Problemi sessuali

Ho vergogna dei miei impulsi sessuali

Roberto

Condividi su:

Buongiorno,
Sono un uomo di 30 anni e la masturbazione mi ruba molte ore del giorno.

Dall'età di circa 15 anni ho iniziato ad avere le prime eccitazioni sessuali e questo da subito mi ha fatto provare molta vergogna.
Il fatto che un maschio sia così facilmente eccitabile per una spinta biologica o per stimoli esterni mi crea un forte senso di inferiorità soprattutto verso il genere femminile.

In una prima fase della mia adolescenza ho provato a cercare solo incontri con ragazze che avessero forti impulsi sessuali per le quali il sesso fosse solo lo sfogo di un bisogno per non sentirmi inferiore o rifiutato.

Attualmente invece questo senso di colpa mi porta alla situazione paradossale di masturbami molte volte (3/4) al giorno per essere poi meno sensibile agli stimoli sessuali e abbassare l'ansia.

Sia i pensieri di vergogna che la masturbazione mi rubano molte ore al giorno.
Mi rendo conto di avere un problema e vorrei comprenderlo meglio per cambiare.

Secondo voi soffro di masturbazione compulsiva?
Come posso superare questa situazione?

3 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Buongiorno,


nel suo racconto è evidente che ci sono tanti pensieri relativi alla sessualità pesanti e un po' distorti (l'uomo che vede inferiore per la facile e eccitabilità, il pensiero che deve sfogarsi per non essere vittima della sua eccitazione che paradossalmente la porta a dedicare troppo tempo alla masturbazione etc.)


Consiglio un psicoterapeuta sessuologo che possa aiutarla riorganizzare i suoi pensieri sulla sessualità, l'ossessività che l'ha portata a questa continua masturbazione, che lei sente farle diminuire l'ansia.


Cerchi su Albo Fiss, sono divisi per regione.


Cordialmente

Buongiorno Roberto,


so che non sia per niente facile condividere ciò di cui ci si vergogna, lei è stato molto coraggioso. trovare dentro di sè il coraggio per guardarsi dentro e condividere il proprio disagio con qualcuno, è il primo passo per poter vivere più serenamente con se stessi.


Un percorso con uno psicoterapeuta può sicuramente aiutarla a fare pace con il suo senso di inferiorità e i comportamenti messi in atto di conseguenza.


Un caro saluto,


Dott.ssa Chiara Crespi

Gentile Roberto,


per poter dare una valutazione precisa sarebbe preferibile avere maggiori dettagli e una conoscenza un po' più approfondita di questo suo comportamento.


Da ciò che si legge sembrerebbe essere però un aspetto che le invalida non solo la normale routine quotidiana ma anche la sua vita privata (come pensieri ed emozioni personali). 


Da cosa nasce il suo senso di colpa? Non si giudichi perchè può essere un comportamento che mette in atto per una mancanza che lei sta vivendo o ascoltando dentro di sè. La masturbazione può essere anche "usata" come piacere immediato e godimento o come coccola personale per mancanze che si vivono dal mondo circostante. La negatività subentra per il fatto che dipende quanto si fa, come e perchè. Essa procura un piacere effimero e di breve durata quindi talvolta capita che il gesto possa diventare "ossessivo".


Le consiglio di valutare un percorso di psicoterapia individuale e sessuologico per osservare cosa la ha portata a vivere questo bisogno, cosa si nasconde dietro, cosa pensa lei, cosa si potrebbe fare per mantenere certamente un atto anche masturbatorio vivo nella sua vita privata ma con una cadenza giornaliera diversa. Per poter superare questo aspetto è bene capire cosa lo porta e quale possa essere una sua paura o un disagio o bisogno personale.


Le consiglio la lettura del libro che uscirà nel mese di marzo 2021: "Manuale di sessuologia: un approccio multidisciplinare alla sessualità". A cura di Fabrizio Russo. Contributi di Cinzia Boffa, Federica Ciocca,
Irene Famà e Antonella Moretto. Edizione Celid.


Resto a disposizione per informazioni, richieste e per eventuale percorso. 


Cordialmente


Dott.ssa Federica Ciocca


Psicologa e psicoterapeuta


Ricevo a Torino, provincia (Collegno) e online

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Problemi sessuali"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Sono sbagliata io?

Sono fidanzata con un ragazzo omofobo...considera l'omosessualità una malattia. Io sono molto ...

1 risposta
Il sesso che non funziona può essere motivo per troncare una relazione?

Sono un ragazzo di 32 anni e da due anni e mezzo sono fidanzato con un ragazzo della mia stessa ...

2 risposte
Ragazzo vergine a 26 anni

Salve, sono un ragazzo di ormai 26 anni, ho avuto sin da bambino alcuni problemi comportamentali ...

1 risposta

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.