PROBLEMI DI COPPIA

Paolo

Buongiorno, mi chiamo Paolo, ho 46 anni, sposato da 7 e con un figlio di 6. Nel 2018, a causa di una velocissima malattia, è venuta a mancare mia suocera. Mia moglie da allora non è più la stessa. Ha attuato comportamenti atti a "proteggere" mio suocero da qualunque cosa, qualunque opinione diversa dalla sua (lui molto padre padrone) utilizzando spesso nostro figlio come merce di accondiscendenza nei suoi confronti. Ha allontanato qualunque mio parente stretto, compresa mia mamma. Se io non sono daccordo con alcune decisioni, che coinvolgono anche nostro figlio, lei mi bypassa. Ora divergiamo anche sull'educazione di nostro figlio, vivo una situazione di sofferenza, dove vedo in pericolo il mio matrimonio e soprattutto la serenità di nostro figlio. Io dei due sono stato sempre quello più "debole" di carattere, ma adesso temo la situazione prenda una via a senso unico.
Grazie in anticipo.

3 risposte degli esperti per questa domanda

Salve Paolo, mi spiace molto per la situazione ed il disagio espresso da questa situazione. Mi spiace molto per il lutto che ha colpito sua moglie e capisco lo stato di smarrimento in cui possa essersi trovata. Ha provato ad affrontare la questione direttamente con sua moglie esprimendo in modo chiaro e sincero, senza giudizio, il cambiamento riscontrato in quest'ultimo periodo? Potrebbe sua moglie essere arrabbiata con lei per qualcosa? Se lo ritiene opportuno, può richiedere un consulto psicologico per elaborare quanto sta avvenendo e cercare le strategie migliori da poter mettere in atto.

Resto a disposizione, anche online.

Cordialmente, dott FDL

Gentile Paolo,

da come descrive la sua vita di coppia mi sembra capire che tra di voi manchi un buon dialogo e una comunicazione costruttiva e di coppia.

Forse la prima cosa da fare, se possibile, è parlarne con la sua compagna. Spiegarle quello che sta vivendo, come si sente, cosa le farebbe piacere per il vostro futuro di coppia e di genitori.

Potrebbe essere un'eventuale idea parlare a voce o scrivere un messaggio (lettera o email)? Come potrebbe essere più proficuo e costruttivo? Quando parlate e vi confrontate come reagite?

Inoltre potrebbe valutare:

- una psicoterapia individuale per ritrovare se stesso, essere ascoltato e aiuto a far emergere la sua personalità, la sua volontà, il suo pensiero e le sue emozioni; che sia nella vita di coppia, familiare o al lavoro o con gli amici

https://www.psicoterapiacioccatorino.it/quando-richiedere-una-consulenza-psicologica/

https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-individuale-minori-adulti-cognitivo-costruttivista/

- una psicoterapia di coppia dove cercare insieme una ripartenza e nuove strategie per il vostro futuro.

https://www.psicoterapiacioccatorino.it/terapia-di-coppia-torino/

Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza online o se volesse rispondere in privato alle domande poste.

Cordialmente

Dott.ssa Federica Ciocca

Psicologa e psicoterapeuta

Ricevo a Torino e online

Buongiorno se sua moglie è d'accordo  le consiglio qualche colloquio con un terapeuta di coppia, per trovare tra voi un punto di incontro e riuscire a comunicare. 

Se invece pensa non sia fattibile parli lei con uno psicoterapeuta per trovare un modo coerente e equilibrato per gestire la situazione familiare 

A disposizione on line se ha bisogno di approfondire 

Dott.ssa Belinda Doria