Preciso che il desiderio su di lei c'è, ma forse è solo mentale, così come l'eccitamento soddisfacente del pene in altre situazioni (film hard, o amiche disponibili) e non capisco perché non riesca più ad avere erezioni anche con LEI che mi permettano di avere un rapporto con penetrazione. Mi sapete consigliare un rimedio medico per tornare ad essere soddisfatto e appagato, e non così frustrato e deluso di me stesso?

2 risposte
Mio figlio ha una disfunzione di genere?

Salve, sono arrivato qui cercando informazioni per capire se mio figlio di quasi 10 anni sta manifestando un orientamento sessuale opposto al suo sesso. Google mi ha portato a questa pagina  Ho letto la descrizione di questa mamma e ha alcuni aspetti simili al caso nostro relativamente a interessi di nostro figlio tendenzialmente femminili (cartoni animati, giochi, musica e ballo..). Mentre la situazione familiare, cioè il Rapporto tra me padre e il bambino, è più che ottima. Mia moglie, casalinga, è sicuramente più presente ma anche io lavoro praticamente Part time e passiamo molto Tempo assieme. La mamma è come molte mamme molto apprensiva nei suoi confronti e molto coccolona, spesso si preoccupa molto anche per un solo graffio che vede sulla sua pelle. La cosa che a me ha preoccupato molto, appena iniziata la quarantena per la pandemia, abbiamo dovuto procurarci attrezzature Per la DaD e una scheda sim per il suo utilizzo scolastico. Questo lo ha introdotto all'uso della rete (sono molto preparato con smartphone ecc), appena ho avuto dei segnali inequivocabili ho trovato sul suo device che ha cercato e visitato siti con video porno di gay. Glie ne ho parlato e dopo aver negato mi ha detto che era solo curioso perché aveva sentito la parola omosessualità. Ma in Google aveva digitato "uomini che sessano" non sapendo nemmeno che parole usare. É un bambino ancora molto attratto da cose molto infantili. É mollo sensibile e pieno di vitalità allegra. Un altro dettaglio.. Quando si siede nel water tiene le gambe strette con gli organi genitali spinti in basso che non si vedono, quasi come non li avesse da sembrare una. Femmina. D'altra parte ha una "fidanzatina" coetanea alla quale scrive messaggi d'amore e dice che la sposerà da grande e vorrà fare tanti bambini. Mi potete consigliare a chi rivolgermi per un primo consulto di presenza? Dal mio pediatra? Grazie

4 risposte
Quando i problemi di comunicazione diventano problemi insormontabili!

Buonasera, sono una donna di 43 anni che si frequenta con un uomo di 53 da poco meno di due anni. Fin dall'inizio della nostra storia abbiamo avuto tanti problemi, sia di comunicazione che a livello sessuale. I nostri problemi di comunicazione sono sfociati in furibonde discussioni mentre i problemi sessuali sono partiti da non riuscire inizialmente ad avere rapporti per problemi di incompatibilità anatomica per poi arrivare a problemi di disfunzione erettile. Oggi ci troviamo che ancora spesso discutiamo per vari motivi, ma stiamo imparando a comprenderci di più ed avere soprattutto più pazienza l'uno con l'altra, ma i problemi sessuali si sono aggravati giorno dopo giorno al punto che il mio uomo non mi cerca o addirittura ad ogni mio approccio mi rifiuta!!. La motivazione? .... "è tutta colpa tua perché mi hai talmente tanto logorato che oggi non riesco nemmeno ad avere più rapporti intimi con te" ....detto in un modo più carino da come lui me lo rinfaccia .... e naturalmente a fronte di ciò, io mi sento sminuita come donna in quanto sempre rifiutata ..... oramai è da febbraio, quindi almeno 10 mesi e mortificata nel profondo perché vengo colpevolizzata del suo/nostro problema!! Ognuno di noi va per motivi suoi personali da uno psicologo, ma gli ho chiesto di andare insieme anche da un terapista di coppia e naturalmente la risposta è stata negativa. Ho provato a chiedergli di andare anche insieme da un andrologo e anche li il rifiuto totale..... Potreste per favore consigliarmi quali atteggiamento dovrei avere e come posso riuscire a convincerlo che ci dobbiamo fare aiutare? Non so più come fare. Vi ringrazio infinitamente. Isabella

