Neuropsicologia

Bambino con difficoltà all' asilo

SABRINA

Condividi su:

Buongiorno a tutti,

Mio figlio quattro anni il prossimo giugno ha qualche problema all' asilo.
Parto con il dire che ha problemi di linguaggio causati da un problema di comprensione inizialmente, che la logopedista dice colmato. All' asilo sembra tranquillo, ma le insegnanti lamentano scarsa socializzazione e che risponde ai comandi non sempre in prima battuta.
A casa parla tanto (in modo chiaro e non), ubbidisce ai comandi e mi sembra (e spero ovviamente) un bambino felice e tranquillo, è un accanito lettore, ama i puzzle, gioca tanto sia con noi che da solo... insomma è adorabile!
Se andiamo in giro saluta tutti e cerca sempre il contatto con i bimbi, che incontriamo,,, credo che il suo problema siano i grandi numeri dell' asilo!
Mi chiedo come aiutarlo in questa fase di "chiusura" sociale, perchè le maestre ci stanno creando il problema ed io non sò se realmente possa essere un problema.

2 risposte degli esperti pubblicate per questa domanda

Cara Sabrina,


Cerca di sostenere tuo figlio nell' incontro con gli altri. Forse ha necessità di superare la paura delle figure non interne della famiglia. Più le maestre diventeranno familiari per lui più potrà superare le difficoltà relative alla sua chiusura. Non avere troppa ansia per lui. Il bambino deve superare le difficoltà per diventare più forte e crescere bene.


Cordiali saluti 

Gentile Sabrina, le capacità di socializzazione dei bambini sono variabili, specie in un'età così precoce. Non è chiaro di cosa si lamentino le maestre: sono loro a possedere gli strumenti educativi giusti per favorire le relazioni tra bambini, perché lo riferiscono a voi come un problema? Avete avuto un colloquio chiarificatore o si tratta di osservazioni buttate lì a fine giornata?


Quanto al "non rispondere ai comandi" mi chiedo quanto c'entri il problema di comprensione da lei citato all'inizio e quanto, invece, abbia a che fare con una modalità magari un po' rigida di proporre le regole o le attività. Bisognerebbe sapere meglio com'è organizzata la scuola e che rapporto avete con le insegnanti. Le consiglio un colloquio con loro, anche con suo marito, in cui poter affrontare la situazione nella sua globalità. Potreste anche rifare una consultazione logopedica, se necessario, oppure un consulto psicologico con un esperto di età evolutiva. 

Vuoi scoprire tutti i contenuti per "Neuropsicologia"?

Poni la tua domanda agli esperti

Il servizio "Domande allo Psicologo" è attivo. Ogni giorno verranno selezionate le domande da inviare al circuito e da pubblicare sul sito. Non tutte le domande pervenute verranno evase.

invia domanda

Domande e risposte

Sbagliare le parole

Buonasera. Ho 45 anni e da più di un mesetto quando parlo, capita anche un paio di volte ...

9 risposte
Come comportarmi?

Salve sono la mamma di un bambino che a luglio compira ' 6 anni...in questi giorni la maestra della ...

7 risposte
AUTOEFFICACIA

Ho lottato tutta la vita contro le difficoltà nello studio apparse improvvisamente a 16 anni ...

7 risposte

potrebbe interessarti

Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy.