Disturbi della personalità

Disturbo dissociativo dell'identità

21 Settembre 2019

contattami

Condividi su:

Molte persone mi chiedono spiegazioni sulla "doppia personalità"... quand'è che ci troviamo di fronte ad un Disturbo Dissociativo Dell'Identità, perchè è questo il nome del profilo patologico.

Succede quando ci accorgiamo che quella persona mostra diversi Stati di personalità, è come se avesse modi diversi di reagire alle cose, di percepire gli eventi, di gestire le relazioni.

Ad esempio: un uomo gentile, altruista o addirittura dedito alla beneficenza che ruba dalla borsa di una collega, oppure una ragazza timida ritrosa dal facile imbarazzo che si reca da sola in discoteca con abiti sexy per rimorchiare uno sconosciuto!

Tra le personalità multiple in genere ci sono due identità prevalenti che controllano il comportamento della persona, ma questi stati di personalità non hanno coscienza dell'esistenza l'uno dell'altro.

È un profilo patologico responsabile di grande disagio per la persona che ne soffre, perché compromette l'aria sociale e lavorativa; anche il suo entourage familiare e amicale e in grave difficoltà, anche perché è un disturbo che spiazza e spaventa molto.

Uno dei sintomi più tipici è la perdita del Senso di Agency: la persona può riferire di fare, dire o pensare cose fuori dal proprio controllo e che non corrispondono a come lui o lei stessa è fatto ed in genere pensa. Le persone che ne sono affette possono dirci di essere stati in grado di guardarsi dall'esterno, come se avessero vissuto l'esperienza di uscire dal proprio corpo e guardarsi mentre parlano o stanno compiendo un'azione.

E' ssolutamente necessario che queste persone siano seguite in un trattamento psicoterapeutico da uno clinico esterno esperto in grado di lavorare con le parti del Sé in grado, perchè le esperienze dissociative sono spesso collegate al trauma e al sistema dell'attaccamento.

Un trauma è un'esperienza che produce una ferita all'anima, qualcosa che rompe internamente l'individuo e che va a creare una differenza tra quello che quella persona era prima del trauma e quello che diventa dopo il trauma.

Il manuale dei Disturbi Mentali DSM5 ci dice che si incorre in un trauma psicologico quando a tutti noi succede qualcosa che minaccia la propria vita o la propria integrità fisica, un evento al quale è difficile reagire, come aver subito una violenza sessuale, o essere stato vittima di un incidente stradale, oppure aver subito delle torture, o aver subito un lutto, o essere stato testimone di morte e tutto quello che riguarda le catastrofe naturali.

Ma è anche vero che di frequente ci troviamo di fronte a vicende traumatiche assolutamente personali che non corrispondono a minaccia per la vita in maniera generalizzabile, ma sono una minaccia per il Sè di quell'individuo che le ha vissute.

Perché  leghiamo il disturbo Dissociativo dell'Identità al Sistema dell'Attaccamento?

Perché spesso succede che la relazione con i genitori o con chi si prende cura di un bambino di un bambino non è una relazione sicura o non è stabile, possono esserci forme di trascuratezza, scarso accudimento fisico o emotivo oppure fisico ed emotivo, condizioni di ostilità di discontinuità della risposta di sostegno da parte del un genitore verso il figlio.

Dott. Tiziana Vecchiarini

Commenta questa pubblicazione

Condividi su:

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Disturbi della personalità"?

Domande e risposte

Non so più chi sono e mi sento paralizzata

Non so bene da dove iniziare ma per farla breve cercherò di focaliazzarmi sul presente. Ho ...

2 risposte
Dismorfofobia o disforia di genere?

Buongiorno Sono un ragazzo di 21 e vivo da anni con fatica e senza più un senso logico e una ...

3 risposte
Incertezza su una diagnosi

Buonasera gentili dottori. Circa un anno fa mi è stato diagnosticato il disturbo borderline e ...

6 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.