Problemi di coppia

Non riesco a lasciarla nonostante non la ami più

Lorenzo

Condividi su:

Buongiorno a tutti, sono un “ragazzo” di 35 anni fidanzato da 14 anni con la stessa ragazza, conviventi. Due anni fa, a settembre, sono stato lasciato per un periodo di sette mesi circa durante i quali ho cambiato lavoro e sono stato all’estero. A febbraio dell’anno successivo, poco prima del covid, si è pentita della scelta fatta e mi ha detto di tornare a casa sua. Io, nonostante nel frattempo mi stessi facendo la mia vita, ho creduto si potesse fare. Da aprile sono tornato definitivamente e abitiamo di nuovo insieme ma qualcosa si è rotto. Io provo molto affetto e un amore sincero ma non è più l’amore che provo per la mia compagna. In questi mesi non abbiamo avuto rapporti sessuali, sembriamo fratello e sorella e non più fidanzati. Lei mi ama sinceramente invece è vorrebbe passare la vita con me. Io sono terrorizzato da questa idea e per di più lo scorso weekend ho avuto una storia travolgente con una ragazza.
Il tutto mi ha fatto capire, nonostante abbia finto per mesi che il problema non ci fosse, che forse è meglio chiudere la storia ma dopo tanti anni sono angosciato e sono preoccupato per lei che ha solo me è sua nonna al mondo..

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Salve Lorenzo, mi spiace molto della situazione che descrive poiché comprendo il disagio connesso. È apprezzabile la preoccupazione che mostra nei confronti di questa ragazza tuttavia ritengo utile ed opportuno per tutti che la verità venga a galla e che voi possiate affrontare serenamente anche un'eventuale separazione onde evitare ulteriore sofferenza.


Ritengo che possa essere molto utile per lei è un consulto psicologico al fine di esplorare meglio la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.


Cordialmente, dott FDL

Gentile Lorenzo capisco la sua difficoltà a decidere quale scelta fare dopo il lungo tempo trascorso con la sua compagna. Credo comunque che sia necessario fare chiarezza dentro di sé per capire le motivazioni di mantenere o meno in piedi questo rapporto affettivo. Forse ad un certo punto bisogna rendersi conto che non si può procedere con lo stesso passo ma che ci vogliono dei cambiamenti. La comunicazione tra voi è  fondamentale, il confronto schietto a questo punto si rende indispensabile. "Il ragazzo" che lei mette tra virgolette può anche decidere di chiedere un aiuto per maturare una scelta sicuramente difficile ma inevitabile. Molti auguri e buon cammino Maddalena Bazzoli psicoterapeuta Torino 

Gentile Lorenzo,


da come scrive mi sembra che lei dentro di sè abbia già scelto. Capisco che la sua compagna abbia una situazione personale di solitudine importante però non ha delle amicizie? lavora o studia? Cosa fa nel suo tempo libero?


L'amore non si può comandare si può però ragionare sul:


- Cosa la porta a dubitare del sentimento?


- Secondo lei cosa l'ha allontanata?


- In questi mesi, dal suo rientro, lei non ha mai provato nessuna piccola scintilla? Nè durante una cena o un'uscita magari diversa dalla routine insieme?


Mi sembra di capire che tra di voi ci sia il massimo rispetto e che in casa non siano presenti particolari discussioni se non "allontanamento" e freddezza d'amore. Vero che la sua compagna la ama però si potrebbe anche valutare insieme un accompagnamento eventuale a questa sua decisione, senza giudicarsi lei per primo. Nel subito, vero, potrebbe quasi sicuramente "star male", "provare senso di vuoto" o un vero e proprio "momenti di lutto" ma sono certa che con il giusto supporto anche la sua compagnia potrà pian piano superare questo importante ostacolo.


Si può pensare in riferimento alle sue preoccupazioni a due eventuali percorsi:


- Psicoterapia di coppia per valutare se ci sia una possibilità di riavvicinamento o di dialogare in un contesto strutturato come "salutarvi" e valutare un nuovo futuro: https://www.psicoterapeutafedericaciocca.it/ambiti-di-intervento/terapia-di-coppia.html


- Psicoterapia o supporto individuale per essere lei accompagnato a questa sua decisione, per poter riformulare i pensieri e le emozioni e questo senso di colpa che mi sembra di intravedere in alcune frasi: https://www.psicoterapeutafedericaciocca.it/ambiti-di-intervento/terapia-minori-adulti.html oppure https://www.psicoterapeutafedericaciocca.it/articoli/quando-chiedere-una-consulenza-psicologica.html


Resto disponibile per informazioni, richieste aggiuntive, eventuale consulenza o se volesse rispondere in privato alle domande poste.


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi di coppia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Relazione tossica?

Salve a tutti! Espongo un mio problema che ultimamente mi turba parecchio. Sono quasi 5 mesi che ...

5 risposte
sono esagerata io?

Buonasera,dopo 15 anni ho ripreso in mano la mia vita.Sono sposata da 15 anni, ho due figli bellissi ...

4 risposte
Come devo agire in una relazione ormai diventata tossica?

Gentili esperti, ho una seria e profonda relazione con un ragazzo da un bel po’ di tempo, ...

5 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.