6 risposte
Parzialismo piedi

Salve, vado subito al dunque. Ho 30 anni, sono ancora sessualmente vergine perchè fin da ragazzino sono sempre stato attratto esclusivamente dai piedi e dal desiderio di essere sottomesso ad una donna. Verso i 18 anni ho provato ad avere rapporti sessuali completi con la mia ragazza dell'epoca, ma non riuscendo a raggiungere alcuna erezione visto il totale disinteresse verso l'apparato genitale femminile, cosa confermata anche in alcuni tentativi successivi con altre donne. Non ho quindi più avuto ragazze, fidanzate o simili, "sostituendo" il tutto con le uscite con gli amici. Negli ultimi anni però è sempre più forte in me il desiderio di avere una fidanzata, di avere compagnia, di avere anche magari una famiglia, di avere insomma una vita normale. Ma questo mio parzialismo incentrato sui piedi e sulla sottomissione ovviamente non me lo permette. Ho provato l'anno scorso ad iniziare un percorso con una sessuologa, ma senza alcun risultato degno di nota, ho provato quindi per l'ennesima volta a farmene una ragione e a pensare ad una vita da single. Però questo desiderio di avere una ragazza, una compagna e una compagnia, ritorna spesso e prepotentemente, in ultimo qualche giorno fa quando mi sono baciato in bocca con una ragazza che si è invaghita di me, dovendo però trovare subito scuse per non procedere verso un rapporto sessuale dove so già che non riuscirei ad arrivare alla penetrazione in quanto non avrei erezione, scuse che tra l'altro non so bene ora come giustificare. Comunque, tutto questo per chiedere: E' possibile "guarire" da questa situazione e riuscire ad avere rapporti sessuali (anche senza dover necessariamente eliminare la componente feticistica che in sè non mi crea fastidio)? Vi chiedo di rispondermi seccamente e sinceramente, sì o no, e nel caso del sì quale strade si possono seguire? Leggevo ad esempio di ipnosi regressiva, potrebbe veramente funzionare? Grazie in anticipo.

2 risposte
Carenza libido

Buongiorno, mia moglie non sente più alcun piacere durante i rapporti sessuali neanche con i preliminari. La causa sembrerebbe psicologica in quanto io per mesi ho avuto alcuni problemi legati ad una prostatite che ho dovuto curare che non mi permetteva una sufficiente durata nei rapporti anche in termini di erezioni. Molto probabile che questo continuo ricercare il piacere abbia condotto la consorte a rifiutare i rapporti sessuali. Tant'è che non desidero alcuno. Anzi aveva nei rapporti quasi dolori durante la penetrazione. Premetto che abbiamo sempre fatto l'amore per anni con passione e addirittura anche più volte al giorno. Chiedo se conviene prima effettuare una visita ginecologica e dopo affrontare un consulto specialista?? Grazie

1 risposta
Mio marito non raggiunge l'erezione

Io e mio marito abbiamo 38 anni, stiamo insieme da 18, conviviamo da 11, sposati da 8. Da quando viviamo insieme il sesso è una tragedia, lo facciamo pochissimo e male, lui non raggiunge l'erezione, il risultato è che mi arrabbio e si finisce per litigare. 6/7 anni fa siamo andati in terapia ma non è servito a nulla, i problemi sono rimasti. Poi magicamente abbiamo avuto due bambini, siamo stati fortunati perché pur facendolo pochissimo sono rimasta incinta. Ovviamente con due bambini piccoli il tempo e le forze per stare insieme sono ancora meno, adesso che però finalmente dormono staccati da me, potremmo riprendere i nostri spazi, ma il problema è sempre quello. Io sono sfinita, non ne posso più di un uomo mezzo uomo. Ho tanta pazienza, ma sono stanca di non avere una vita sessuale. Andiamo d'accordo, lo amo e lui mi ama, abbiamo una bellissima famiglia, non ci manca nulla, tranne il sesso, che però per me è fondamentale. Non sono una brutta ragazza, volendo potrei trovare qualcun altro e ci sto pensando perché non sopporto che la mia vita sessuale sia morta da anni, anche se non credo sarei capace di farlo. Abbiamo discusso migliaia di volte su questa cosa e finisce sempre nello stesso modo...io mi arrabbio e lui si mortifica, ma le cose non cambiano mai. Sono arrivata a pensare anche fosse gay o avesse un'altra ma non credo...cosa posso fare? Questa cosa logora il nostro rapporto ed io sono al limite. Grazie

5 risposte
Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.