Non voglio solo l'amore carnale

Giusy

Compirò 49 anni tra pochi giorni. Sposata da quasi 31 anni mio marito ha 59 anni, abbiamo 2 figli grandi ormai fuori di casa, sono 30 anni che amo mio marito, credo che se non lo amassi non starei qui a chiedere un parere, lui è molto esigente sessualmente mi dice di desiderarmi sempre come il primo giorno, ma io credo sia solo solo un'esigenza è stato il mio primo amore avevo 18 anni quando ci siamo sposati, fin dal primo giorno no ho mai avuto attrazioni sessuale verso di lui, all'inizio credevo fosse perché ero piccola senza esperienze Si faceva tutti i giorni, non mi ha mai chiesto se io ne avessi voglia, con gli anni abbiamo trovato un compromesso un giorno si e un giorno no, adesso 2 volte a settimana. Quando non gli "tocca" va a letto prima di me dicendo vado a letto. L'ho sempre fatto controvoglialia, negli ultimi anni ho cercato di farmelo piacere per non farmi del male psicologico. E ci sono riuscita per un po. Ma adesso non voglio più farlo per dovere o per far piacere a lui. Gli ho sempre posto il problema litigando anche. In questi giorni gli ho detto che voglio farlo perche ne ho voglia o voglio io e quindi di chiedermelo e chiederlo diversamente. non con il suo odioso modo ( andiamo a letto) e accettare tranquillamente il mio no, niente non lo capisce! vorrei che lui rispettasse i miei tempi...che non conosco nemmeno io visto che non mi da tempo ne modo di desiderarlo, adesso gli ho dato un ultimatum gli ho detto questa è l'ultima volta che me lo chiedi così e che lo faccio controvoglia spero che questa volta resisto e non cedo per sensi di colpa. Come faccio a fargli capire che voglio sentirmi desiderata apprezzata amata non solo per il sesso? Desidero un uomo che mi dia un amore non solo carnale, gli ho detto tutto questo a lui ma non capisce. Spero di avere presto una risposta un consiglio...un aiuto

1 risposta degli esperti per questa domanda

Buongiorno Giusy, è molto importante quello che lei sente e ci sta portando, si tratta di lei, si tratta delle sue esigenze, dei suoi tempi e del suo corpo. Molto probabilmente come dice suo marito è 'abituato' a relazionarsi con lei nello stesso modo da molti anni, sicuramente è possibile riuscire a cambiare ma questo richiede tempo e apertura da parte di entrambi. Probabilmente l'incontro con uno psicologo potrebbe esserle d'aiuto per avere un miglior focus su quanto ha oggi e su cosa vorrebbe avere come obiettivo di cambiamento. Nello scambio con un terzo esterno è molto più facile vedere e capire le dinamiche che creano criticità nella relazione di coppia. Le consiglierei quindi di partire da qui, dalla maggior chiarezza su quanto e cosa voglia lei come donna e come persona oggi. Resto a disposizione in studio o online 

Un caro saluto

Drssa Alice Mortarotti