Problemi di coppia

Dubbio amletico tra amante e marito

Chiara

Condividi su:

Ho 34 anni e da qualche mese sto vivendo una situazione terribile. Sono sposata da 6 anni con un marito che mi ama tantissimo e davvero eccezionale, abbiamo due bambini di 3 e 1 anno. Da fuori siamo la famiglia felice e in carriera. Nella realtà io lavoro molto e abito in Svizzera con i bambini, mentre mio marito lavora in Italia e ci vediamo il fine settimana. Da 4 mesi frequento un uomo con cui faccio tante attività insieme e riesco ad avere una relazione vicina e divertente. Mi sono innamorata di questo uomo e già parliamo di vita assieme anche con i miei bimbi. Ma io non so davvero se lasciare mio marito al quale darei un dolore enorme ed è una buona persona per iniziare la vita con questo uomo che per ora è fantastico, ma non so se lo sarà anche tra 10 anni...confusione totale ma stufa di fingere con chi mi ama realmente (entrambi).

5 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Chiara, la sua richiesta mi lascia piuttosto perplessa. E' come se chiedesse ad altri quali sono i suoi veri sentimenti, e se vale la pena mandare a monte un matrimonio per imbarcarsi in una relazione che, in questo momento la soddisfa pienamente, ma che non sa come  si evolverà tra dieci anni. Alla base della sua confusione attuale mi sembra di intravedere un modo piuttosto superficiale di concepire l'amore e le relazioni  sentimentali, e soprattutto mi sembra di percepire da parte sua un grande egoismo. Lei ha due figli piccoli e sembra non preoccuparsi minimamente di loro e di quello che un tale cambiamento potrebbe provocare; mi scuso per la mia franchezza, ma il suo mi sembra un comportamento di tipo adolescenziale, molto poco consono ad una persona della sua età. Cordiali saluti.

Gentile Chiara,


non le scrivo una risposta troppo complessa; cerco di darle uno stimolo per chiarirsi le idee che in questi casi sono necessariamente confuse.


Le propongo di riflettere su due punti:


- il suo innamoramento è verso per la nuova relazione che le viene proposta o verso la nuova persona? Sembra impossibile scindere i due aspetti e allora le propongo la seconda riflessione:


- se suo marito si rapportasse con lei nello stesso modo che le propone il suo amante le andrebbe bene, anzi meglio oppure no?


Le dico questo perché ci sono studiosi di psicologia che ritengono che ci si innamori non delle persone in senso stretto, ma della relazione che da loro ci viene offerta.


Se riesce a darsi delle risposte chiare forse riuscirà a scegliere la cosa migliore per lei.


Si dia il tempo necessario a capirsi.


Cordialmente

Carissima Chiara,


ritengo che ogni donna merita di essere amata dal proprio marito ed ogni marito dalla propria moglie. Sarebbe opportuno che tu cercassi di fare chiarezza nel tuo cuore ed in cio che veramente ti appartiene. Cambiare uomo sarebbe più facile che cercare di ritrovare l'intimità e l'armonia nel proprio rapporto matrimoniale. Allora cosa puoi fare? Rimettiti in gioco nel tuo matrimonio, cerca di capire cosa nel tuo rapporto di coppia ha abbassato il piacere tra te e tuo marito. Il piacere deve riprendere aprendoti alla novità con tuo marito. Chi ti dice che anche con il tuo amante, quando sarà il rapporto con lui formalizzato, non vi saranno problemi anche più grandi di quelli che stai attraversando. Rifletti bene ed ascolta il tuo Cuore. Mi auguro potrai veramente riscoprirti per ciò che sei e di cosa hai bisogno di un uomo.


Cordiali saluti


 

Buongiorno Chiara, hai ragione a chiamarlo dubbio amletico...ma io chi sono per dirti cosa fare...


Posso dirti che le storie hanno fine, possono finire, che si fanno incontri continuamente nella vita, e che qualsiasi cosa tu decida di fare merita rispetto, purché tu sia onesta e sincera con tutte le persone coinvolte.


Attenta solo a non idealizzare quest'uomo, e prima di decidere cerca di capire se la logistica abbia avuto un peso, nel rapporto con tuo marito.


Umilmente Monia dr.ssa PIZZUTI 

Buongiorno Chiara, situazione complicata direi. La chiarezza sui sentimenti puoi averla soltanto tu, se non ci fosse stata la distanza con tuo marito avresti iniziato un'altra relazione? La distanza da sola giustifica la presenza di un'altra persona? Sarebbe importante approfondire alcuni aspetti, tuoi personali e situazionali. Non saremo noi a dirti cosa fare, la responsabilità di una scelta deve essere tua. Prendi del tempo, fai chiarezza nei tuoi sentimenti.


Resto a disposizione

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Non ho nessuna voglia di avere rapporti sessuali con mio marito

Buongiorno vorrei se è possibile un consiglio da voi dottori. Sono sposata da 16 anni e ho 35 ...

2 risposte
Sesso routinario e lei non mi cerca mai

Salve Io ho 25 anni e la mia ragazza 29, abbiamo iniziato 2 anni fa a condividere una casa da coinqu ...

1 risposta
Problemi sentimentali, ricerca della tranquillità emotiva, malessere continuo

Salve a tutti, volevo raccontarvi la mia esperienza. Sono un ragazzo di circa 30 anni e sono stato ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.