Problemi di coppia

Ho tradito il mio ragazzo con il mio ex

Marta

Condividi su:

Salve, sono Marta ho 22 anni.
Ho tradito il mio ragazzo con il mio ex.
Ho riferito subito l'accaduto, ma ora sono confusa, non so più cosa mi manca se voglio continuare la relazione, ritornare con il mio ex.
Ho tradito la fiducia di un ragazzo meraviglioso che mi ha aiutato nei momenti più difficili della mia vita, ho sempre considerato il tradimento come una cosa sporca, per questo mi faccio schifo, non riesco ad accettare che io abbia fatto una cosa del genere... perché ho fatto una cosa del genere? Perché se accanto avevo una persona che tutti vorrebbero al loro fianco? Perche continuo a fare del male alla gente? Non me lo spiego. Ho paura, ho freddo dentro...sono confusa instabile, vorrei solo piangere sparire, cancellare tutto.

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Gentile Marta,


Non si giudichi per il gesto fatto. Si chieda piuttosto cosa la ha portata a mettere in atto un comportamento che lei giudica come “non accettabile”. Capire cosa l’abbia spinta a questo gesto le può essere utile per:


- Conoscere maggiormente se stessa,


- Capire cosa vorrebbe da una storia d’amore e di coppia,


- Valutare cosa potesse mancare nella sua attuale relazione o cosa ha lasciato in sospeso nella storia precedente,


- Osservare i momenti appena precedenti il tradimento (cosa pensava, come viveva le emozioni nel corpo, se stavate mandandovi degli sms, se è accaduto “tutto” per caso, ecc.)


Rispondere alle sue domande, non è possibile, solo lei si conosce e può valutare quale sia la risposta più coincidente col suo essere.


Le suggerisco di prestare attenzione a questo vissuto per non rivivere più un’esperienza considerata da lei come negativa. Come già detto all’inizio le consiglio però di non giudicarsi, a tutti può capitare di far del male, forse a volte anche senza volerlo. Potrebbe eventualmente dopo che si dà delle risposte spiegarle al fidanzato per valutare insieme se “ripartire” e riprovare a darvi fiducia, rispondendo insieme ai vostri dubbi o alle vostre richieste oppure discutere su cosa non sia andato a buon fine tra voi per imparare anche ed eventualmente da un’esperienza negativa cosa “volete” da una storia d’amore. (Sia esso un futuro singolo o di coppia).


Le consiglio pertanto, se non riuscisse a darsi delle risposte da sola, aspetto non sempre molto semplice, di rivolgersi ad uno psicologo di sua fiducia per iniziare un percorso volto a una maggiore conoscenza di se stessa e dei suoi bisogni più intimi.


Le auguro di trovare al più presto le sue risposte.


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive o per eventuale consulenza online.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Cara Marta,


forse ti è capitato di tradire il tuo ragazzo perchè tutto con lui era perfettettamente perfetto ma avvinto in un alone di noia e di consuetudine che ammorba ogni relazione, ma forse ti è capitato di cercare un pò di felicità che in quel momento hai trovato per caso nel tuo ex. Se pensi di aver commesso un peccato mortale, vai a confessarti e con tre ave maria e forse un padrenosto te la cavi, ma se pensi, e solo tu puoi saperlo che il tuo ragazzo è il meglio che ti potesse capitare forse l'hai idealizzato troppo, sentendoti  fortunata a partecipare a questa relazione. Ma probabilmente il fatto di considerarti inferiore e dipendente da lui, che è bravissimo, ti ha  portato ad un moto di ribellione nei confronti di una relazione che quantomeno per te non è chiare ciao.

Ciao Marta, capisco essere un momento di grande difficoltà. Hai fatto qualcosa che sai aver recato danno ad una persona a cui vuoi bene e non sai cosa vuoi in questo momento. L'unico consiglio che posso darti via chat senza conoscerti, è che quando si tradisce c'è sempre un motivo dietro. Questo non vuol dire che sia la cosa migliore tradire, ma solamente che se sei arrivata a farlo puoi cercare di capire perché. Questo può aiutarti a comprendere meglio cosa vuoi adesso. Per quanto riguarda il dolore che provi nell'aver causato disagio ad una persona che ami o hai amato: purtroppo il dolore non si può cancellare, il fatto che ti senti così è però indicativo di quanto tu tenga a questa persona e che forse non vuoi più agire in questa maniera. Frustarti per quello che hai fatto non ti aiuterà più di tanto ad andare avanti. Quello che può aiutarti è cercare di capire se vuoi trovare un modo diverso di comportarti in questa e future relazioni sentimentali e in che modo puoi farlo. Ti mando un grosso in bocca al lupo. 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Andare o restare?

Buongiorno, scrivo per descrivere la mia situazione di coppia molto complicata: Abbiamo entrambi 40 ...

2 risposte
Ho smesso di amare?

Salve, scrivo perché mi trovo in una situazione che ho già vissuto prima. Ho 19 anni e ...

2 risposte
Incapace di fare una scelta sentimentale

Salve. Nella vita sono sempre stata una donna risoluta, con una mia attività e tanti sogni ...

3 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.