Problemi di coppia

Come si reagisce ad una rottura cosi?

Giulia

Condividi su:

Buongiorno, sono una ragazza di 21 anni e sono appena stata lasciata dopo una storia di ben 3 anni. Purtroppo sto impazzendo, faccio di tutto per risentirlo o poter rivederlo, ma lui ogni volta mi dice chiaramente che non vuole stare con me, che non gli manco e che è un problema che devo gestirmi io, se sto male.

Vi chiedo come posso superare una cosa del genere, ogni giorno mi sveglio con gli occhi gonfi, è come se portassi un macigno sopra al cuore, ho paura di non mancargli e ho ancora piu paura che non si accorgerà di aver fatto un grande errore. Sto male, non riesco a fare neanche le cose che facevo normalemente, come studiare, ogni cosa mi ricorda lui. Ci sono dei metodi o qualsiasi cosa per poter riuscire a non stare male? Come può una persona che ti ha amato per tre anni, trattarti in così malo modo? Come può non sentire la mia mancanza, quando invece a me logora dentro?
Grazie in anticipo per la risposta.

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Giulia,


purtroppo non esiste una ricetta miracolosa che ci impedisca di soffrire quando veniamo lasciati. Dici che è appena successo per cui considero un tempo di alcuni giorni o settimane. In un lasso di tempo di questo tipo è del tutto normale soffrire. Scrivi che continui a cercarlo immagino per fargli cambiare idea ma lui sembra determinato. Non abbiamo potere sul comportamento o la mente degli altri. Il passaggio fondamentale al quale puntare è quello di spostare il controllo da lui a te stessa. Se sposti il controllo su di te scoprirai che ci sono molte cose da poter fare per elaborare la perdita/abbandono e lasciare che il dolore e la sofferenza facciano il loro corso per venire poi sostituite da altri stati d'animo. Non è cambiando la sua decisione che starai meglio ma cambiando il tuo modo di vedere la situazione e te stessa nella situazione. Se tutto questo ti risulta di difficile attuazione ti consiglio di rivolgerti ad uno psicologo che possa aiutarti a superare questo difficile momento. Un professionista saprà capirti e accompagnarti attraverso questo stato d'animo che ora ti sembra irrisolvibile aiutandoti anche nella scoperta delle tue risorse interiori. Ne uscirai cresciuta. 

Buongiorno Giulia,


al dolore della fine di una storia non ci si può sottrarre né è bene che tu eviti tale sofferenza. Sarà così per un po'. La vita è anche questa. 


Faresti bene a smettere di assillarlo. Per la tua dignità.


Lui non vuole stare con te perché i suoi sentimenti si sono modificati. E tu non puoi obbligarlo a sentire ciò che non sente. L'amore non si chiede ne' è un sentimento che vuole comandi.


Giulia, ora anche se è dura, stai nel dolore. Perché ora c'è questo nel tuo cuore e perché solo così tra un po' di tempo ti potrai accorgere che esiste anche altro nella tua vita.


Saluti cari

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Come faccio a far andare il mio compagno rispetto al passato?

Sono Serena da 4 anni ho una relazione con un uomo separato con due figli. La sua ex compagna mi ...

1 risposta
Tradimento

Salve, Sono un uomo di 41 anni, sono con la mia compagna da 7 anni. Ci siamo conosciuti in Inghilter ...

5 risposte
Mio marito mi vede come una sorella

Buongiorno ho 39 anni sto con mio marito da 21, e 13 anni di matrimonio, all inizio tutto bene poi, ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.